martedì 21 ottobre 2014

Signora D'Urso, anch'io sono incinto, e mi spettano gli 80 euri per tre anni!

Renzi: bonus 80 euro alle neo mamme fino a 90mila euro di reddito.
Ma c'è uno scoop che riguarda il premier, il quale ha dichiarato che anche lui ha diritto agli 80 euri. Perché? Seguite l'intricata vicenda qui sotto.

"Sono incinto, ma non so chi è il papà.
Ho conosciuto molti uomini e tutti
hanno voluto condividere con me
il piacere della vita. Tutti mi
hanno promesso un posto al sole
e a nessuno ho saputo dire di no!"

«Dal 2015 80 euro anche a chi ha figli fino a tre anni». Alle mamme il premier torna a rivolgersi subito dopo. Oltre al bonus di 80 euro in busta paga, - busta paga, quel pezzo di carta che ti fa credere che un lavoro ce l'hai, fino a quando non si sa, perché il lavoro non è un diritto, ma un dovere! - conferma che nella legge di stabilità sono stanziati 500 milioni per le famiglie. Non una novità, ma il target della trasmissione è quello giusto per riannunciarlo con enfasi e tradurlo con la “cifra simbolo” che fin qui gli ha portato fortuna: «Dal prossimo anno con il mezzo miliardo di euro che abbiamo messo sulla famiglia metteremo un contributo di 80 euro alle neomamme per ogni figlio fino a tre anni di vita».

Il segnale di speranza «che l’Italia riparte da una famiglia che finalmente mette al mondo un figlio». Fonti di governo spiegano che il bonus varrà per le famiglie con redditi fino a 90mila euro.
Le stesse fonti fanno sapere che il reddito di Renzi sarà abbassato sotto i 90mila annui.
Perché?
Perché lui vuole portare avanti la gravidanza e condividere fino in fondo la stessa esperienza delle donne in attesa. È un uomo solidale, lui. E ha avuto un'idea geniale. Per entrare nel meccanismo della maternità povera e senza grandi privilegi sta esibendo la sua pancia!

Foto ricordo di Renzi in dolce attesa
E come tutti i figli del popolo nati dagli 80 euri, anche Renzino Jr. farà la stessa trafila dei bambini poveri fino al raggiungimento della maggiore età. A quel punto, libero da altri impegni, si trasformerà in Renzino senior. Magicamente.
E tutti gli altri bimbi da 80 euri?
Già, quelli vivranno in piena difficoltà economica e non potranno nemmeno seguire tutta la scuola. Nelle prossime guerre di pace d'esportazione in cui l'Italia sarà presente, verranno impiegati come sostanze di carne da scrificare sul tavolo delle trattative.
Ah ah, questa cosa mi ricorda qualche duce del passato... ma in fondo, tutte le storie si ripetono sempre.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 20 ottobre 2014

Renzi a lezione da Grillo su espulsioni

Grillo espelle da M5s i contestatori del Circo Massimo. Ma loro: "Chi ha deciso? No abusi".


Sulla questione il premier Matteo Renzi commenta dalla direzione nazionale del Pd: "È imbarazzante che il M5s abbia espulso chi sul palco è salito per chiedere qual è l'organigramma. Chissà poi perché sto entrando nel merito: mica sono del M5s, io!... Epperò, tra noi ci dovremmo espellere in continuazione... Devo assolutamente incontrarmi col Beppe. In questo senso può dare lezioni a tutti. Ma lo sapete quanta gente nel Pd è matura per essere espulsa. Provassero a chiedere a me qual è il mio organigramma, quelli del Pd? Dalle vecchie cariatidi ai tenerissimi civatiani, tutti fuori senza pietà. No, i giovani turchi no. Mi servono bene fino ad ora. Dò una mano a Grillo per sostenere la sua immagine. Deriva fascista la sua?  Macché, i giornali devono smetterla di scrivere puttanate. Voglio vedere domani, se incomincio il repulisti del Pd, cosa scriveranno di me i giornali. Mi daranno del fascista anche me? Voglio provare. Cara la mia Boschi, sai da chi comincio'? Dal Fassina Chi: è perfetto. E via via tutti gli altri. Voglio proprio vedere cosa scriveranno i giornali dopo le epurazioni nel Pd. So già i titoli. Renzi si rinnova e fa il maquillage al Pd. Dà il benservito agli anziani professionisti della sinistra in politica, ma con molta umanità, a differenza di Grillo. Ci voleva. Ci voleva. Finalmente un Pd al passo coi tempi, un Pd che incarna realmente lo spirito e la giovialità del renzismo. Il renzismo è cool. Renzi è più cool. L'Italia è coolissima".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 19 ottobre 2014

Analogie, similitudini e forzature artificiose per Bergoglio e Renzi


L'omaggio a Paolo VI che governò "in solitudine".
Da oggi Bergoglio è un Papa senza maggioranza.
L'articolo di Huffington è stato scritto con metodica presunzione e supponenza, ma chi l'ha scritto? Chiunque sia stato è riuscito a mettere sullo stesso piano i due monarchi-premier, Bergoglio e Renzi, le cui analogie temporali, comportamentali e strategiche vengono affrontate come un qualcosa di unico, fatale, superumano e nel migliore dei casi, come l'unica alternativa vincente contro l'immobilismo degli ipocriti, farisei e scribi da una parte; politici, ministri e potentati dall'altra. Finiranno per essere soli, ma vittoriosi, così sottintende l'autore anonimo del pezzo. Bergoglio e il suo Sinodo; Renzi e il suo Sinodo. Pari sono, o giù di lì. Questa è l'atmosfera quasi divina del pezzo.

Ma qualsiasi cosa stiano facendo, che viene presentato come l'unico rinnovamento possibile per la società umana, ai precari, ai disoccupati, ai giovani che scappano, agli anziani con una pensione da fame, non gliene può fregare niente delle false promesse e dei matrimoni omosessuali!
Forse alle future mamme, sì, visto che il Papa Renzi ha deciso di distribuire per tre anni un bonus di 80 euri alle mamme. Ma non dite che è uno scambio di voto. Solo solidarietà, è!



Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 18 ottobre 2014

Quindi Renzi is cool!


La regina dei talk show Oprah Winfrey, che mercoledì scorso ha incontrato Matteo Renzi a Palazzo Chigi, l'ha così apprezzato che, su Twitter, lo difende dai grillini. A un sostenitore M5S che le chiedeva un parere sul premier, Oprah risponde con toni entusiastici: "Ho avuto davvero piacere a incontrare il primo ministro. È davvero gentile, affascinante, carismatico e cool. In una parola, eccezionale!".

Il twitter di risposta di Cool non si è fatto attendere.


- Renzi Cool, ne avevi davvero bisogno?
- Sì, è stato necessario.
- E si può sapere che vi siete detti?
- Normale routine. Un lei come sta? Un com'è il tempo da voi? Il quest'anno prevedete molte nevicate? Noi qui abbiamo sempre bel tempo. Un bel clima, anche politico, nessuno si lamenta e aspettiamo trepidanti il prossimo festival di musica leggera di San Remo. Anzi, ne ho approfittato per proporle ufficialmente se gradisse condurre il nostro festival. Sarebbe molto cool da parte sua presenziare. Niente di così sospettoso come qualche maligno ha già fatto trapelare. Tutto all'insegna di una sana ospitalità italiana.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 17 ottobre 2014

Il segreto di Renzi

Dio tuona grave contro il premier con un monito
Potrebbe Renzi avere acquisito un contatto privilegiato col divino?
Solo stando seduto sul divano e sognando a occhi aperti.
Magari come otre fatto pieno di vino.

Ecco qui alcuni interrogativi colti al volo dai soliti chiacchieroni da bar sull'importanza di Renzi nel panorama della politica italiana.

- Oggi come oggi Renzi è l'unico che può salvare l'Italia.
- È l'unico che ci ha dato i soldi, altro che Berlusconi.
- Sì, però averlo come amico un Berlusconi, eri a posto per tutta la vita.
- Ma non dire sciocchezze: al massimo per qualche annetto.
- Vabbè, però Renzi conosce Marchionne.
- Conosce? Con lui sono culo e camicia.
- Ah, ecco perché Renzi è sceso giù a Termini Imerese e ha detto che è un'ingiustizia quello stabilimento vuoto di operai. Le macchine si devono fare.
- E chi le fa? I soliti raccomandati.
- Secondo me è già tutto organizzato per papparsi i soldi.
- Ma quale, i soldi non ci stanno, è tutta fuffa e poi chi li mette?
- I cinesi, no. E manco i siculi. E neanche i brasiliani.
- E neanche la regione.
- Il governo! Li mette il governo: l'ha detto Renzi!
- Scusa, e quando l'avrebbe detto?
- Quel giorno che è ritornato dalla Sicilia: ha detto li metto io a posto 'sti cornuti della Fiat.
- Ma dove le senti queste minchiate?
- Dagli americani.
- Renzi ha molti amici americani che gli vogliono bene.
- Sì, però, ti ricordi quando dalla Merkel ha sbagliato bottone e l'ha attaccato un'asola su?
- Ma quando, era quella giù.
- None, fu la Merkel che voleva attaccargli il bottone.
- Cosa c'è di meglio di un bottone sbagliato per sedurre la Merkel?
- Ti ricordo che Berlusconi è stato più ganzo col cucù.
- Solo che poi lui ha svelato il segreto della culona inchiavabile.
- Secondo me è stata tutta una montatura dei giornali.
- Comunque Renzi è più bravo di Berlusconi.
- Più preparato di Monti.
- Più furbo di Letta.
- E c'ha Dio che lo protegge.
- Napolitano vuoi dire?
- E che differenza fa?
- Lo sai che Renzi è come una malattia infettiva.
- È peggio dell'ebola. Se entra non esce più.
- Tu, il solito gufo.
- Ti spiego: la prima cosa che salta agli occhi è questo suo continuo chiacchericcio.
- Fa parte del suo bagaglio culturale.
- Bravo, e sai dirmi chi glielo porta?
- Cosa?
- Il bagaglio, dico, avrà pure un portatore. Chissà quanto lo paga?
- Glielo porterei io anche per mille euri al mese.
- È un modo di parlare, questo, che conviene solo ai deboli e agli asserviti.
- Te lo dico io chi glielo porta. Glielo portano a turno i suoi del partito.
- E lui, lascia fare?
- Certo, è un generoso, così paga tutti coi soldi dei contribuenti.
- Ma che stai a di'? Tu vivi fuori dal mondo.
- E tu, dal suo. Li hai beccati gli 80 euri?
- No!
- Visto? Non farà mai niente per te.
- Non è vero. La televisione ha detto che entro qualche anno toglierà tutte le tasse.
- I gatti randagi.
- I cani rabbiosi.
- La massa inattiva.
- E farà pagare questi costi ai più ricchi.
- Ti dico di più: Renzi è un grande uomo. Ci porterà alla fine della strada là dove l'orizzonte si compenetra con la nebbia, dove il giorno precedente si confonde col giorno appresso, dove dire male di Renzi si rischia una macumba per sette anni lanciata dagli sciamani del Pd.
- Tu vai in cerca di grandi uomini.
- Già, e hai trovato solo Renzi! Sei proprio sciocco!

Ehi, comincia la partita. Silenzio! E il primo che parla ancora di Renzi paga il primo tocco di birra!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 16 ottobre 2014

La faccia di Draghi e il ghigno del tedesco

La mina recessione e la sfida sui conti alla Ue rimettono l'Italia nel mirino dei mercati.
La tensione tra i Paesi europei sta diventando ingestibile, non c'è un piano comune. E si torna a dubitare della tenuta dell'euro.

Animali mitici: Molossi tedeschi contro Draghi italiani. Si fanno la guerra tra loro, ma è tutto così artificioso! E così finto!


Draghi pessimista sulla ripresa. Padoan: "Abbasseremo le tasse". Alla riunione del G20 confermato il pessimismo generale sulla situazione economica. Il presidente della Bundesbank: "L'economia tedesca si sta deteriorando".

In realtà l'Italia è più forte della Germania, solo che non lo sa. Ecco perché la Germania ha vinto il mondiale.
L'Italia non sa nemmeno quando deve morire. Ma morisse in battaglia legittima sarebbe più onorevole.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Heracleum