venerdì 24 ottobre 2014

Siamo tutti leopolde e non lo sappiamo!

Oltre duecento sono le adesioni dei parlamentari ansiosi di andare a quella che, nei capannelli del Transatlantico, chiamano “l’incoronazione di Carlo Magno”, la prima Leopolda di governo.

Su quale ramo stanno il re e la regina?
Cribbio, ma sembrano tutti uguali.
Come si riconoscono?
Ma dalle urla, perbacco.
Dalla intensità emessa.
Dai toni.
Dallo sguardo.
Dalla passione dell'urlo.
Dal colore del pelame.
Da modo di porre il cappello sull'urlo.
'Anvedi il Marchionne che tenta di farsi sentire da Renzi.
Renzi? Dov'è? Dov'è?
Là, non lo vedi, sul ramo più in alto.
Ma si intendono tra loro in tutto questo urlìo?
Direi di no.
Loro credono di sì.
Fino a quando dura 'sto chiacchiericcio?
Bah, finché non si stancano.
E restano senza fiato.
Poi se ne andranno stremati a casuccia loro.
Goduti perché hanno urlato ininterrottamente.
Ma dimmi tu, chi è sta Leopolda?
Una vecchia stazione di Firenze.
Perché una stazione?
Volevi che se la facessero a Palazzo Chigi?
Certo, visto che è la prima Leopolda di governo.
Sì, ma non pensare che le due cose vadano insieme.
Sono come il diavolo e l'acqua santa.
Come il pubblico e il privato.
E noi sappiamo che il renzismo è pubblico
E il suo governo, privato!
Questa è l'anima del doppio Pd.
Il Pd e il suo doppio.
E dov'è sta l'altro?
In piazza coi ribellisti, sinistri, civatiani, cuperlisti, smacchiatori, fassinachi, cigiellini, comunisti, fiommisti, landinisti, vendolinisti, bertinottisti, camussiani e vetero-articolati a diesel con marcia indietro automatica. Stanno in piazza.
A far che?
A differenziarsi da sinistra contro le leopolde di destra.
Si faranno la foto di rito.
Comizieranno a un milione di manifestanti...
Cala.
Cinquecentomila...
Cala.
Trecentomila...
Forse... e col beneficio d'inventario della Cgil.
Per le prefettura erano solo quattro amici al bar.
Mentre alla Leopolda... tutto il gotha che conta...
Già, conta come fregarsi più profitti, più privilegi e più biglietti gratis per lo zoo.
Credo che ormai siamo alla fine di tutto il grande Pd.
Si divideranno?
Speriamo. Anche Berlusconi tifa per questo.
Ma sì, loro e noi, noi e loro.
Scusa, noi chi?
Già, chi siamo, da dove veniamo, dove stiamo andando?
Affanculo stiamo andando!
I nostri nemici, che prima erano amici, sono divenuti più potenti.
E ora di abbadonare l'Italia.
Lasciamoli soli a urlare tra loro.
Non se ne accorgeranno nemmeno, presi come sono dal loro stesso casino.
E quando se ne accorgerano sarà troppo tardi.
Si guarderanno e si diranno: ma guarda quanto siamo stati stronzi. Ci hanno abbandonati. E adesso che ci darà da mangiare?
Eh eh eh...




Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 23 ottobre 2014

Le leopolde urlatrici

"Non essere alla Leopolda non significa essere contro il governo, perché non è una iniziativa del governo. È ragionevole anche avere altri impegni. Per esempio ho invitato personalmente Stefano Fassina, che mi ha detto" di aver "promesso ai bambini di portarli allo zoo domenica mattina. Non per questo non faremo la Leopolda".
Lo ha affermato la ministra delle Riforme Maria Elena Boschi durante la presentazione della tre giorni fiorentina (24-26 ottobre), di cui è stata organizzatrice lo scorso anno.

Fassina Chi ai suoi ragazzi:
"Figlioli miei,
questo è lo zoo dove vi avevo
promesso di portarvi.
E queste sono alcune delle
leopolde urlatrici che lo abitano.
È uno spettacolo unico al
mondo. Da grandi ricordatevi
sempre di questi animali
prima di intraprendere
la carriera politica.

Faranno le leopolde
anche senza di me
"

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

BerlusconClownTerapeuta chiede la liberazione

Berlusconi ai servizi sociali, da oggi l’ex Cav può chiedere la liberazione anticipata...
per raggiunti limiti di sopportazione umana. Quando uno non ce la fa, non ce la fa, cribbio!

"Avete mai lavorato in un ostello a 5 stelle per anziani?
No, dovreste provarlo: ci stanno di quei nababbi...
"
A sei mesi dal giorno in cui mise per la prima volta piede nella struttura, la frequentazione con la Sacra Famiglia di Cesano Boscone per l’ex Cavaliere potrebbe concludersi prima del previsto. Da oggi Silvio Berlusconi, in affidamento in prova ai servizi sociali per un anno dopo la condanna definitiva per il caso Mediaset, potrà chiedere la liberazione anticipata. Tra 24 ore infatti, saranno maturati i termini di sei mesi dopo i quali il leader di Forza Italia potrà presentare al giudice della Sorveglianza di Milano Beatrice Crosti l’istanza per ottenere una riduzione di 45 giorni del suo percorso di “rieducazione” presso l’Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone dove assiste gli anziani ricoverati. Ah ah ah!

In realtà ha confessato ai suoi fedelissimi che intende dare una mano a Renzi per aiutarlo a sistemare gli italiani, perciò ha bisogno di più libertà.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 21 ottobre 2014

Signora D'Urso, anch'io sono incinto, e mi spettano gli 80 euri per tre anni!

Renzi: bonus 80 euro alle neo mamme fino a 90mila euro di reddito.
Ma c'è uno scoop che riguarda il premier, il quale ha dichiarato che anche lui ha diritto agli 80 euri. Perché? Seguite l'intricata vicenda qui sotto.

"Sono incinto, ma non so chi è il papà.
Ho conosciuto molti uomini e tutti
hanno voluto condividere con me
il piacere della vita. Tutti mi
hanno promesso un posto al sole
e a nessuno ho saputo dire di no!"

«Dal 2015 80 euro anche a chi ha figli fino a tre anni». Alle mamme il premier torna a rivolgersi subito dopo. Oltre al bonus di 80 euro in busta paga, - busta paga, quel pezzo di carta che ti fa credere che un lavoro ce l'hai, fino a quando non si sa, perché il lavoro non è un diritto, ma un dovere! - conferma che nella legge di stabilità sono stanziati 500 milioni per le famiglie. Non una novità, ma il target della trasmissione è quello giusto per riannunciarlo con enfasi e tradurlo con la “cifra simbolo” che fin qui gli ha portato fortuna: «Dal prossimo anno con il mezzo miliardo di euro che abbiamo messo sulla famiglia metteremo un contributo di 80 euro alle neomamme per ogni figlio fino a tre anni di vita».

Il segnale di speranza «che l’Italia riparte da una famiglia che finalmente mette al mondo un figlio». Fonti di governo spiegano che il bonus varrà per le famiglie con redditi fino a 90mila euro.
Le stesse fonti fanno sapere che il reddito di Renzi sarà abbassato sotto i 90mila annui.
Perché?
Perché lui vuole portare avanti la gravidanza e condividere fino in fondo la stessa esperienza delle donne in attesa. È un uomo solidale, lui. E ha avuto un'idea geniale. Per entrare nel meccanismo della maternità povera e senza grandi privilegi sta esibendo la sua pancia!

Foto ricordo di Renzi in dolce attesa
E come tutti i figli del popolo nati dagli 80 euri, anche Renzino Jr. farà la stessa trafila dei bambini poveri fino al raggiungimento della maggiore età. A quel punto, libero da altri impegni, si trasformerà in Renzino senior. Magicamente.
E tutti gli altri bimbi da 80 euri?
Già, quelli vivranno in piena difficoltà economica e non potranno nemmeno seguire tutta la scuola. Nelle prossime guerre di pace d'esportazione in cui l'Italia sarà presente, verranno impiegati come sostanze di carne da scrificare sul tavolo delle trattative.
Ah ah, questa cosa mi ricorda qualche duce del passato... ma in fondo, tutte le storie si ripetono sempre.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 20 ottobre 2014

Renzi a lezione da Grillo su espulsioni

Grillo espelle da M5s i contestatori del Circo Massimo. Ma loro: "Chi ha deciso? No abusi".


Sulla questione il premier Matteo Renzi commenta dalla direzione nazionale del Pd: "È imbarazzante che il M5s abbia espulso chi sul palco è salito per chiedere qual è l'organigramma. Chissà poi perché sto entrando nel merito: mica sono del M5s, io!... Epperò, tra noi ci dovremmo espellere in continuazione... Devo assolutamente incontrarmi col Beppe. In questo senso può dare lezioni a tutti. Ma lo sapete quanta gente nel Pd è matura per essere espulsa. Provassero a chiedere a me qual è il mio organigramma, quelli del Pd? Dalle vecchie cariatidi ai tenerissimi civatiani, tutti fuori senza pietà. No, i giovani turchi no. Mi servono bene fino ad ora. Dò una mano a Grillo per sostenere la sua immagine. Deriva fascista la sua?  Macché, i giornali devono smetterla di scrivere puttanate. Voglio vedere domani, se incomincio il repulisti del Pd, cosa scriveranno di me i giornali. Mi daranno del fascista anche me? Voglio provare. Cara la mia Boschi, sai da chi comincio'? Dal Fassina Chi: è perfetto. E via via tutti gli altri. Voglio proprio vedere cosa scriveranno i giornali dopo le epurazioni nel Pd. So già i titoli. Renzi si rinnova e fa il maquillage al Pd. Dà il benservito agli anziani professionisti della sinistra in politica, ma con molta umanità, a differenza di Grillo. Ci voleva. Ci voleva. Finalmente un Pd al passo coi tempi, un Pd che incarna realmente lo spirito e la giovialità del renzismo. Il renzismo è cool. Renzi è più cool. L'Italia è coolissima".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 19 ottobre 2014

Analogie, similitudini e forzature artificiose per Bergoglio e Renzi


L'omaggio a Paolo VI che governò "in solitudine".
Da oggi Bergoglio è un Papa senza maggioranza.
L'articolo di Huffington è stato scritto con metodica presunzione e supponenza, ma chi l'ha scritto? Chiunque sia stato è riuscito a mettere sullo stesso piano i due monarchi-premier, Bergoglio e Renzi, le cui analogie temporali, comportamentali e strategiche vengono affrontate come un qualcosa di unico, fatale, superumano e nel migliore dei casi, come l'unica alternativa vincente contro l'immobilismo degli ipocriti, farisei e scribi da una parte; politici, ministri e potentati dall'altra. Finiranno per essere soli, ma vittoriosi, così sottintende l'autore anonimo del pezzo. Bergoglio e il suo Sinodo; Renzi e il suo Sinodo. Pari sono, o giù di lì. Questa è l'atmosfera quasi divina del pezzo.

Ma qualsiasi cosa stiano facendo, che viene presentato come l'unico rinnovamento possibile per la società umana, ai precari, ai disoccupati, ai giovani che scappano, agli anziani con una pensione da fame, non gliene può fregare niente delle false promesse e dei matrimoni omosessuali!
Forse alle future mamme, sì, visto che il Papa Renzi ha deciso di distribuire per tre anni un bonus di 80 euri alle mamme. Ma non dite che è uno scambio di voto. Solo solidarietà, è!



Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Heracleum