martedì 30 settembre 2014

Renzi, è certo, andrà a finire in pentola!

Attento Renzi, i disoccupati ti mangeranno vivo


“Jobs Act? Anni luce dall’Europa. I disoccupati di Renzi non avranno il pane... e, di conseguenza, si trasformeranno in cannibali”.

La riforma del lavoro di Matteo Renzi non regge il confronto con quelle degli altri paesi europei. Perché manca la protezione di un reddito garantito a carattere universale, unica soluzione in grado di rendere accettabile l'ulteriore iniezione di flessibilità. Una protezione che il modello tedesco, tanto caro al premier, ha posto al centro della riforma.

È la tesi del filosofo Giovanni Perazzoli, che attacca: “Chi dice che ci avviciniamo al modello sociale europeo mente o non sa di cosa parla”.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 29 settembre 2014

Il terrore sale dagli abissi. Il nostro futuro è incerto!

Direzione Pd, Pierluigi Bersani contro Matteo Renzi: "L'art.18 non c'entra un tubo con il tasso di occupazione. Lascialo perdere, potresti finire anche tu smacchiato."


Renzi fa e disfa perché c'ha la maggioranza nel Pd e legami stretti con Berlusconi, e questo gli fa dimenticare che non è la stessa maggioranza del Paese. Il suo vantaggio sta nel fatto che questa maggioranza non si sveglia e lui continua a ricamarci sopra come Penelope, che per costruire il cambiamento deve togliere il preesistente, - giocando anche con l'ironia sui cosiddetti - presunti tali - Poteri forti: "Non chiamateli poteri forti, perché se lo fossero non saremmo qui adesso. Forse potremmo chiamarli, con un eccesso di stima, 'poteri aristocratici'. È il grande derby tra democrazia e aristocrazia". In questo derby lui certamente ha il vantaggio del fattore campo.

Renzi non è solo un democristiano, ma un borghese che non gli riesce difficile mostrare i suoi lati buoni e generosi, apparentemente illuminato da una sorta di populismo da corte dei miracoli.
Si sta proteggendo dietro questo muro di gomma dei mille giorni che ha chiesto, o ci ha concessi?,  e che lo dovrebbero garantire e rafforzarlo magari facendogli vincere le prossime elezioni.

Non mi fido. Perché dovrei fidarmi di uno che ha accettato la Presidenza del Consiglio senza essere stato quanto meno suffragato da una elezione, pilotata quanto volete, ma pur sempre elezione?
Renzi tirerà un sospiro di sollievo non appena introietterà definitivamente che il Pd della minoranza è solo fumo e vento, e che non altererà quell'ordine costituito che i Poteri forti garantiscono a sé stessi. Perché Renzi fa parte dell'ingranaggio di codesti poteri.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 28 settembre 2014

Commovente la lamentazione di Renzi sui poteri forti


Matteo Renzi: "I poteri forti vogliono sostituirmi? Ci provino, ma non mollo, senza il Pd nessuno fa nulla. Via l'articolo 18, è inutile". Il Pd è forte con lui o contro di lui?

"Per alcuni è un attacco studiato contro di me" e contro il governo. In ogni caso se qualcuno pensa di "volermi sostituire a Palazzo Chigi, si accomodi pure" ma "il Pd - il partito del 41% - non accetterà di farsi da parte".
È uno sfogo. "Adesso devo pensare a chiudere sulla riforma del lavoro. Quella sì che è fondamentale". Sta tornando a Palazzo Chigi proprio per preparare la direzione del suo partito convocata per discutere le nuove norme. Eppure la sua attenzione in questi giorni è catturata da altro. Da quell'"attacco studiato" di quelli che chiama ripetutamente i "poteri forti". Ne è quasi ossessionato. E allora non si trattiene. Lancia fendenti a destra e a manca. Se che le critiche al suo esecutivo adesso hanno centri di provenienza diversi. Come ad esempio la Cei di Bagnasco. La luna di miele sembra finita. Ma lui non ci sta. "Io non sono un massone, sono un boy scout. La verità è che io non omaggio certi poteri e questa è la reazione". "E io insisto. Non mollo. Cominciamo con il cambiare lo statuto dei lavoratori". Con un'apertura alla minoranza Pd: "La reintegra può restare per i casi di discriminazione"...

Facciamo un po' di fantapolitica.
Renzi ha contro i poteri forti?
Se è vera la sua buona fede, aiuti (senza fantapolitica) i disagiati, gli indigenti, i disoccupati, i poveri, i potenziali suicidi, riporti in paradiso la classe operaia e all'inferno i suoi nemici. Se è vera la sua buona fede, se tutti i tasselli si incastreranno entro quel che resta dei mille giorni, e se non lo eliminano prima dalla scena, ecco che potrà farsi dei veri alleati tra tutti i lavoratori.
Questa cosa, casomai, va a cozzare contro che quei poteri forti che lo hanno nominato abusivamente premier!

Povero Renzi, che riuscirà a diventare più forte suo malgrado, malgrado tutti questi poteri forti; e malgrado tutte le speranze, ancora da dimostrare vincenti, di chi sta credendo nel suo programma. Infatti, insistono questi famosi mille giorni ancora da soffrire.
Il tonfo lo sentiranno anche oltreoceano.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 27 settembre 2014

Ma quanti Sgarbi alla cameriera di Renzi


Vittorio Sgarbi Vs Pina Picierno: "Sei una nullità, sei la cameriera di Renzi".
L'occasione per far scattare la scintilla a Sgarbi è il lancio della Fonderia delle Idee, la convention del Pd che si terrà a Bagnoli.
Sgarbi: "Quali idee? Idee fuse, le mie idee si conoscono, le tue non si sono mai sentite, non hai mai avuto un'idea, sei diventata parlamentare europeo solo perché ti hanno messo prima nella lista perchè sei donna, il posto tuo era di Emiliano, sei la cameriera di Renzi, una nullità assoluta!".
"Guarda Pina, se tu fossi a spasso, non ti prenderei neanche come dama di compagnia. Non hai neanche scritto un libro su Renzi. Come fa Renzi a sopportarti? Non hai neanche scritto una mozione contro la minoranza del Pd. Come fa Renzi a tenerti ancora con lui? Guarda Pina, se anche tu fossi l'ultima cameriera del mondo, io preferirei servirmi da me piuttosto che aspettare i tuoi servigi. Com'è che ancora non t'ho detto capra? Zitta, non parlare, stai muta, taci, capra capra capra!"

Pina Picierno prova a replicare, ma senza scaldarsi a differenza del suo interlocutore: "Quindi le preferenze degli italiani non contano nulla?", riferendosi ai voti ottenuto alle elezioni europee. "Sorrido, lei ha un problema oggettivo con le donne, e la invito a risolverlo ma non in televisione... vediamoci stasera fuori da questo luogo e poi vedrà se non le scrivo qualcosa in faccia!".
Ma tu guarda la Pina. Mi ricorda un po' la Pina che stava all'ombra di suo marito Fantozzi!
Come lei, che sta all'ombra di Renzi. E dovranno passare anche per la Pina i mille giorni... all'ombra. Ma questo non vuol dire nulla. Tutto serve alla causa del cambiamento del Paese.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 26 settembre 2014

I vescovi a Renzi: ora basta con le supercazzole, ritorna sulla terra

Vescovi: "Basta slogan, Renzi ridisegni l'agenda politica".
Il segretario della Cei Galantino al termine del Consiglio episcopale permanente parla della controversia sull'articolo 18: "Scontro sterile, sventolano troppe bandiere. Il dibattito su articolo 18 sì, articolo 18 no è meno centrale e io vi vedo troppe bandiere che sventolano. E anche i sindacati, per amor di Dio: scendano anche loro dalle loro stanze, ritornino a sporcarsi le mani tra la gente che sta male".
Un vero galantuomo 'sto Galantino. Ha riportato il dibattito nel territorio che gli compete. Tant'è che la Camusso ha detto: "Dai vescovi invito a governo a non generare morti da una parte e dall'altra". Un grande pensiero.
E anche Guerini del Pd: "Parole importanti, il governo sta rispondendo". Ah sì? Mah.

Richiesta a Renzi un'opinione sulla fuoruscita di Galantino dal suo seminato, il premier ha risposto: "Adesso 'sto in America. Questa notizia m'è arrivata mentre stavo mangiando una pizza col sindaco De Blasio, nostro compaesano, al quale sto per chiedere un aiuto per il cambiamento, visto che è italoamericano. Mi ha eccitato subito, in specie là dove dice che io parlo per slogan. Smentisco decisamente questo giudizio detto da una persona buona ma manchevole di spirito politico. Io sto infatti ridisegnando la mia agenda. Intanto vi dico subito che per il tipo di cambiamento che ho in testa sono pronto a sfidare i poteri forti. Che 'so 'sti poteri forti? Ma, per esempio, quelli che scrivono che io puzzo di massoneria. Non è vero che puzzo. Vorrei tanto conoscerli 'sti massoni per dire loro: voi che siete tanto forti, perché non mi aiutate nella mia battaglia per il cambiamento. Ma cambieremo la burocrazia, le regole del gioco sul lavoro, le istituzioni, e daremo tempi certi alla giustizia. Se si vuole restare a galla si deve correre. Stando fermi si cade."
In Italia, in special modo al Sud, ogni giorno c'è gente che tenta il suicidio perché non riceve retribuzione, da mesi e da anni, pur avendo un lavoro, e sto parlando ancora di quelli fortunati che un'occupazione ce l'hanno. Dobbiamo fare presto, perché i tentativi di suicidio, del fare male a sé stessi, possono trasformarsi in sollevazione popolare, che farà male a tutti.
"In realtà, adesso sembra che io stia montando un'altra supercazzola, ma vi prego di credermi. Davvero non c'è nessuno che mi crede? Eh già, dopo che avete visto i miei comportamenti scorretti verso colleghi del mio partito... dopo avermi visto fare i tête-à-tête con Berlusconi, non ce la fate a fidarvi di me... L'unica paura che ho è il pensiero debole degli altri. Ci vedremo tra meno di mille giorni. E lì, dopo, potete sputarmi in faccia e sputtanarmi, oppure farmi un monumento. Nel frattempo non fate i gufi e portatori di sfiga!"

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 25 settembre 2014

I giudici a Napolitano: "Presidente, è giunta l'ora di cantare"

Processo stato mafia, Giorgio Napolitano sarà ascoltato come testimone.
A porte chiuse.
Il presidente: "Nessuna difficoltà a testimoniare".
Ah sì, e perché c'ha perso tutto 'sto tempo?
Ad ogni modo, meglio tardi che mai.
Il Giudice: "Bene, Presidente, l'ascoltiamo: canti e dica tutto quello che sa".

Il Presidente: ♫ ♫ Sentite a me - nun me parlat 'e diete
nun me' levate 'o sfizio do' magna'
'o broro vegetale - 'o fior 'e latte
vuie sti schifezze a chi 'e vulite da'
quanno me sento 'e voto poco bbuono
chest' e' 'a ricetta ca' me fa sana'
nu spaghett che purputiello
cucinat 'int 'a ll'acqua 'e mare
treglie ciefere e marmulille
taratufl 'nquantita'
vuie ve 'avita fa capace
'ncopp 'o munno nun ce' sta
n'ata cosa ca e' chiu' bella
ca e' chiu' bella do' magna'
e' bell 'o magna'
e' bell 'o magna'
favurite ca' ve faccio cunzula'

ma che ve 'mporta ca ve facite chiatte
chiammat 'o sarto
chiammat 'o sarto pe ve fa' allarga'
tutt 'e vestite ca ve' vanno 'stritte
e 'a panza facitela sciala'
pruvate pe na' vota sulamente
chistu pranzetto degno e nu pascia'
na' zuppiera e pasta e fasule
ddoje sasicce cu 'e friarielle
na' frittura e calamarielle
e nu' ruoto co' baccala'
vuie ve 'avita fa capace
'ncopp 'o munno nun ce' sta
n'ata cosa ca e' chiu'
ca e' chiu' bella do' magna'
e' bell 'o magna'
e' bell 'o magna'
favurite ca' ve faccio cunzula'

e' bell 'o magna'
e' bell 'o magna'
favurite ca' ve faccio cunzula'
voi permettete?
aggia j' 'a mangia'. ♫ ♫

E questo è tutto. Vulite sapè altro? Allora vaco, che ho per la capa mille preoccupazioni pe' chisto Paese! A rivederli, cari giudici, mi stiano bene e tanti auguri per un felice esito del vostro processo. Dobbiamo riuscire a sconfiggere le mafie, ovunque esse si nascondano...

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Heracleum