martedì 9 ottobre 2007

È tempo! È tempo di democrazie partecipate...

È tempo, è tempo, andiamo a
mietere un po' di democrazia...
È tempo di consultazioni
nel giro di pochi giorni.
Prima il benessere, cioè il Welfare
e subito dopo il partito democratico.
Due appuntamenti da non perdere.
Già conosciamo chi vincerà sul Welfare!?

- 1ª Pausa di riflessione -
I LAVORATORI hanno le carte in regola
per mandare a scatafascio quell’accordo
Governo-sindacati-confindustria!
Mah... sono in angustie… conoscendo
la pervicace coerenza dei dinosauri sindacalisti
a volersi riaffermare sulla volontà
dei – sic – “loro assistiti”.
Questa storia del referendum sindacale
non è un dramma. È l’ennesima tragedia per
chi tiene prole, mutui, debiti, speranze e cicoria!

Sappiamo invece chi vincerà le primarie del PD!?
Sì!
Tutti lo sanno, sia i candidati sia quelli
che scambieranno il loro obolo da 1 Euro
con la certezza del voto partecipato.
La democrazia ateniese pagava il suo popolo
perché potesse assistere agli eventi teatrali
che poi erano per loro natura politici, oltre che sacri.
Qua è diverso.
Se vuoi che un Dinosauro italiano ti governi
devi sborsare gli euri. Coinvolgimento catartico
si chiama, questo. Tu paghi e
così acquisisci anche il:
“potere” di veto? No;
di criticare? Ni;
di pentirti a tempo scaduto? Questo sì, ti è concesso!
Dinosauri dormienti si svegliano!
Nuovi orizzonti, vecchi dinosauri?
O nuovi dinosauri e vecchi orizzonti?
Tutt’e due insieme nuovi o tutt’e due vecchi?
Non è importante, qui si lavora per conquistarsi
almeno il 37% dei suffragi. Minchia papà!

- 2ª Pausa di riflessione -
Manifesto alternativo per le Primarie democratiche.

Manifesto alternativo per le primarie del PD


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

5 commenti:

Anonimo ha detto...

E' tempo, ma non c'è tempo!
Per la democrazia non c'è tempo, e gia da ieri sera,che Marco Rizzo, dei comunisti italiani, con un "annonce choc" mostra in diretta tv,a porta a porta, che le elezioni allestite nelle fabriche e nei sindacati sono, come dire moltro approssimate, e con qualche punto di grossolaneria organizzativa, mah! sarà vero?
Certo che sarà vero! hanno mandato
il "Pierone Niccolai" un vecchio compagno comunista che a Torino e conosciuto, e in provincia di Taranto, una compagna, hanno provato a votare è ci sono riusciti almeno in tre seggi diversi! E' grave? ma no!
E' molto più grave cio che ha detto il vecchio "dinosauro" sindacalista, in diretta telefonica ribadendo e contestando a Rizzo,
diceva appunto che le elezioni servono a lavarsi la dentiera, e che alcune cose, sono come il filo intedentale.
Come diceva Pazzaglia, siamo nel brodo primordiale!

Lupo Sordo ha detto...

Ma a che servono le primarie?

Anonimo ha detto...

e come in amore... a che servono i preliminari?
a godere di piu!
e loro si sbrodolano in questo piacere

Riverinflood ha detto...

@ 1° anonimo: nel recente passato a Termini Imerese ho visto di peggio. Operai che non votavano e voti che spuntavano lo stesso.
@ lupo sordo: le primarie servono a evitare le secondarie e le terziarie.
@ 2° anonimo: il piacere però è come la vendetta. Prima o dopo è vento che gira.

Anonimo ha detto...

e come diano in toscana...
meglio girino lontano dar mi ulo!
un sò mia felice se il vento gira atorno ai mi peli!

Heracleum