venerdì 8 aprile 2011

Fraticel Frattini e i bombardamenti in Libia


Vittime civili in Libia, la Nato non si scusa.
Pressing sull'Italia: «Bombardi anche lei».
L'ammiraglio Harding: «Non voglio chiedere scusa per le morti di civili per due motivi: primo perché vedendoli dall'alto non possiamo identificare di che natura siano i mezzi e secondo perché vedendo quei veicoli che si spostavano avanti e indietro potevamo presupporre che fossero di forze leali al colonnello Gheddafi». Ehi, se non ci vedi, cambia mestiere: puoi fare il frate. E poi chiedi perdono!

Interpellato sulla questione fraticel Frattini, in arte ministro degli Esteri, ha fatto spallucce e si è ritirato nel suo eremo privato a pregare e a cercare conforto in una qualche visione che lo allontani dallo spettro dei bombardamenti che, per par condicio, toccherebbero anche all'Italia.



Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Heracleum