martedì 28 giugno 2011

Secondo Arcore, i pm del Rubygate praticano il coitus interruptus

Arcore: i pm parlano di «bordello» ma poi fanno marcia indietro.
Ghedini dice che le parole dei pm sono in contrasto con la realtà.
In effetti, il coitus interruptus non è il preferito dall'utilizzatore finale che, leggenda vuole, preferisce il coitus multiplex.

Ma, parlando più seriamente, riferendosi al «sistema per compiacere Silvio Berlusconi» in cui Mora era «l'arruolatore», Fede «il fidelizzatore» del giro di giovani ospiti alle feste hanno parlato di un «bordello», mentre Ghedini afferma che, in ultima analisi, si dovrà verificare se ci furono orgasmi provati.

Nel loro intervento davanti al gup, il procuratore aggiunto di Milano Pietro Forno e il pm Antonio Sangermano avevano descritto «un sistema strutturato per fornire ragazze disponibili a prostituirsi» avvalendosi della «mercificazione della fisicità della donna» e della «mortificazione della dignità femminile».

Anche in questo caso l'avvocato di Berlusconi afferma che prima di parlare di mercificazione e di mortificazione dell'anima della donna, si dovrà chiarire se, per ipotesi, al posto delle stesse non vi fossero bambole gonfiabili. In questo caso la mercificazione crollerebbe (quanto può costare una bambola gonfiabile, tzé!?); e per quanto riguarda la mortificazione della dignità femminile (quale oggetto gommoso, la bambola, non soffrirebbe più di tanto). Per cui, dice l'avvocato, il fatto non sussiste. Certo, è da provare che fossero bambole invece che femmine, ma ci sta lavorando sù (ehi, non sulle bambole, che avete capito?).

E non sussiste neanche per quanto riguarda l'operatività fisica del Fede e del Mora che, si sa, non erano presenti al bunga bunga nemmeno come guardoni. A quell'ora e per l'età che hanno, stavano chi a casa chi a cozze! Alla luce di queste controprove, mi sa che il rubygate sia una sorta di montatura ad personam, facile da smantellare, ha concluso l'avvocato.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Heracleum