sabato 30 aprile 2011

Il mio amico Silvio Berlusconi ha commesso un crimine

«Avete commesso un crimine - dice il Raìs rivolgendosi all'Italia che ha celebrato anche il 96esimo anniversario della battaglia di Gardabiya contro gli italiani -, l'ha commesso il mio amico Berlusconi, l'ha commesso il Parlamento italiano. Ma ci rendiamo conto che non esiste un Parlamento in Italia, né tanto meno la democrazia. Solo l'amico popolo italiano vuole la pace». «Dov'è il Trattato di amicizia? Dov'è il divieto di aggressione contro la Libia da parte dell'Italia? Dov'è il parlamento italiano? E il governo italiano? E il mio amico Berlusconi?» aggiunge Gheddafi. «Credevamo aveste sentimenti di colpa per il popolo libico - sottolinea il rais - speravamo che l'Italia, il mio amico Berlusconi e il parlamento italiano condannassero la colonizzazione, invece sembra che non ci sia un parlamento né tantomeno una democrazia in Italia». Povero Rais. Ma non l'avevi capito, in quel momento che ti sbaciucchiava l'anello, che razza di amico fosse?


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

2 miliardi di persone che assistono a un matrimonio immaginario

William: "Are you happy?" - Kate: "Oh yes, very much!"
William: "You'll be happy even if they divorce?" - Kate: "Oh yes, very much!"

Favole, favole reali, o storie irreali, immaginarie? Sì, sono lontanissime dall'umanità in sofferenza. Ma tant'è, bisogna soddisfare l'eccitazione audiovisiva dei masochisti che sbavano per questi eventi.

Beh, è ciò che scrivono giornali importanti come il Corriere e la Repubblica, che in home intitolano il primo: "La favola di Will e Kate" e il secondo: "William e Kate, un sì da favola", che mi sorprende per l'uso improprio delle parole.
Bisogna che qualcuno glielo dica a questi importanti quotidiani che hanno scritto uno strafalcione.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 29 aprile 2011

Il coronato d'Italia al matrimonio del secolo come valletto d'onore

RE SILVIO, VALLETTO D'ONORE

Molti gli invitati speciali al matrimonio di William e Kate: dal postino agli amici del Club Vacanze, fino a Elton John, Madonna, Guy Ritchie e...Mr Bean. Il celebre attore comico britannico Rowan Atkinson è infatti l'ultima novità della bizzarra lista di nozze di Kate e William. E non poteva mancare il nostro più grande comico degli ultimi 150 anni. Speriamo solo che la regina Elisabetta non se ne accorga! Perché, nel caso, potrebbe passare come la più grande buffonata italiana degli ultimi 150 anni.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 28 aprile 2011

Maroni invitato a schiacciare il pistolino di Berlusconi

MARONI: "NON SAPREI QUALE PULSANTE SCHIACCIARE?"
BERLUSCONI: "HAI MAI PROVATO IL MIO?"

“Non si può chiedere alla Lega di dire sempre sì – ha detto Maroni – noi non siamo lì a schiacciare il pulsantino di nessuno, siamo partner di Governo”.
E, in fondo, è ovvio.
Se il ministro leghista, invece di fare lo schizzinoso, provasse a schiacciare il pistolino... ops!, il pulsantino del premier volevo scrivere, vedrebbe che godere insieme al maestro dello "schiaccia e godi", significherebbe per lui raggiungere in poco tempo una minilaurea in bunga bunga con orgasmo garantito continuato. Roba da far schiattar d'invidia persino il senatùr che, in quanto a orgasmi, con Tremonti, è un batter la fiacca.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Gli italiani stiano tranquilli: la guerra la finanzia lui (e dopo lo faranno pure santo)

Dopo l'annuncio di Berlusconi sui bombardamenti, il Senatùr ribatte: "Siamo colonia francese" (leggi).

Il ministro dell'Economia sta con la Lega e avverte: "Per la missione in Libia non ci sono soldi e si sarà costretti ad aumentare le accise sulla benzina".

Il Cavaliere, col suo ben noto sentimento di generosità, ha replicato: "La linea del governo non cambia: gli italiani stiano tranquilli, pago tutto io (leggi)".


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 27 aprile 2011

I nostri tre piloti ci informano sullo stato della guerra a Gheddafi

Frattini:
«L'arsenale militare di Gheddafi
è stato "ridotto di oltre un terzo"
in seguito
alle operazioni aeree
della Nato,
che hanno
"smantellato
l'aeronautica
militare"
libica».
Gheddafi la pagherà cara per non essersi arreso quand'era ancora in tempo.




"I velivoli e gli equipaggi sono già pronti e al termine di questa informativa saranno messi a disposizione della Nato per essere impiegati" nei bombardamenti mirati sulla Libia". Lo ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, nelle sue comunicazioni davanti alle Commissioni Difesa ed Esteri di Camera e Senato. "Saranno sempre 12, come adesso, i velivoli italiani messi a disposizione della Nato per le operazioni militari in Libia, ma 8 di questi potranno bombardare o lanciare i missili di cui sono dotati. Uno degli 8 lo piloterò io, ma non vi dico quale.
Gheddafi ha le ore contate. Col mio aereo personale mirerò direttamente alla sua tenda del bunga bunga".


E io che dico? Dopo aver perso l'amicizia del raìs, ho ritrovato quel Sarkozy che lo sa Dio quanto mi sta sul bossolo...
Bossolo, mi ricorda qualcuno, bossoli, bosso, bossi?
Urca, l'Umberto!
Quello, prima o poi, me lo ficca nel didietro il suo ciufile.
Meno male che c'è Napolitano che è un vero amico del Governo.
Eh, Giorgio è capace di calmare perfino un leghista come l'Umberto.
Ma sì, per quel che me ne importa,
Napolitano può restare a vita, cribbio!



Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 26 aprile 2011

È sempre lo stesso cane a inseguirlo e a morderlo

"E lasciami, cribbio!"

Si chiama Cerbero e difende la Costituzione. È stato addestrato per questo. Tutte le volte che la Carta viene minacciata, Cerbero passa all'azione! Non gli sfugge nulla. Non ha timore reverenziali per nessuno, anzi, per quello là ha deciso di affilarsi tutti i denti! Lo aspetta al varco!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

L'articolo del Colle e la Barzelletta finale sull'entrata in guerra dell'Italia


Art. 11 della Costituzione

L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 25 aprile 2011

Il Pacifista, il Guerriero, il Saltatore

IL PACIFISTA
La Libia è una nostra ex colonia, c'è un legame tra il Paese nordafricano e l'Italia, e dunque gli aerei italiani non possono partecipare attivamente ai bombardamenti. Con queste argomentazioni il premier Silvio Berlusconi avrebbe sostenuto la linea del ministro della Difesa Ignazio La Russa, restio a implementare l'apporto italiano alla missione internazionale.

IL GUERRIERO
Berlusconi: «Sì a bombardamenti mirati sulla Libia». «Non saranno bombardamenti indiscriminati, ma missioni con missili di precisione su obiettivi specifici», precisa il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, sottolineando che l'obiettivo è quello di «evitare ogni rischio di colpire la popolazione civile».

IL SALTATORE
Di Berlusconi non ci si può proprio fidare. Salta di palo in frasca, salta la cavallina, salta come una punta rotta sul disco, salta dalla padella alla brace, salta come un grillo parlante, salta dalla pace alla guerra in un papocchio di idee che sembrano uscite da un bunga bunga di arrapati impotenti.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 24 aprile 2011

Visto che il regime è fascista...


... e il 25 Aprile una data da cancellare definitivamente dalla memoria collettiva, che ne direste di andare affanculo tutti quanti.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Neanche un rappresentante istituzionale ad aspettarlo...

... e a rendergli onore o ringraziarlo. Meglio così. D'altronde a che sarebbe servita la loro presenza? Probabilmente a disumanizzare l'evento in sé.
Perché Vittorio Arrigoni non è mai esistito per i cialtroni che ci governano e per i loro manutengoli.
Per restare umano fino all'estremo sacrificio, a Vittorio è stato necessario soccombere per una causa non italiana! Evidentemente questo esempio vivente di grande umanitarismo non fa proseliti. È logico quindi che nessun politicante abbia osato affacciarsi al cospetto di Vittorio e della sua morte. Nemmeno di questa sua morte le istituzioni sono degne. Restino dunque nel loro piccolo mondo fatto di ipocrisie e viltà. Nessuno qui dimentica niente.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 23 aprile 2011

Giovanardi non ama i gay, perché?

"MI SPIACE, RAGAZZE, A QUEST'ORA
I GAY NON SONO PIÙ AMMESSI!"

La Costituzione italiana, non è il cibo di cui si nutre solo Berlusconi, ma anche Giovanardi ne assume ogni tanto una dose eccessiva. Poi, a causa di ciò, sballa e se la prende con i diversi da lui. Perché? Cosa mai gli avranno fatto? Giovanardi... Giovanardi... ma chi è? Non è quello che si era dimesso e poi non si dimise più perché non c'era niente da cui dimettersi?

Ps.: Giovanardi, siamo a Pasqua, e fai uno sforzo, dài, che ti costa un po' d'amore?


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Se proprio non riesci a immaginare un'Italia senza Berlusconi...

... prova a vedere la cosa dal suo punto di vista. Ti divertirai parecchio...


A DESTRA E A SINISTRA TUTTO OK,
AL CENTRO COL BUNGA BUNGA
MI RILASSO UN PO'.
TUTTO È SOTTO CONTROLLO!
COL CRIBBIO CHE VI LASCIO TUTTO QUESTO!


Ps.: chissà che questa volta non t'incazzi sul serio!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 22 aprile 2011

Ma il De Mattei non ci avrebbe una spiegazione anche per quel castigo di Dio di Berlusconi?

"Tutto ciò che accade ha un significato, e tutto è divina provvidenza".

Il terremoto che nel 1908 distrusse Messina e Reggio è stato un segno di una punizione divina, nei confronti di una città profana e atea.

La distruzione di Varsavia, durante la seconda Guerra Mondiale, è da attribuirsi, invece, agli aborti che "si commettevano" nella capitale polacca.

Il terremoto tutto sommato è andato benino per i Giapponesi e, pur se contaminati dalla radioattività, Dio è stato ancora molto misericordioso con loro. Meno male, che se fosse stato un po' più incazzato, chissà gli sfracelli che avrebbe combinato.

Sui gay che hanno causato la caduta dell'impero romano, De Mattei è stato categorico: non ci si accoppia tra uomini sapendo che i barbari ci stanno già dietro eccitati!

Il dottor De Mattei non ci ha ancora dato una spiegazione della punizione divina che noi italiani stiamo subendo con la presenza di Berlusconi. Quali peccati abbiamo commesso per meritarci questa condanna? Per favore, ce lo spieghi, ci dia un chiarimento divino! [O di acqua, in alternativa].


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Bersani ridotto al silenzio a causa di Scilipoti?

La Repubblica è fondata su Scilipoti

Vita da Scilipoti: insulti per strada.
50 minuti dal premier e no alla poltrona.
«Io sottosegretario? L'offerta l'ho rifiutata. Alla prossima legislatura vedremo. Temo aggressioni fisiche».

«Bersani ha scatenato un clima di odio nei miei confronti», dice il deputato Scilipoti. Le parole di Bersani possono istigare violenza? «Certo, comincio ad avere paura di aggressioni fisiche. Ma Bersani non è il solo. Mi ha attaccato Veltroni, Fini per primo parlò di un governo Berlusconi-Scilipoti e poi la Bindi, vicepresidente della Camera, non mi difese mentre in aula mi gridavano munnizza».

Bersani non farebbe del male manco a una mosca, [con le sue metafore ha già fatto tanta strage di berlusconisti], figuriamoci a uno Scilipoti qualsiasi. Intanto il buon Bersani si è ritrovato dall'oggi al domani con la bocca incernierata. Chi può essere stato l'autore della censura contro il leader dell'opposizione democratica? Prendersela con Scilipoti è semplicistico: non è che adesso è diventato il cuscino di tutti?


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 21 aprile 2011

Per fare decantare Berlusconi, come si deve procedere, senza farlo raffreddare?

I bene informati, intimissimi di lui, dicono che è tempo perso.
Perfino le opposizioni hanno cercato di sondare il campo per verificarne la realizzazione.
Niente da fare. Top secret!
E allora?
Chi ha in mano la chiave per la purificazione di tutti i peccati del premier se la tiene ben celata.
Ma voci di doppiogiochisti che giocano nell'ombra hanno intravisto nei Responsabili la voglia politica di arraffare tutto prima che sia troppo tardi.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Silviolo, il factotum della città, sfiduciato ma costruttivamente

Il capogruppo di 'Iniziativa Responsabile' Luciano Sardelli ha presentato alla Camera una proposta di legge costituzionale per inserire nella Carta la "sfiducia costruttiva".

Nel testo, di un solo articolo che modifica l'articolo 94 della Costituzione,
Il Governo deve avere la fiducia delle due Camere.

Ciascuna Camera accorda o revoca la fiducia mediante mozione motivata e votata per appello nominale.

Entro dieci giorni dalla sua formazione il Governo si presenta alle Camere per ottenerne la fiducia.

Il voto contrario di una o d'entrambe le Camere su una proposta del Governo non importa obbligo di dimissioni.

La mozione di sfiducia deve essere firmata da almeno un decimo dei componenti della Camera e non può essere messa in discussione prima di tre giorni dalla sua presentazione.
si prevede che il presidente del Consiglio possa cessare dalla carica se il Parlamento in seduta comune approva "una mozione di sfiducia motivata, contenente l'indicazione del successore, con votazione per appello nominale a maggioranza dei suoi componenti". Furbi!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 20 aprile 2011

Perché ci facciamo governare da uno così?

"HOMO SINE PECUNIA, IMAGO MORTIS"

L'uomo senza soldi è l'immagine della morte. Femmina con denari, [avuti dall'homo cum pecunia] è l'immagine della vita. E campano felici. A modo loro. Lui distribuisce agi e denari ai fedeli tangheri di corte che lo rafforzano. E governano impuniti, a modo loro.

In ultima analisi, il nostro homo cum pecunia è costretto a governarci a causa della nostra immagine miseranda. E ci facciamo governare, a modo suo, col bunga bunga, che ci attraversa e penetra la nostra esistenza e la nostra intelligenza. Conviene tenerlo d'occhio! Ma di più, conviene svegliarci definitivamente dal sonno che il berlusconismo ci ha introiettato.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

L'articolo 1 della Costituzione è fondato su Berlusconi ma lui non ne sapeva niente

"SE MI FATE ARRABBIARE GIURO CHE MI DIMETTO!"

Berlusconi, all'insaputa di sé stesso, muove ancora all'attacco della Costituzione, sotto forma di Remigio Ceroni, berlusconiano, che mentre passa il cerone al suo capo ripensa a come riscrivere l'articolo 1.
Il nuovo articolo si leggerebbe così: "L'Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro e sulla centralità del Parlamento quale titolare della rappresentanza politica della volontà popolare".


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 19 aprile 2011

Con che cosa è stata Misurata la tragedia umanitaria a Gaza?

"A Misurata ci sono migliaia di bambini, in una città teatro di combattimenti molto intensi - ha sottolineato Elder, portavoce dell'Unicef. Vengono uccisi, colpiti dalle pallottole vaganti, feriti da ogni tipo di arma. Quando arrivano le navi qui a Bengasi ci sono piccoli di 9 anni o meno sfigurati o dilaniati dalle bombe. Sono cose che loro, e i loro genitori, non avrebbero mai dovuto vivere".
Di fronte ai morti il massimo rispetto.

A Gaza, al contrario, la misura non è ancora colma e ci vorranno anni prima che si decidano a darle lo status di "Città martire" e anche il no fly zone.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Il Governo ha messo in sonno il programma nucleare: che furbacchioni!

Il Governo ha messo in sonno il programma nucleare. Perché?
Perché ci brucia 'u puddizzùni, diremmo noi in siciliano, che in altre parole significa... ma sì che lo avete capito. Abrogate le norme, verso lo stop al referendum: "Trucco anti quorum su giustizia e acqua".

Il Governo ha deciso di soprassedere al programma nucleare e ha inserito nella moratoria già prevista nel decreto legge omnibus, all'esame dell'aula del Senato, l'abrogazione di tutte le norme previste per la realizzazione di impianti nucleari nel Paese. Il Governo vuole fare un "colpo di mano" per "truffare gli italiani", lo ha detto il leader di Idv Antonio Di Pietro durante una conferenza stampa alla Camera.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

La barzelletta del giorno di Berlusconi, con molta nostalgia per i tempi lontani

Ormai non si ride più: si canta!
La sapete "Nustalgia de Milan"?
La cantiamo?
Sì, cantiamola.

O mama mia,
mi sun luntan, [era ora]
ma g'hoo la nostalgia
del mè Milan.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 18 aprile 2011

Ultimissime dichiarazioni del premier



Cribbio!
Non avremo demolito tutto se non demoliamo anche le rovine!
E, dopo di questo, saremo pronti a equilibrarle in modo molto ordinato.
Eh eh eh...


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 17 aprile 2011

Cos'ha in testa il premier? E l'opposizione?

"LO TENGO SEMPRE A PORTATA DI... TESTA"
Soddisfatto per l'approvazione del suo processo breve Berlusconi, lancia in resta e condom in testa, s'è rilanciato in modo straordinariamente aggressivo all'attacco contro la magistratura [comunista]. Parla dall'alto del potere che gli viene dai suoi soldi ma non riesce a esibirsi in pubblico senza il suo adorato copricapo in lattice, che lo garantisce dalle zanne dei suoi avversari. Come Linus con la sua copertina, anche Berlusconi ha le sue patologie.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 16 aprile 2011

Cribbio, non resisto più, bello sei bello, gli grida la Brambilla

SI SONO BELLA, CRIBBIO!

Il premier risponde con una «battuta» ad un militante presente alla convention: «In tutti noi c'è il 25% di omosessualità, ce l'ho anche io, solo che dopo un attento esame ho scoperto che la mia è lesbica». E dalla platea il ministro Brambilla gli grida «bello sei bello». Chissà in che consiste il 25% della Brambilla?


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Dopo Vittorio ancora il cavaliere che io non sopporto più!

La batosta è stata forte. Deve esserci un motivo e una ragione per tutto, mi dico. Ieri non ho pensato niente. Tranne che a quella vita infranta a Gaza. Con tutto il suo corollario di interrogativi e speranze. La mia casa ha ospitato il dolore. Anche oggi siamo messi male ma dobbiamo andare avanti. Dicono che sia stata una "scheggia impazzita" a fermare la vita di Vittorio. Impazzita da che, da chi, perché, per come? Non credo a questo genere di risposte semplicistiche e riduttive. Dicono di avere arrestato i presunti assassini. Dovrei essere contento? Ma solo in parte. I mandanti. Chi sono? Dove si celano? Ecco cosa bisogna pubblicamente cercare. Magari verso chi in questo momento circonda Gaza e smascherare le "loro immonde ragioni" se di ragioni si tratta. Inchiodarli alle loro coscienze e sputtanarli senza pietà. Ma non succederà nulla di ciò.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 15 aprile 2011

CIAO, VITTORIO


Dovevi essere da noi a Palermo per i primi di maggio. Così non è stato.

Piangere di dolore, piangere di rabbia. E ancora piangerlo come un figlio carissimo.
Lo avevano già condannato a morte. Salafiti e israeliani e tutti i loro collaterali. Mostri senza umanità!
Non un addio, carissimo Vittorio, ma ciao per sempre a te grande uomo, uomo buono, che hai rappresentato la parte migliore di questo nostro Paese.

Questo è il suo blog, fonte inesauribile di informazioni, passione, lotta e amore per gli oppressi.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 14 aprile 2011

Signor Frattini e signor Berlusconi, ora c'è da salvare Vittorio Arrigoni

Il volontario italiano, Vittorio Arrigoni, è stato rapito a Gaza da un gruppo islamico salafita che, in un filmato su You Tube, minaccia di ucciderlo se entro 30 ore, a partire dalle ore 11 locali di stamane (le 10 in Italia), il governo di Hamas non libererà alcuni detenuti salafiti. Arrigoni è stato sequestrato da tre miliziani armati a Gaza City. Lo riferiscono fonti di stampa a Gaza.

Signor Frattini e signor Berlusconi, ora si tratta di salvare un grande uomo, un uomo buono! Si chiama Vittorio Arrigoni. Lui fa il volontario in Gaza City in supporto umanitario del popolo palestinese, un popolo oppresso da Israele, come voi ben sapete.

Datevi da fare!




Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Se Asor è il contrario di Rosa, qual è il contrario di Ferrara?

Asor Rosa, in virtù di una fede incrollabile nella Natura Umana, invoca un deus ex machina, sotto forma di Carabinieri e di Polizia, che metta i ferri ai polsi alla banda della maggioranza. Per la par condicio li metterebbe anche a quelli della minoranza, visto che non hanno saputo fare un cazzo in tutti questi anni contro il berlusconismo. Asor Rosa è il contrario di sé stesso. Direi che lo ha stimolato una grande disperazione. Anch'io sono disperato per come si sono messe le cose. Rosa Asor invoca la salvezza della democrazia sciogliendo nell'acido quella stessa democrazia a sua volta frantumata dai governanti che gli italiani si sono scelti. Non mi scandalizza il suo ragionamento, ma nemmeno mi seduce. Per estirpare il berlusconismo occorre ben altro dai Carabinieri e dalla Polizia. Lui ha provocato il ragionamento a fin di bene, ma ha finito per provocare una rivoluzione dell'asse portante del grasso interiore di Ferrara, il quale, eccitato come mai in precedenza, non risponde più all'attrazione magnetica del polo Nord ma s'è girato su sé stesso, e adesso parla al contrario, dal basso verso l'alto.

Ecco il contrario di Ferrara.

"NON CAPISCO PERCHÉ NESSUNO MI CAPISCE"

Si spiega così anche il basso indice di ascolto londinese!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 13 aprile 2011

Il toro ha due palle come le tue, Silvio!

HA LE PALLE INCORPORATE

Sorpresa di Pasqua per Silvio: nell'uovo c'è la sexy-violinista.


Regalo dal Pdl lombardo, Formigoni si diverte.
Il Cavaliere: apprezzo moltissimo.
In omaggio anche un toro di cristallo Swarovsky: "Ha due palle come le tue".


Chi dire ancora? Che il mondo va avanti lo stesso, palle o non palle. E stasera, brinderanno alla prescrizione breve. Banda di farabutti e impuniti.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Speroni, speroni, speroniamo o spariamo?

Speroni: "Molto spesso quando i nostri pescherecci, disarmati, si avvicinano alle coste della Tunisia vengono mitragliati. Usiamo lo stesso metodo".
L'eurodeputato della Lega nord, Francesco Speroni, intervenuto a "24 mattino" su Radio 24, rincara la dose sulla frase del viceministro Castelli che ieri aveva detto "Con gli immigrati non possiamo usare le armi, per ora".


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 12 aprile 2011

Testi scolastici comunisti, gettano fango su Berlusconi: ultima trovata cultural-reazionaria della destra

Testi scolastici comunisti, gettano fango su Berlusconi.
Il Pdl critica i testi scolastici, specie quelli di storia, colpevoli di "gettare fango su Berlusconi" e chiede quindi una commissione d'inchiesta. Sono 19 i deputati del Pdl, guidati da Gabriella Carlucci, secondo cui nei libri vi sarebbero frasi da vero e proprio "indottrinamento" per "plagiare" le giovani generazioni a fini elettorali". A loro giudizio i testi danno una visione della storia, specie quella attuale, asservita al centrosinistra.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Il nostro futuro in mano a Scilipoti il Breve

Il futuro del governo in mano a Scilipoti il Breve e ai suoi responsabili.
Incredibile, ma vero!
Se gli riesce di salvarlo, Berlusconi gli innalzerà il monumento ancora in vita.

Ma lui è più modesto. Gli piacerebbe avere solo un posto di sottosegretario alla presidenza. Che è già poco come premio rispetto alla mole di lavoro che si dovrà sobbarcare lui e tutti i suoi, responsabilmente parlando, per tirarlo fuori dalla merda.

Processo breve, via alla battaglia. Letta: "Settimana incandescente".

E, sempre responsabilmente parlando, ecco cosa potrà succedere, grazie a Scilipoti il Breve e al suo sabba.
La prescrizione breve si applicherà a tutti gli incensurati anche se sono stupratori, rapinatori, bancarottieri. Molte le cause che potranno beneficiarne: il disastro ferroviario di Viareggio in cui morirono 32 persone, lo scandalo di Calciopoli, i processi dell'emergenza rifiuti, le truffe dei falsi invalidi, i reati di riciclaggio della camorra, i processi al ministro Raffaele Fitto, lo scandalo della sanità dell'imprenditore Tarantini (l'uomo che avrebbe portato le ragazze a casa di Berlusconi), il processo del crack Cirio, il processo della scalata Bnl, rischia di sparire l'inchiesta sulla truffa da 170 mln di € dei Parioli, i processi Antonveneta, Parmalat, Enipower, lo scandalo doping durante le olimpiadi del 2006, il processo per il crollo della Casa dello studente all'Aquila in cui morirono 8 ragazzi, il processo sull'Amianto di Fincantieri a Palermo dove morirono 40 operai, eccetera eccetera eccetera.

Dopo di ciò andremo a fare gli eremiti, perdinci e perbacco.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

4 SI per dire NO il 12 e il 13 Giugno

Il blog di Ideateatro sostiene i 4 SI del Referendum del 12 e 13 Giugno.

350 milioni di buone ragioni per andare a votare

4 SI per la democrazia e per la vita

350 milioni di euro. A tanto ammonta il costo dei referendum indetti per il 12 e 13 giugno. Un costo che, nonostante il peso soffocante della crisi, graverà – tanto per cambiare – sulla spesa degli italiani.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 11 aprile 2011

Per contenere il pm cattivo Berlusconi vuole comprare un container

In tribunale, dopo essere andato a salutare i giudici, Berlusconi si reca verso i due pm, Fabio De Pasquale e Sergio Spadaro, stringe la mano a entrambi e poi, rivolto a De Pasquale, attacca: «Lei è il cattivo».
Secca la replica del pm: «Si contenga».
Controreplica del premier: «Lei si contenga con le accuse».
L'ultima parola al pm De Pasquale: «Le accuse sono il mio lavoro, le battute no».
A quel punto Berlusconi si rivolge a uno del suo seguito: «Senti, compra a nome mio un container per De Pasquale e lo fai arrivare direttamente qui così che si possa contenerlo meglio».

Berlusconi è il padrone di tutto. Lui si crede tale. Per questo ovunque va si comporta da padrone arrogante, mentre si autodipinge un bel sorriso da stoccafisso innocente. Peccato, però: quand'era bambino non doveva essere esattamente così. Sono state le cattive compagnie a traviarlo. E adesso sta traviando l'idea di Giustizia davanti ai Tribunali.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 10 aprile 2011

Molla chi boia! O boia chi molla. È solo un sogno di Ferrara!

È giunto il momento di parlarne in modo serio!
Ferrara dice che Berlusconi gli è apparso in sogno e che, attraverso lui, "ha minacciato" di mollare tutto e tutti e di ritirarsi a vaffambunga altrove.
Se il sogno di Ferrara si dovesse avverare, Berlusconi potrebbe passare alla storia come il primo ministro che ha mollato l'osso per una boiata pazzesca. E che sarebbe 'sta boiata pazzesca?
Ma il sogno di Ferrara, perdinci e perbacco!



Ecco, sono stato serio finalmente. Speriamo che non se ne accorga nessuno!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

A Giuliano la Prostata da Ferrara gli è apparso in sogno Berlusconi

SILVIO GLI È APPARSO IN SOGNO...

... e gli ha detto: "Giuliano, io mollo".
E Giuliano gli ha risposto: "No, Silvio, chi molla è boia!".

LA VISIONE DI GIULIANO
E Silvio: "Cari amici, se continua così con la stessa rapidità con cui sono sceso in campo me ne ritorno in tribuna a godermi lo spettacolo".
"Ho buoni avvocati - gli rivela il premier nel sogno di Ferrara - e fuori dalla politica diventerei una preda meno ambita dei rapaci delle procure combattenti e delle opposizioni al loro laccio. Me la cavo, state certi. E se proprio fosse necessario, un patteggiamento per levarsi di torno la malagiustizia alla fine non si nega a nessuno".


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 9 aprile 2011

In questo mondo abbiamo solo lui: circondiamolo con calore


Berlusconi: "Qualche volta si ha bisogno di sentirsi circondati di calore".


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Cane lupo comunista insegue e morde il Premier

"CRIBBIO, TOGLIETEMELO DAL CULO!"

Berlusconi: «Mi azzannano da tutte le parti... ma vinceremo e riorganizzeremo il Pdl».
Il presidente del Consiglio prevede il successo nelle Amministrative.

Il cane di un comunista che si trovava là [per caso] dopo averlo sentito, lo ha rincorso, gli ha abbaiato e dopo averlo acchiappato dal didietro costringe il premier ad arrampicarsi sull'albero. Da qui il nostro cavaliere ha cominciato a cribbiare come un matto contro tutti i cani che a suo dire sono stati addestrati ad azzannarlo!

Ps.: sì, sono di parte e sono dalla parte del cane: quanto mi è simpatico, cribbio!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 8 aprile 2011

La notte porta consiglio a Berlusconi?

Solo se si riesce
a tenerlo fermo!




Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Un aiuto a Lucia

Ho bisogno del VOSTRO AIUTO!
Ecco la mia montagna da scalare.
Al Ministro per la Funzione Pubblica

e l'innovazione nella Pubblica Amministrazione

Prof. Renato Brunetta

Corso Vittorio Emanuele II,116 00186-Roma



Cervignano D'Adda,(Lo),06/04/2011

Oggetto:Art 73 del D.L. 112 del 2008

Egregio Signor Ministro, sono un'Infermiera professionale di 41 anni, lavoro per l'Azienda Ospedaliera di Melegnano, Milano.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Fraticel Frattini e i bombardamenti in Libia


Vittime civili in Libia, la Nato non si scusa.
Pressing sull'Italia: «Bombardi anche lei».
L'ammiraglio Harding: «Non voglio chiedere scusa per le morti di civili per due motivi: primo perché vedendoli dall'alto non possiamo identificare di che natura siano i mezzi e secondo perché vedendo quei veicoli che si spostavano avanti e indietro potevamo presupporre che fossero di forze leali al colonnello Gheddafi». Ehi, se non ci vedi, cambia mestiere: puoi fare il frate. E poi chiedi perdono!

Interpellato sulla questione fraticel Frattini, in arte ministro degli Esteri, ha fatto spallucce e si è ritirato nel suo eremo privato a pregare e a cercare conforto in una qualche visione che lo allontani dallo spettro dei bombardamenti che, per par condicio, toccherebbero anche all'Italia.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 7 aprile 2011

Assassins

Pierfelice Zazzera ha assassinato in parlamento il ministro Smaroni e poi gli ha chiesto scusa.
E chi aveva assassinato, a sua volta, Smaroni?
Watson, dimmi la tua opinione!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Tutti i punti G del premier

TUTTI I PUNTI G DEL PREMIER

Finalmente un Berlusconi come non ve lo siete mai immaginato. Nudo [ma con mutande] e netto, con tutta la numerazione dei suoi Punti G in bella mostra.
Solo davanti ne possiede 13. Lui è il Premier. Solo a Lui è concesso averne 13.
Quanti pensate ne abbia Fini? O Bersani. E Casini? Di Pietro? Tutti insieme non arrivano nemmeno a mezzo punto. Invece pare che per i Responsabili Berlusconi stia tentando di dotarli di alcuni Punti G meccanici, come premio per la loro manifesta voglia di godere... delle attenzioni del premier.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 6 aprile 2011

Non siamo soli in questo mondo, per merito suo: tutti ci inquadrano!

DOPO CHE MI SARÒ LIBERATO
DALLE PASTOIE DEI GIUDICI COMUNISTI...

... ASSURGERÒ AL REGNO DEI CIELI COL NOME
DI PADRE LIBERATORE DELLA GNOCCA PER TUTTI


E NON VI FARÒ PIÙ LE CORNA,
PAROLA DI CAVALIERE!






Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Il processo del secolo comincia con una sveltina e finisce con una eiaculazione precoce


Berlusconi contumace, udienza lampo.
Lui non si è presentato, ma ha mandato una lettera.
Lei non ritiene di essere stata danneggiata dal premier e non si costituirà parte civile, perché se lo facesse ammetterebbe di essersi prostituita.
Nessuno si costituisce... parte civile.
Nessuno ha coitato!
Se si fermasse a oggi il tempo, Berlusconi non so se ne uscirebbe soddisfatto da questo bunga bunga mediatico?
Il suo processo del secolo gli comincia con una sveltina e gli finisce con una eiaculazione precoce.
Tutto il contrario di quanto si andava raccontando nottetempo nelle erotiche stanze del cavaliere, che mentre cavalcava l'una con l'altra montava.
L'udienza di oggi dimostra che i suoi insegnamenti erotici non hanno attecchito.
Come direbbe lui, in questi casi: "Cribbio, siamo stati defraudati di un orgasmo. I soliti comunisti!".
Mah?




Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 5 aprile 2011

L'eia eia alalà non va abolito, cribbio!

Altro che Marte, qui finisce male!

Perché abolire l'apologia di fascismo, dal momento che di fascisti in Italia non ce n'è nemmeno l'ombra? A parte La Russa. E tutti gli altri che stanno venendo fuori alla chetichella e senza imbarazzo. Meno male che Schifani si è esterrefatto da sé. La proposta di abolire l'apologia di fascismo è l'ultimo pezzo di carta igienica che i tanti fascisti della maggioranza vogliono utilizzare per pulire il culo dell'Italia dalle ultime puzzette democratiche. Per fare ciò questa maggioranza è convinta di avere i numeri e le carte in regola per dimostrare che il reato di apologia di fascismo non sussiste. Magari ci credono!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Culisse e la strage dei Porci

LA VENDETTA DI CULISSE

Questo è l’unico romanzo d’avventure inedito, scritto da Silvio Berlusconi, nella pause tra un bunga bunga e un cucù.

Riassumiamo qui alcune fasi centrali dell’opera dal titolo: "Culisse e la strage dei Porci".

Quei Porci, in numero di quaranta, avevano occupato la dimora di Culisse, visto che costui non si decideva a tornare dalla guerra di Troia. I Porci anelavano alla mano di Cazzelope, [vezzeggiativo di Penelope], ormai definita una vedova bianca [pentita]. Ma Cazzelope, che aveva un figlio un po’ citrullo di nome Telecomic, un vero bamboccione disoccupato e lamentoso, non voleva saperne di concedersi ai Porci e aveva realizzato l’inganno della tela, di cui tutti conoscete la solfa, per tenerli lontano da sé.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 4 aprile 2011

Le truppe del generale Bossi

IL GENERALE BOSSI: "QUANDO VEDO
IL TRICOLORE M'INCAZZO COME UN LEGHISTA"

La prima persona che dice che sono violento la prendo a calci nel culo.
Ci fanno la guerra in tutti i modi ma alla fine pagheranno perché i popoli vincono.
Saremo liberi con le buone o con le meno buone. È un diritto dei popoli essere liberi.
Faremo il nostro esercito e lo metteremo a difesa della nostra patria padana.
I nostri ciufili saranno sempre carichi e pronti a sparare.
I nostri soldati saranno dotati di armi e potranno usarle.
Cosa ne pensa La Russa?
Machissenefrega!
Prima di tutto dobbiamo pensare a noi e alla nostra libertà.
E se La Russa non è d'accordo, che venga a dircelo di persona.
Lo respingeremo fuori dai nostri confini come quel terrone che è!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Se c'è la pace sono pacifista, se c'è la guerra ci vado...

Era d'accordo in ogni periodo dell'anno con le opinioni più convenienti...
Quando regnava la pace era pacifista...
Quando c'era stata la guerra, c'era andato!
Che strano [o normale?] cittadino questo che obbedisce a ogni autorità, per quanto meschina sia o mistificatrice.




Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 3 aprile 2011

Ecco come vive il papa... meglio dei migranti, senza dubbio!

MIGRANTI IN ATTESA DI MANGIARE QUALCOSA DI FRUGALE, MA BUONO

Come vive il papa in tempi di grande disumanità?

Sua Beatitudine vive come un semplice papa. Fa la messa ogni mattino, suona il piano al pomeriggio, non beve vino a tavola [e non dice parolacce].
Stare con il Papa è davvero rilassante. Naturalmente quando ceni assieme a lui, indossi la tonaca [e che altro, altrimenti?] e di solito, appena arrivi al cospetto di Sua Santità, baci il suo anello [ma non come Berlusconi con Gheddafi]. Poi egli invita tutti a fare una pausa e a pregare [per... i migranti]... Più tardi ci sediamo e mangiamo. Di solito la cena è frugale, ma è sempre buona. Un pensiero [ai migranti accolti cristianamente in Italia], durante il caffè e l'amaro, non lo neghiamo mai. Questa è la semplice vita quotidiana di Sua Beata Santitudine.



Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Mela umana ridens


Dopo il cetriolo umano portatile ecco la mela umana ridens.

E lasciatemi ridere amaramente con «La mela che sa di fica», raccontata dal fine dicitore Berlusconi Silvio, in arte Premier, davanti a un pubblico di utili utilizzatori finali... [ridens].


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 2 aprile 2011

Cetriolo umano portatile


Ancora rincoglioniti e plagiati dal grande show umanitario lampedusano del soggetto suddetto, stiamo attendendo con ansia che passi il mare grosso e arrivi la bonaccia per estirpare i clandestini, così li ha sempre chiamati il soggetto suddetto, dalla terra di Lampedusa e installarli altrove. Quando tutti i clandestini saranno trasferiti in terre ancora incognite, potremo dire che il soggetto suddetto avrà tenuto fede alle promesse fatte. Anche se il tempo per risolvere questo problema è già scaduto. Almeno, pare, per colpa del mare e del vento.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Le minacce di Montebambolo puntano diritte al nostro didietro

"SCUSATE, MI COMMUOVO AL SOLO PENSIERO DI ENTRARE IN POLITICA"

Montezemolo: «Cresce la tentazione di entrare in politica».
Il presidente di Italia Futura: «Berlusconi neostatalista, il Pd dilaniato da conflitti e senza linea».


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 1 aprile 2011

È meglio una invasione di ippopotami berlusconiani o uno tsunami di tunisini?

Se tra gli ippocastani di Berlusconi tu incontrassi due ippocratici addetti alla salute del cavaliere che discutono animatamente di ippomanzia, l’arte che trae predizioni e oracoli dall’osservazione degli ippocampi di Berlusconi e dall’ascolto dei loro nitriti, cosa diresti loro? Che hanno ragione nel disarcionarlo?

E se, mentre stai per farti dare uno strappo verso la nuova casa di Berlusconi a Lampedusa, sbucasse a gran velocità un ippopotamo imperiale ippotrainato di proprietà di Berlusconi che sta ritornando dall’ippodromo privato del nababbo, dopo aver perso una gara con l’ippogrìfo di Fini, ti scanseresti?


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Di chi cucù ferisce di cucù perisce!


Spuntano fuori altre ragazze e gli fanno: Cucù!

Ruby, spuntano fuori altre ragazze.
Una decina di nuovi nomi per le feste di Arcore. Sono emersi dagli atti depositati dai pm milanesi


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Heracleum