venerdì 30 settembre 2011

La Padania non esiste. Ma Bossi alza il suo dito contro Napolitano

Bossi: "Marceremo su Roma coi nostri ciufili, e ve lo faremo verde"!

Secessione, Napolitano durissimo con la Lega.
"Gridano sui prati, popolo padano non esiste".
Il presidente della Repubblica a Napoli per le celebrazioni dei 150 anni. "In passato, il separatista Finocchiaro Aprile fu arrestato, lo Stato non esitò ad intervenire". E sul 'porcellum' e il successo del referendum: "Serve nuova legge elettorale".

Bossi preoccupato per la sorte che toccò a Finocchiaro Aprile.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Secondo la Sarandon Berlusconi finirà come Thelma & Louise

La Sarandon a Roma: per gli Usa è la fine dell'impero.
"Vorrei vivere in Italia e vedere che fine fa Berlusconi".

Con una manovra illegale delle sue, Silvio tenta una inversione violenta, ma...

... la macchina precipita nella merda italiana!

E così, pur di non finire in galera (se non addirittura ritornare alla loro vita di prima), finiscono nel vuoto: con il sorriso sulle labbra, tenendosi per mano, senza scordarsi di dirsi: "Ti amo", "Io di più".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 29 settembre 2011

Abbiamo perso un portavoce, ma abbiamo trovato un ventriloquo

D'accordo, ma chi ci garantisce il vero Verbo fra questi tre?

Gaffe sul tunnel Gelmini: si dimette portavoce ministro.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Ditelo al mondo intero: "Io sono un fuoriclasse"

Strizzatura di palle, con rara classe, di un fuoriclasse

Berlusconi: "Pensate se a guidare l'Italia ci fossero Bersani, Di Pietro e Vendola. Una squadra che non ha un fuoriclasse. Vedete invece il Milan che con Ibrahimovic vince la partita. Io sono un fuoriclasse che ha salvato l'Italia dal default preparato da Romano Prodi quando ha permesso il cambio lira-euro".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 28 settembre 2011

Ha detto che esploderà in televisione


«Ma io a casa mia non ho mai fatto nulla che non fossero festini per mangiare e bere, niente di cui vergognarmi», ha ribadito Berlusconi che, secondo alcune fonti della maggioranza, potrebbe scegliere il bianco salotto di «Porta a Porta» e fare la sua denuncia pubblica dalla trasmissione di Bruno Vespa.

Ai suoi: c'è una gara delle procure contro di me, prima mi vogliono come testimone ora come indagato.
L'ira di Berlusconi contro i magistrati: «Un giorno vado in tv e esplodo».

Bruno Vespa è già pronto a raccoglierne i cocci. Ferrara è disponibile a mostrare le mutande sue (appena smesse) e quelle del capo (appena sbrindellate dal botto). Fede è già pronto a fare uno speciale dal titolo: "Esplosione a Porta a Porta: Vespa ferito superficialmente; il cavaliere illeso. Tutti i magistrati comunisti morti". E Minzolini farà un editoriale dal titolo: "Malgrado il botto, Berlusconi non deve cadere".

In pratica, con l'esplosione in diretta, il suo indice di gradimento farà un balzo in avanti mostruoso. MOSTRUOSISSIMO.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Ecco qui il sensazionale istante in cui Berlusconi ipnotizzava la Began

"A me gli occhi, Began, inginocchiati, cribbio!"

Began e la prima notte con il premier.
«Era come se mi ipnotizzasse».
Il racconto dell'«Ape regina»: «Lui era romantico, fu meraviglioso».
«Mi sussurrava all'orecchio, era come se mi ipnotizzasse. Dopo un paio d'ore ero cotta».

L'Ape regina, ormai trasformata in donna, dopo
la cottura a cui l'aveva sottoposta il cavaliere.

Ps.: È l'unico uomo che fa sentire alle api la sensazione di essere donna.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 27 settembre 2011

Silvio l'ha fatta sentire donna

L'Ape Regina scopre gli altarini al satiro nazionale

La prima notte con Silvio è stata meravigliosa, confessa Sabina Began a Vanity Fair: il Silvio nazionale l'ha fatta sentire donna, ma lei era gelosa delle altre, perché voleva essere l'unica.

Così facendo il cavaliere ha tradito il contratto che aveva stipulato con gli italiani, visto che ha trascorso la prima notte con l'Ape regina invece che con i suoi elettori. Da quel momento le corna che egli ha fatto al popolo italiano non si contano più. Tant'è che perfino l'eminenza Bagnasco sentendo puzza di fica in eccesso ha deciso di mollarlo. Il cavaliere faceva uso sacrilego della croce nelle notti di bunga bunga sul corpo della Minetti vestita da suora, secondo quanto raccontato da una testimone del processo Ruby.

Il segreto di Berlusconi? Non sta solo nei soldi che ha, ma nello sguardo da fuco romantico. E per una donna, sentirsi donna con un fuco romantico, è tutto!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Alemanno, ultimo baluardo fascista, contro gli operai di Termini Imerese

Alemanno, ultimo baluardo fascista,
blocca le orde proletarie di Termini Imerese

Alemanno: Disagi alla circolazione a Roma a causa della protesta degli operai Fiat di Termini Imerese. "Ho telefonato a questore e prefetto chiedendo una reazione immediata per bloccare la manifestazione che ha già mandato in tilt il traffico nel centro di Roma", dice il sindaco di Roma.

DAI, ALEMANNO, FACCI VEDERE COME HAI INTENZIONE DI RISOLVERE IL PROBLEMA DEL TRAFFICO DEL CENTRO DI ROMA.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Giaculatorie di fraticel Frattini e dell'abate Letta in favore di Berlusconi

Giaculatorie di Frattini e Letta all'Angelo della Chiesa, per estorcergli il perdono

Silvio chiede a Letta di mediare.
"Bagnasco non è tutta la Chiesa". Ma Bagnasco questa battuta se l'è legata al dito.
Il premier è stato colto di sorpresa dalla prolusione del cardinale: "Così si spaventano i nostri elettori cattolici". Il sottosegretario incontra il presidente della Conferenza episcopale italiana.

Ad ogni modo la frattura con il governo in carica è ormai aperta. Già questa sera il ministro degli Esteri Franco Frattini e il sottosegretario Gianni Letta proveranno a ricomporla, a correre ai ripari, in occasione della cerimonia di celebrazione del 150° dell'Unità in programma nella sede dell'ambasciata italiana presso la Santa Sede.

Fraticel Frattini: "Angelo di Dio, riversa su Silvio Berlusconi il perdono della Tua infinita Generosità". (Da ripetere per 33 volte, per 33 giorni ininterrottamente).

Abate Letta: "Resta con noi, Angelo della Chiesa, non ci lasciare". (Lo stesso del fraticello).

Sappiamo che il premier confida nella clemenza della Chiesa. Lui, però, non si china per pregare. Fa chinare gli altri. E sappiamo anche che quell'aristocratico del cardinale è capacissimo di snobbarli alla grande.

Alla Chiesa serve un nuovo Berlusconi, ma che scopi con più ritegno e moderazione.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 26 settembre 2011

Vogliamo pane e patonze anche noi, cribbio!

Berlusconi: "Bloccate le patonze, c'è il cardinale con me, cribbio!"
Bagnasco: "Sarà almeno la terza volta che glielo dico: il sesso estremo lo rovinerà"

Non è la prima volta - ha sottolineato Bagnasco citando le prolusioni del settembre 2009 e dello scorso gennaio - che ci occorre di annotarlo: chiunque sceglie la militanza politica, deve essere consapevole della misura e della sobrietà, della disciplina e dell'onore che comporta, come anche la nostra Costituzione ricorda». «Da più parti, nelle ultime settimane, si sono elevate voci che invocavano nostri pronunciamenti», ha osservato Bagnasco, per il quale, tuttavia, davvero non è mancata «in questi anni la voce responsabile del Magistero ecclesiale che chiedeva e chiede orizzonti di vita buona, libera dal pansessualismo e dal relativismo amorale».

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Con la morte di Bonelli, Tex Willer sta pensando seriamente di occuparsi dei mangiafranchi del governo


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 25 settembre 2011

Mo' vi spiego come è fatto un nanosecondo

Esempio di nanosecondo: soggetto umano,
invariabile nel tempo, pari a un miliardesimo di ministro

Neutrino puro provvisto di pendolo a punta
arcuato, meglio noto come nanoprimo

La maestrina del tunnel fatato

Grazie a queste tre particelle elementari, rapide e indolori, Einstein è stato messo (relativamente parlando) in un angolo.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 24 settembre 2011

Spari e dispari vicino alla messa del Papa

"Oh misericordia, qui vola piombo, sarà meglio cambiare aria..."

Uno squilibrato ha esploso colpi di arma da fuoco ad un posto di blocco, a Erfurt, dove Benedetto XVI ha celebrato la messa nella piazza del Duomo. Ma pare che non c'entrasse niente con Ratzinger. Stava festeggiando il papa a modo suo!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Dopo la gaffe sul tunnel la ministra Gelmini ha aperto gli occhi sui neutrini

E io avrei detto questa sciocchezza del tunnel?

Errata corrige: "Polemica destituita di fondamento è assolutamente ridicola. È ovvio che il tunnel è quello nel quale circolano i protoni dalle cui collisioni ha origine il fascio di neutrini che attraversando la terra raggiunge il Gran Sasso".

(A parte, la ministra: mah, speriamo di averla detta giusta questa errata corrige, non vorrei invece aver raggiunto il Gran Sasso partendo dal Piccolo Sasso. Non c'è proprio da fidarsi di questi collaboratori).


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 23 settembre 2011

Almodovar: Berlusconi omofobo

Meglio le belle donne che essere gay!

Per Pedro Almodovar, "Berlusconi è un omofobo ossessionato dalle donne che si vanta in continuazione di non essere finocchio".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

L'Italia condivisa da patonze che la vendono e presunti gay omofobi che s'indignano

Meno male che in mezzo a tante patonze ci sono presunti gay omofobi della politica italiana che s'indignano e la mettono sul ridere. Come non essere d'accordo infatti con Formigoni: «Fantasie malate di personaggi inqualificabili. Non perdete tempo a seguire queste sciocchezze estreme». È giusto! Bisogna difendere la propria privacy! La morbosità non c'entra, ma leggere di un Calderoli presunto gay omofobo - La civiltà gay ha trasformato la Padania in un ricettacolo di culattoni... (citato in E il ministro Calderoli fece il macho, Corriere della sera, 15 gennaio 2006) - chiarisce meglio il futuro della politica leghista: politicamente scorretta questa lista pirata, perché mette in dubbio, tra gli altri, la durezza granitica della Lega. Ora, per semplificare, il ministro dovrà fare un falò di tale lista per mostrare la sua macha durezza ed eliminare qualsiasi sospetto di culo flaccido.

Questa lista pirata fa nomi e cognomi di politici. Ma non comprova nulla, non è supportata da niente. Prodotta così non ha nessuna valenza. È come dire che Berlusconi da presidente del Milan si è messo a tifare clandestinamente per il Lecco! Non c'azzecca proprio.
A me, questa lista, non fa per niente ridere! A meno che non ci infilino che so... un Giovanardi, metaforicamente (e omofobicamente) parlando!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 20 settembre 2011

Girata Patonza Non Trasferibile


Berlusconi a Tarantini: "La patonza deve girare". Si è parlato tanto di far girare le patonze. Di una sicuramente ne è stata accertata la girata, anche se non trasferibile.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 19 settembre 2011

Il Cicchitto coattato e deportato

Cicchitto, sguardo fiero, mentre viene deportato
a Napoli per rispondere dei reati del suo presidente

Cicchitto sfida i pm di Napoli: "Diremo no all'accompagnamento coatto".
L'incredibile sacrificio di Cicchitto. L'onorevole prende il posto di Berlusconi e si avvia alla deportazione coatta a Napoli. Questa mossa allungherà ancora di qualche mese il governo del suo capo e a lui farà bene al morale e alla circolazione del sangue.
Cicchitto: "Se i magistrati chiederanno l'accompagnamento coatto di Silvio Berlusconi, noi lo rimanderemo subito indietro e io prenderò il suo posto. Salverò il presidente dalla canea comunista. Sì, per lui, mi sacrifico volentieri".
Ce ne fossero a sinistra di questi onorevoli che si sacrificano per il loro leader.
Chi si sacrificherebbe per un Bersani o per un Di Pietro, ad esempio?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 18 settembre 2011

La mano, il pugno e le corna di Bossi

Figlioli, tutto questo schifo un giorno sarà nostro...

...anzi, vostro...

In Italia sono tutti una manica di scornacchiati...

Bossi: "Non c'è democrazia. C'è il fascismo".
L'Italia attuale è uno schifo. Noi tireremo dritto per la nostra strada. Via dall'Italia fascista e antidemocratica.
Ma è Calderoli a dire che il governo andrà "avanti così fino alla fine".
(Questi due si contraddicono sempre, ma nessuno se ne accorge mai).
Il popolo:
"Se-ces-sio-ne se-ces-sio-ne se-ces-sio-ne se-ces-sio-ne se-ces-sio-ne se-ces-sio-ne...".
Bossi: "Dalle sue ceneri rinascerà un nuovo Paese più democratico e antifascista dove a comandare sarà solo uno! Questo paese è la Padania. E daremo a tutti una dura lezione di democrazia".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 17 settembre 2011

Insomma Gianpi... qui la patonza deve girare!

Harem di patonze

Le ragazze? Sull'aereo presidenziale: «Non prenderle alte, noi non siamo alti».
Le escort, la rete di Tarantini e gli appalti Finmeccanica. «Ho la fila di ragazze fuori dalla porta. Io Del Noce e Rossella, vecchietti ma con potere».

NUMERI E MUSICA
Berlusconi: «E quindi quanti saremmo?».
Tarantini: «Saremmo in cinque, io con queste quattro».
Berlusconi: «E posso portare qualche ragazza anch'io?».
Tarantini: «Sì, come no».
Berlusconi: «Allora combiniamo, faccio venire la musica, Gemma per cantare. Facciamo alle nove e mezza».
Tarantini: «Nove e mezza palazzo Grazioli».

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 16 settembre 2011

Bossi: e qui comando io, e questa è casa mia...


Bossi: Italia a picco? C'è la Padania. C'è il Po. C'è Calderoli. C'è il Trota. Ma sì, anche il Castelli. Maroni? Quello che ha pisciato nel Po? Queste sono menzogne di quei coglionacci di giornalisti. Finitela di pisciare fuori dal vaso. Finitela di pubblicare intercettazioni. Finitela di fare gli stronzi: mia moglie non mi fa uscire di casa, figuriamoci... È un danneggiamento alla mia famiglia: mia moglie è una brava".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Chi comanda veramente in Italia: Berlusconi o l'imperatrice di Padania?

Panorama descrive la moglie di Bossi, Manuela Marrone, come la vera padrona della Lega che s'indigna. La risposta di Berlusconi, che prende le distanze dal settimanale di sua proprietà, non si fa attendere. Berlusconi si infuria:
"Dissento nel modo più totale da ciò che ha scritto Panorama sulla Lega, sulla signora Manuela Marrone, consorte di Bossi. Ho avuto la fortuna di conoscere la signora Manuela, la stimo e la apprezzo come una persona straordinaria. Sono lontanissimo dal contenuto dell'articolo e dalla intenzionalità ostile che da esso emerge nei confronti di ciò che riguarda la famiglia di Bossi e la stessa Lega Nord, (che insieme hanno l'armata dei cazzi più duri di tutto il Paese). Così come è avvenuto in altre occasioni per altri giornali. Ciò che appare oggi su Panorama mi è del tutto estraneo e ritengo anzi che sia una cattiva azione. Detto questo è notorio che io non sono mai intervenuto sui giornali da ma direttamente o indirettamente influenzati sul piano proprietario. A chi gioverebbe tutto questo? A Maroni? Ma non fatemi ridere. Quello, quando vede l'Umberto diventa una pappamolla! Eppoi, ma veramente credete che il Bossi prenda ordini da sua moglie? L'agenda della Lega la detto io, questo lo sanno tutti, tranne la sua base. Perché è altresì notorio che molti uomini di nessun valore che hanno o che gli fanno credere di avere del potere, sono convinti di essere delle creature indispensabili e superiori. A parte me, chi altri credete cha abbia poteri divini? Quindi, lasciamo stare la signora e parliamo d'altro, per favore. Umberto... viè qua!".


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 15 settembre 2011

In pratica, chi comanda veramente in Italia?

"Ehi, non guardate me. Con questa faccia, tutt'al più, potrei fare il figurante"

Chissà che non abbia ragione lui.
I veri padroni lavorano in clandestinità!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Le puzzette di Montefetorio

Puzze parlamentari a scappamento ridotto

Io l'ho sempre detto ai miei amici: guardate che, prima o poi, la puzza di Montecitorio la sentiranno anche loro e dovranno scappare dall'aula. (Forse la merda di cui parlava Berlusconi?)

Alle 10,20 di questa mattina un odeore nauseabondo ha invaso la Camera dei deputati. Seduta sospesa e immediata indagine per capirne la provenienza. Il presidente di turno Rosy Bindi ha provveduto immediatamente ad arieggiare i locali.

Dato l'orario, la presenza dei deputati in sede non era così massiccia da dover costringere tutti a un esodo di massa, ma coloro che si trovavano all'interno sono usciti perché l'odore era davvero eccessivo.

Dopo soli 10 minuti i lavori sono ripresi, ma in quel lasso di tempo c'è stato spazio per ogni tipo di congettura. Qualcuno ha introdotto nei bocchettoni dell'aula una bomboletta puzzolente come quelle che si usano a Carnevale. Un buontempone, o un sabotaggio nei confronti di coloro che solo ieri hanno approvato la manovra?

Non lo sapremo mai, per ora accontentiamoci del fatto che alle 10,20 qualcuno in quell'aula c'era.

Chi è stato l'autore o gli autori di questo fetore? A chi giova? E all'estero, cos'altro ancora penseranno dei politici italiani? Sic, siamo proprio nella merda!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 14 settembre 2011

Aula magna dell'UE: relatore Silvio Berlusconi

Sua Eccellenza Berlusconi mentre spiega la manovra

"... comunisti in combutta col ministro Tremonti allo scopo di farmi le scarpe e mandare a rotoli il mio governo. Questo è l'unico motivo per cui sono venuto qui a Strasburgo: per chiedere il vostro aiuto. Se cado io cade tutto l'apparato. E voi vi ritrovereste a gestire tutta la merda del mio Paese. Certo che non mi lesinerete tutto l'appoggio di cui ho bisogno, vi ringrazio anticipatamente raccontandovi una breve barzelletta del mio repertorio. Allora, la sapete quella della moglie fedele e pudica che dopo aver ricevuto il suo amante in casa lo chiuse nel fatidico armadio a causa dell'improvviso rientro a casa del marito? Vedo dalle vostre facce che non la conoscete. Ebbene, a dispetto delle apparenze, vi dico subito che quell'amante non ero io, perché di solito, io, la notte lavoro per il bene della mia Paese... uhm, non vi ha fatto ridere, eh? Già, da un po' di tempo non ride più nessuno. Appena torno a casa vedrò di testarla con chi so io, e sono certo che quello riderà... se non mi farà una pernacchia".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Sylvius Berlusconis, l'adepto di Satana che terrorizza l'Italia

Quel diavolo d'un Silvio con le corna

È accusato di bunga bunga continuato aggravato, di una lunga serie di reati, alcuni prescritti, altri da dibattere tra cui tangenti a David Mills, corruzione giudiziaria (rinviato a giudizio); frode fiscale, avrebbe creato fondi neri gestendo i diritti tv di Mediaset; inchiesta Mediatrade, Berlusconi insieme ad un socio occulto, l'egiziano Frank Agrama, si sarebbe appropriato di fondi della società; concussione e prostituzione minorile (Procura milanese); (rischia seriamente ?) di essere accompagnato in forma coatta dai giudici di Napoli per essere sentito sulla presunta estorsione di Tarantini ai suoi danni.

Berlusconi riesce a terrorizzare tutti (compreso don Al Fano): dall'opposizione ai giudici...
Il fatto è... il fatto è che tutti lo vogliono... ma nessuno lo prende!
Non sarà che fanno solo finta?
Che c'è?
Sbaglio?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 13 settembre 2011

I giudici stanno sbagliando metodo con Berlusconi

Nessuno può pensare di obbligare un persona a fare delle cose contrarie ai suoi interessi. A meno che non la si leghi e, impacchettata e impotente, le si fa fare tutto ciò che si vuole, per il proprio interesse personale. Nel caso di Berlusconi, uomo potente, la cosa poi diventa veramente impraticabile. Che fare?

Basta là, io direi ai signori giudici, avete mai sentito parlare del BDSM? E l'avete mai praticato? Ora va di moda, si gode, si soffre e a volte si muore, ma godendo.

Legati secondo il metodo shibari, si può arrivare a creare forme d'arte con il corpo legato con corde, oltre che produrre piacere al proprio sesso.

E che c'entra Berlusconi in tutto questo? C'entra, c'entra, visto che il nostro cavaliere ama il sesso femminile oltre ogni misura, si può sfruttare questa sua "debolezza", provando, con la dovuta cortesia per il riguardo alla sua carica istituzionale, ha convincerlo a farsi legare col metodo shibari, magari insieme a una donna, in modo da provocargli, artisticamente, quel piacere sessuale da lui tanto desiderato. Insomma, cari giudici comunisti, vi devo spiegare tutto io?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Il Papa ritenuto colpevole di crimini contro l'umanità!

Vittime preti pedofili denunciano il Papa: "È colpevole di crimini contro l'umanità".
Clamorosa iniziativa dell'associazione Snap. "Benedetto XVI ha diretta e superiore responsabilità per gli stupri e le altre violenze sessuali commesse nel mondo". Addirittura nel mondo! Uh, la peppa!

Un gruppo di associazioni delle vittime dei preti pedofili, la Snap (Survivors network of those abused by priests) ha depositato oggi presso la Corte penale internazionale dell'Aja un ricorso in cui accusa il Papa e tre alti esponenti del Vaticano - il segretario di Stato, cardinale Tarcisio Bertone, il suo predecessore, il cardinale Angelo Sodano, e il prefetto della Congregazione della dottrina della fede, cardinale William Levada - di crimini contro l'umanità per la copertura dei reati commessi da prelati contro i minori. Sul suo sito l'associazione spiega di aver deciso questo "storico passo" per proteggere "tutti i bambini innocenti e gli adulti vulnerabili".

Nella denuncia si chiede alla Corte penale internazionale di "incriminare il Papa" per la sua "diretta e superiore responsabilità per i crimini contro l'umanità degli stupri e altre violenze sessuali commesse nel mondo". Nei prossimi giorni i responsabili della Snap lanceranno un tour in Europa per illustrare le loro accuse e sostenere la denuncia al Cpi, che si occupa di crimini di guerra e contro l'umanità.

No, non ci posso credere, non è possibile. Il Papa in quel tempo studiava e pregava contro i pedofili. Lungi da lui la conoscenza di stupri e violenze sessuali. Per non parlare dei santi cardinali. È un vile attacco all'integrità morale dei cattolici e della Santa Chiesa. Ma la Chiesa saprà rispondere duramente a questo vile attacco.

La risposta del Papa al vile attacco


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 12 settembre 2011

La stitichezza di Silvio all'origine dei suoi guai con i pm!

Il premier mentre cerca di farla alla giustizia

Berlusconi: «Ho aiutato una famiglia finita in miseria anche per colpa dei magistrati». È sempre così: ogni qualvolta lui cerca d'aiutare le povere vittime della miseria arrivano i magistrati e lo accusano di esagerata generosità.

A Canale 5: «Non mi scappa mai davanti ai pm, è dura. Vado a Bruxelles a spiegare il provvedimento di bilancio, con la speranza che lì, col cambiamento d'aria, riesca a farla. Sapete, la mia stitichezza è di origine nervosa. Ripeto, non scappo mai ma se mi scappa altrove vuol dire che avevo ragione io: l'Italia ne è piena e non mi va di incrementare con altra merda questo paese civile, cribbio».

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 11 settembre 2011

A volte, in sua assenza, il re lo fa lui

Fate largo al reuccio don Al Fano

Alfano: «Chi non ci crede a bordo campo. Primarie? Decideremo a tempo debito. La prossima legge elettorale dica chiaro chi fa il premier. Io, come vedete, in sua assenza, faccio la mia parte: indosso il cilicio del potere. Come mi sta? Purtroppo è solo un'illusione: comanda sempre lui e, a me, mi sta venendo la depressione».

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Oggi, 11 settembre, alta sorveglianza su Ground Zero


Obama sull'11/9: «Terrorismo, teniamo alta la vigilanza». E a Shanksville parla Bush.

Alla vigilia del decimo aniversario degli attentati dell'11 settembre 2001 a New York e a Washington, il presidente americano Barack Obama ha sollecitato un «accresciuto livello di vigilanza e di preparazione». Non solo.

Anche Doppia W Bush ha parlato dopo tre anni di astinenza: «Una delle lezioni dell'11 settembre è che male e coraggio sono reali». Bello, eh?

E io dov'ero, lo vorrebbero sapere da tutti, quei curiosoni di Repubblica? (Ma pensa te che bel gioco di memoria).
"Seduto in quel caffè
io non pensavo a te
Guardavo il mondo che
girava intorno a me
Poi d'improvviso arrivò il primo botto
e ancora prima di capire
mi ritrovai con la tazza a terra
e mi dissi: Cazzo, però,
gli americani lavorano
sempre in grande!".
Quando arrivò il secondo
mi ritrovai con la terra nella tazza
e mi dissi: Cazzo, però,
stavolta l'hanno proprio scafazzata*
alla grande!!!".

Da quel momento in poi decisi di non entrare mai più in un grattacielo. Ma neanche prima vi ero mai entrato! Preferisco i pianterreni dei quartieri bassi.

* scafazzata: spiaccicata.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 10 settembre 2011

Ecco un esempio vivente di cosa vuol dire lavorare veramente!

A chi credere? A Bersani che dice che il premier ci ha portati alla rovina
o al premier intento a lavorare duramente, esempio vivente di tutta la classe politica?


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 9 settembre 2011

Il settimo gingillo (ovvero: Berlusconi cala l'asso vincente)

Il cavaliere della libertà sfida la Morte col sorriso sulle labbra!

Contro la morte che gli ha augurato Gheddafi, l'unica è calare il gingillo vincente. Chi perde se lo becca tutto.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 8 settembre 2011

Suore ad personam

- Io mi stupro quella in piedi
- E io quell'altra seduta


Sacconi e la barzelletta sullo stupro. Rosy Bindi: "Superata ogni decenza".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Anche il grande Moser vittima dei comunisti. Ora basta, cribbio!

Piano piano e uno alla volta, stanno venendo fuori tutte le vittime dei comunisti dimenticate dalla storia.
«Ma cosa vogliono questi comunisti con tutte quelle bandiere rosse? Senza tutto questo casino nessuno si sarebbe accorto che c'era il giro della Padania», afferma Francesco Moser, ex campione del mondo di ciclismo, il quale nega che il nome della corsa possa essere motivo di contesa: «La Padania esiste, è inutile far finta di niente, quindi è giusto che la corsa si chiami così. Moser sottolinea poi che «i comunisti» organizzano «da una vita corse ciclistiche come il Giro delle Regioni o il Gran premio della Liberazione e nessuno ha mai detto niente. Perché anche gli altri non dovrebbero farlo? Mi hanno criticato perché ho partecipato alla presentazione, ma quando ho corso il Gp della Liberazione, dove «i compagni» favorivano i russi, nessuno ha detto niente». «Un anno - spiega l'ex campione - proprio in quella corsa ero in fuga, verso Cerveteri, con Tullio Rossi e con due russi, uno dei quali poi vinse commettendo una scorrettezza per la quale avrebbe dovuto essere squalificato. Invece siccome era dell'Urss, col cavolo che lo fecero».

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 7 settembre 2011

Signor Ivan Basso, come mai è stato preso a sberle?

Savona, Ivan Basso e Modolo insultati e presi a sberle al Giro di Padania.

Mentre la corsa transitava a Savona, con quattro corridori in fuga, il gruppo si è trovato di fronte ad una contestazione che bloccava la strada. Gli organizzatori hanno così tentato un percorso alternativo, trovandosi però in mezzo al traffico; si è così deciso di tornare sulla strada "originaria", con il confronto inevitabile con chi protestava.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 6 settembre 2011

Saccone gonfiato, una sola parola ha!


Sacconi replica a Camusso e Bersani: "Togliere l'art.8? Non se ne parla".
Da dove gli viene tutta questa certezza di sé? Ma, cribbio, dai gas nobili che tiene in corpo!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

La reazione di Berlusconi alla notizia che il morale di Gheddafi è alto

Il morale di quest'uomo è alto

«Il morale di Gheddafi è alto. Il Rais organizza la difesa della Libia».

Brutta carie al molare basso di Berlusconi

La carie già c'era ma dopo questa notizia è aumentata. Infatti, il Capo del Pdl, sta organizzandosi per la difesa della sua dentatura.

In pratica i due ex amiconi adesso hanno in comune le stesse lettere, ma con significati diametralmente opposti.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 5 settembre 2011

In poco meno di un mese Bonanni insignito per la seconda volta del Cribbiolino d'Oro

Dichiarazione vincente di Bonanni: "La Cgil è un sindacato demenziale!"

Bonanni: "Uno sciopero demenziale". Questa è stata la dichiarazione super del segretario che gli ha permesso di aggiudicarsi per la seconda volta, in poco meno di un mese, il collare dell'Ordine del Cribbiolino d'Oro. La prima volta l'aveva vinto qui.

Per il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni lo sciopero "contribuisce a debilitare il sistema economico. Colpire le buste paga dei lavoratori e le imprese ha del demenziale, soprattutto in questo momento". È vero ciò. La Camusso infatti non capisce che così facendo indebolisce il potere d'acquisto del salario già debole per tradizione.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Finalmente palla al centro, si gioca con un pallone speciale, ma a rischio alcuni musi di palta

Questo è il pallone speciale: chi si beccherà il primo calcio sul muso?

Da venerdì il Campionato di Serie di Serie A (ex) più bello del mondo può finalmente iniziare. La Lega calcio e i calciatori hanno infatti trovato l'intesa e siglato il rinnovo del contratto, mettendo così fine a un tormentone durato buona parte dell'estate.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 4 settembre 2011

Ok, che ciascuno si scelga il suo cesso personale

Tutto iniziò in modo molto confuso e appena appena criptico, ma dopo i primi nebulosi escrementi la sostanza organica italiana si schiarì del tutto, fino a diventare patrimonio dell'universo conosciuto.

- Signor giudice, non vorrete farmi credere che avreste il coraggio del ministro di fare del male a un gradasso del governo?
- Forza, lardo di sacco: la galoppata è finita. Scendi, gran cane di figlio!
- In quanto a voi, tenetelo a bastardo come si deve, quell’occhio.
- Potete chiuderlo, lo manderemo a doppia contata.
- Da quanta trappola ci tengono fetidi in questo tempo?
- Uhm, quella lezione ha bisogno di un rompiscatole.
- Azzardati ancora a mollare questa porta e io ti calcio una testata in quella pallottola che ti ritrovi, chiaro!
- Per mille idioti, chi è quel diavolo che ha sparato?
- Smentisco categoricamente di aver sparato senza prima avere alzato il cane.
- Questo ti fa onore, giuda!
- Allora chi si porta?
- Io!
- Chi ha parlato?
- Lui!
- No, io parlo solo in presenza del mio avvocato di fiducia.
- D'accordo, ma Ghedini per ora non c'è.
- S'è chiuso in bagno per uno sforzo intimo e ha detto di fare altrettanto, tutti noi.
- Mica male l'idea di riunirci tutti in un unico grande sforzo!
- Per inondare l'Italia di merda?
- E confonderla con la merda degli altri per renderla irriconoscibile.
- Ci sto.
- Anch'io.
- Ci stiamo tutti.
- Ok, che ciascuno si scelga il suo cesso personale.
- E il primo che finisce salga al Quirinale a portare la lieta novella al Presidente: "Che l'Italia è adesso immersa nella merda fino al collo e che occorrerà assumere domestici e badanti per ripulirla".
- Vedrete che il Presidente si commuoverà e che ordinerà un repulisti generale. Gli italiani non lo sanno, ma noi smerdatori abbiamo passato dei momenti veramente atroci seduti su quei cessi in preda alle più infernali coliche. Basta, ora, via, andiamo tutti quanti a cagare! E che lo stronzo sia con noi!
- Amen!


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Cosa c'è di strano in un parlamento quasi invisibile...?

... la stranezza sta nel fatto che mentre Lui lavorava
per il bene del Paese, tutti gli altri facevano gli stronzi

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 3 settembre 2011

Veramente c'è poca serietà e attendibilità in quelle due teste là

Don Al Fano, segretario per acclamazione, ha dichiarato che Don Berlu Sconi succederà a sé stesso, smentendo così la tragica notizia di un Berlusconi che vuol fuggire dal Paese di merda che ha contribuito anche lui a creare.

Le acclamazioni nel Pdl non hanno bisogno di primarie

Alfano ricandida Berlusconi: "Primarie inutili con lui in campo".
Il segretario Pdl rilancia la leadership del presidente del Consiglio per le prossime elezioni. Eh eh eh... si passano la palla tra di loro: "Allora lo fai tu, no, fallo tu... io no, preferisco che lo faccia tu", facendo così melina a caccia di farfalle.
La replica di Calderoli: "Stupefatto, pensiamo alla crisi". (Finalmente uno serio).
Il Pd intanto apre le porte all'ex ad di Unicredit Alessandro Profumo. Enrico Letta: "Lo candiderei subito". Ne avete da mettere, tutti quanti, profumi nei cessi.
Le grandi manovre d'autunno sono cominciate, ma ancora nessuno ha pulito i propri cessi.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 2 settembre 2011

Dopo la nauseabonda dichiarazione del premier sulla merda dell'Italia, molti Paesi stranieri si sono messi in lista per ospitarlo

Enorme scalpore, in ambito internazionale, ha suscitato la dichiarazione del premier circa la merda della società italiana e la sua già quasi matura decisione di scappare da questo puzzolente paese. Pensare che fino a poco tempo fa non se n'era manco accorto d'esserne parte in causa e la puzza la deviava all'esterno tramite pompe di pescaggio. Un essere umano come lui, profumato - lui non caga come tutti gli altri e la sua merda non contiene i microorganismi che producono il naturale fetore dello stronzo (è stata fatta analizzare in profondità) -, non può più condividere il respirare questa puzza.

Alcuni Paesi stanno già bussando alla sua porta per farsi scegliere come paese ospitante. Un'occasione unica per dei paesi che stanno appena adesso liberandosi dalle loro merde nazionali. Paesi come il Merdistan, l'Anostan, lo Stronzonstan, il Culostan, il Ragadistan, il Piattolenstein e il principato dello Sphinteron lo accoglierebbero volentieri e stanno già facendo carte false per accaparrarselo.

Ma il premier, prima di decidere vuole vederci chiaro, facendosi portare un campione d'aria dai Paesi succitati per esaminarla (leggasi: odorarla). Il suo cuore, però, freme per la rabbia di dover lasciare l'Italia a causa di criminali comunisti e di giudici di sinistra che, a suo giudizio, sono i veri diffusori della merda. Il suo pensiero spesso va, con malinconia, al suo vecchio amico Gheddafi, al quale, malgrado tutto, vuole ancora bene e del quale ha chiesto quanto tempo ancora manca per la sua definitiva scomparsa.

Segreto inconfessato, sembra comunque che al premier piacerebbe vivere in Libia, e vorrebbe farsi una tenda (con amazzoni di scorta, lontane parenti delle escort) tipo quella che Gheddafi alzò a Villa Pamphili, ma in pieno deserto e lontano dalla merda italiana.

Caconi e puzzoni di sinistra alla larga!




Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 1 settembre 2011

La posizione del loto del Premier

Il Presidente in una delle sue abituali posizioni

Berlusconi: "Estorsione? Fantasie dei Pm. Ho dato una mano a una famiglia con figli e lo faccio come avviene con una miriade di persone. Lo faccio perché me lo posso permettere... da una posizione come questa che mi è congeniale quando mi accingo alla meditazione, cribbio".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Heracleum