venerdì 31 agosto 2012

Sulla notizia della caduta di Berlusconi c'è stata una inesattezza

"La Villa mi è caduta
addosso, cribbio!"
Mentre stava passeggiando, ieri, Villa Certosa cade e finisce rovinosamente su Berlusconi, riportando una forte contusione a una fontanella, oltre ad alcune abrasioni a statuine varie.

Subito è stata soccorsa dalla scorta e dal fisioterapista personale. L'hanno rialzata facilmente poiché la Villa, ultimamente, aveva perso circa sette chili.

Adesso sta bene.

Entro domani, riparerà tutti i danni e potrà di nuovo riprendere a passeggiare cercando di stare attenta a non ricascare su Berlusconi.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

El Rey Juan Carlos schiaffeggia il suo servo. Anche Silvio rischiò quella volta

Berlusconi mentre tocca Juan Carlos
"Maldito nano, retire la mano plebeya"

Ehi, Silvio, che non lo sapevi che i re e gli imperatori non si possono toccare, comprese le regine e le imperatrici.
Hai rischiato molto con Giovanni Carlo il Manesco, quella volta: un ceffone non te l'avrebbe levato nessuno.

Ma tra voi potenti vi garantite sempre a prescindere dall'etichetta.

Da queste etichette sono esclusi gli chauffer e servi. Un re è un re, anche quando appare vestito.

Ancora, nel 2012, tutto questo è!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 30 agosto 2012

La rete per me non c'era, pirla!

"La rete per me non c'era, pirla!"

"Chi dice che sono contro la rete è un pirla".
Nuova replica di Bersani a Grillo.
Continua la polemica a distanza tra il segretario del Pd e il capo politico del MoVimento Cinque Stelle. E Bersani torna sul caso inaugurando un circolo online del Pd, dopo aver cacciato tutti i pirla online.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Emilio Fede: Vogliamo vivere... in Svizzera, che c'è di male?



Emilio Fede: scenderò in campo col movimento 'Vogliamo vivere'.
L'ex direttore del Tg4, sotto processo per il caso Ruby, annuncia all'Espresso la nascita di un "movimento d'opinione". E punta sulle donne: "Mica può andare tutto alla Santanché". Su questo non ha torto l'Emilio, in fede mia!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 29 agosto 2012

Napolitano: Io sto coi minatori

E chi non sta coi minatori peste lo cuolga!

Sulcis, minatore si taglia un polso.
Napolitano: "Partecipe alle loro ansie"... ma lui non si taglia niente.
Al quarto giorno della loro protesta sottoterra, i lavoratori della Carbonsulcis hanno convocato una conferenza stampa davanti alla 'riservetta' in cui è custodito l'esplosivo. Stefano Meletti, sindacalista della Rsu, si è ferito con un gesto fulmineo, nessuno se l'aspettava: "Che dobbiamo fare, ci dobbiamo tagliare?". Il presidente della Repubblica: "Importante l'incontro di venerdì".
E se dovesse andare male, qualcuno dei padreterni dovrà dare l'esempio... tagliandosi, per primo, il posto di privilegiato!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

L'Italia sta cambiando: dal Milione di posti di lavoro di Berlusconi al Cambierò il Paese di Renzi

Nell'immagine il Paese come potrebbe
cambiare dopo la vittoria di Renzi

Renzi: «Se vinco cambierò il Paese».
E se perde?
Non oso pensarci! (Il Paese resterebbe così com'è).

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 28 agosto 2012

Renzi è sobrio e concreto. E voi?

... che lavorava di notte e dormiva di giorno

Renzi pronto al tour elettorale: "Porteremo sobrietà e concretezza". Sentito? Già parla come l'arcoriano basso col plurale majestatis.
E resterà attento ai problemi della città... viaggiando di notte e lavorando di giorno... quand'è che troverà un po' di tempo libero per fare ciò che promette?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Finalmente Bersani la dice tutta: "Mi tengo Vendola e kaputt a Casini"

"Beh, almeno finché riuscirò
a tenerlo in equilibrio"

«Tra Casini e Vendola, mi tengo Vendola».
Bersani: «L'alleanza noi la facciamo con i partiti del centrosinistra e Casini non è una forza di centrosinistra».

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 27 agosto 2012

Il povero Bersani si quadruplica per tenere testa a tutti

E con questa moltiplicazione non
voglio più sentir parlare di fassisti

Bersani insiste: il linguaggio contro di noi è fascista. E Di Pietro rilancia la "foto di Vasto".
Il leader del Pd: "Rispetto tutti e voglio parlare con tutti e intendo approfittare anch’io della sacrosanta libertà della rete. Non insulto nessuno, né voglio iscrivere qualcuno al partito nazionale fascista. Ma certe frasi appartengono al linguaggio fascista". Enrico Letta: "Grillo fa squadrismo web". Intanto il leader dell'Idv si inserisce nella polemica: "Il voto di protesta va capito e risolto, non ghettizzato". E sulla legge elettorale: "Vogliono truccare le carte".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

La terribbili pronunzia agrigendina

C'era un grante cartello scritto in italiano a caratteri cubitali che spadroneggiava tra le cassette dei pesci di un pesciventolo ambulande di Agrigendo: "Chi ha soldi e non li spente... è un pezzende".
Perché ad Agrigendo e provincia è così: la nd divenda nt e la nt diventa nd. È notorio tra i siculi. Anche nella scrittura e... nella discriminatura.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Papa: Giuda voleva Gesù capo rivolta, ecco perché tradì


Il Papa: "Giuda voleva Gesù capo rivolta, ecco perché tradì".
Avalla tesi fosse uno zelota; "sua falsità è il marchio del diavolo".
Zeloti erano chiamati gli appartenenti a un gruppo di partigiani che si ribellavano ai Romani. Da questi considerati alla stregua di terroristi.
Secondo il ragionamento del Papa Giuda Iscariota era un zelota, (ma anche zelante secondo alcune interpretazioni), che si trasformò in traditore, (e forse lo era dalla nascita), per vendicarsi di Gesù che aveva a sua volta tradito le attese dei zeloti: rivoltarsi cioè contro i Romani. Sempre secondo il ragionamento del papa.
Traditore, quindi, è sinonimo di terrorista!
E con questo son serviti tutte le forme di ribellione e tutti i rivoltosi: un bel pugno di traditori!
Ma Gesù, piccolo ragionamento mio, dopo Giuda, quante altre volte è stato tradito fino a oggi da quelli più vicini a lui!?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 26 agosto 2012

Bersani, a mano armata, attacca Grillo e Di Pietro

Qui vediamo il povero Bersani costretto a difendersi dai due fascisti del web.

Le fasi concitate della dialettica elettorale. Si vedono organi
di partito che cercano di marcare la propria verità sugli altri.


Bersani: "Riforma non dipende solo da noi... ma se fossimo da soli a decidere...".
Poi attacca Grillo e Di Pietro: "Fascisti del web".
Il segretario del Pd apre la festa nazionale del partito e fa il punto sulla legge elettorale: "Eventuale intesa non significa voto anticipato". Duro sfogo contro chi usa in rete un linguaggio macabro e intimidatorio: "Vengano qui a dircelo". La replica di Antonio Di Pietro: "Si comporta come il bue che dice cornuto all'asino".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 24 agosto 2012

Dopo l'esternazione della Began, Ghedini si confessa


La Began: "Sono incinta di Berlusconi".
Ghedini: "Nessuna connessione con la realtà".
L'Ape regina, in una serie di interviste, si dice certa di aspettare un figlio dell'ex premier. "Sono stata solo con lui...". L'avvocato di Berlusconi: "Notizia ironica, estiva, totalmente sconnessa dalla realtà".
A questo punto l'unica che può dire la sua è la Santa Anché.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 23 agosto 2012

Pianoforte verticale Fornero

IL PIANO DI FORNERO

Misure antitasti per giovani

"Chiederò di ridurre tasse su buste paga".
Fornero: "In arrivo misure per i giovani".
Dai microfoni di Radio Anch'io il ministro promette di intervenire per ridurre i tasti del pianoforte: "Me ne assumo la responsabilità, insieme all'equilibrio dei toni bassi e dei toni alti". E, sul coro della disoccupazione, in arrivo misure "non eclatanti ma mirate e territoriali".
Finalmente una fine estate diversa dalle altre.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Formigoni risponderà a Dio


Formigoni? Lo voterei anche domani.
Visitatori e volontari del Meeting di Comunione e Liberazione hanno già assolto il presidente della Regione Lombardia, indagato per corruzione all’interno della scandalo sulla sanità all’ombra del Pirellone: “Ne risponderà con Dio, noi ci limitiamo a guardare l’uomo politico”.

Ecco dei veri guardoni!
E poi... ci va una prenotazione... non è che Dio si mette ad ascoltare un chierichetto qualsiasi, anche se presidente...

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 22 agosto 2012

Quando il prode Achille era indeciso se chiamare il Pci come quelli di Comunione e Liberazione


Coop rosse e Compagnia delle Opere, quanto è bello realizzare affari insieme.
Quando al Meeting di Rimini nel 2003 Pierluigi Bersani, allora responsabile economico dei Ds, indicò in Cl il modello su cui rifondare la sinistra. La trasversale alleanza tra mondo cooperativo bianco e rosso per gestire appalti nel welfare e nell'edilizia. In attesa dell'Expo 2015.

Chi ricorda più queste parole? “Se vuole rifondarsi, la sinistra deve partire dal retroterra di Cl. La vera sinistra non nasce dal bolscevismo, ma dalle cooperative bianche dell’800, il partito socialista arriva dopo, il partito comunista dopo ancora. E i movimenti del Sessantotto sono tutti morti, solo l’ideale lanciato da Cl negli anni Settanta è rimasto vivo, perché è quello più vicino alla base popolare, è lo stesso ideale che è alla base delle cooperative, un dare per educare”. A parlare così è Pierluigi Bersani. È l’agosto del 2003, quando l’attuale segretario del Pd è responsabile economico dei Ds e viene accolto con scrosci d’applausi dal popolo di Cl al Meeting di Rimini.

Bersani al Meeting di Rimini del 2006 aggiunge una clamorosa rivelazione: “Quando nel 1989 Achille Occhetto volle cambiare il nome del Partito comunista italiano, per un po’ pensò di chiamare il nuovo partito Comunità e libertà. Perché tra noi e voi le radici sono le stesse”. Ovazione.

Maronna do' Carmine!!! Le radici uguali!?! Abbiamo vissuto tutti 'sti anni nell'inganno più torbido. E io che mi credevo che Ochetto fosse un pesce fossile e Bersani una triglia senza sopracciglia.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

La Figue de droite et la Figue gaychiste cercano il partito buono

Molto denaro per nulla

Casta in formato regionale: Formigoni e Vendola paperoni. Subito dopo Raffaele Lombardo con 14.193,25 euro. Il piccolo Molise è 6°.
Il più "fortunato" tra i presidenti è il governatore della Lombardia, quello meno Enrico Rossi (Toscana). È il quotidiano "Libero" che fa i conti in tasca agli amministratori regionali pubblicando una tabella con gli stipendi di presidenti, assessori e consiglieri. La Toscana ultima in assoluto nei guadagni dei rappresentanti locali e quindi la più virtuosa.

Che omìni fortunati!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 21 agosto 2012

I Maya e i Moody's: le date della fine del mondo con la fine della crisi non appattano


Crisi, Moody's
: «Italia salva nel 2013». Ma la profezia Maya ci condanna a una morte certa. Chi ci ha turlupinati allora? I Maya, i Moody's, i Draghi o i Monti? Non lo sapremo mai!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Merkel difende i Draghi dai Falchi

Che Dio mi perdoni ma ti devo uccidere, disse lo spread alla Bce.

Ahi mia Merkel, se non ci fossi tu a caput mundi!
Ma ora è giunto il tempo che io mi ricordi dell'Italia


I "falchi" tedeschi attaccano, la Merkel difende Draghi.
Aspra polemica sollevata da due deputati del Bundestag sugli aiuti ai paesi in crisi. Nel mirino le politiche di salvataggio messe in atto dalla Bce, trasformata in una "bad bank". Merkel: "Bce e Germania sono in linea".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 20 agosto 2012

Curiosa storia di un aggettivo qualificativo marxista

Impiegato per la prima volta dai nemici politici di Marx all'interno dell'Associazione internazionale dei lavoratori (1864-76), l'epiteto marxista designava i sostenitori dei metodi «autoritari» nel movimento operaio, in opposizione agli anarchici «antiautoritari», che si rifacevano a Bakunin.

Il termine viene utilizzato per la prima volta nel titolo di un'opera del 1882, quando il bakuniano Paul Brousse (1844-1912) pubblica il suo pamphlet Il marxismo nell'internazionale. Brousse, (che aveva già aderito al partito socialista francese all'epoca del pamphlet), come la maggior parte dei suoi compagni anarchici dell'epoca, non pone in causa il pensiero di Marx, ma critica in lui il «capo del partito», a capo di una cricca di «agenti» e di «tattici» (Paul Lafargue, Wilhelm Liebknecht, ecc.).

Così «il marxismo non consiste nell'essere seguaci delle idee di Marx. A questo titolo, molti dei suoi avversari attuali, e particolarmente colui che scrive queste righe, sarebbero marxisti [...]. Il marxismo consiste soprattutto nel sistema che tende non a espandere la dottrina marxista, ma a imporla in tutti i suoi dettagli». (K.M.)

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 19 agosto 2012

Monti al meeting di Cl: vedo, vedo, vedo l'uscita più vicina

Equità per tutti, anche per i non credenti

Monti: Una gioia essere qui.
E vi dico di più: qui, in questo luogo santo, ho visto l'uscita dalla crisi più vicina. Siamo nella parte finale della rincorsa, ma se non stiamo attenti al rinculo, finiremo sul bagnasciuga di Rimini a farci il pediluvio.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 18 agosto 2012

Modello Giuditta per monsignore by Armani

Cosa ne avrebbe pensato Gesù?

Mazara, il vescovo "griffato" con i paramenti di Armani.
Monsignor Domenico Mogavero indosserà gli abiti disegnati dallo stilista, cittadino adottivo di Pantelleria, per la nuova chiesa dell'isola. La messa in diretta domenica su Raiuno.
Così Dio, accorgendosi di tutto questo bendidio garantito dallo stilista, lo ammetterà al suo cospetto. Ma solo quando scoccherà la sua ora!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Taranto-Sudafrica: ci ammazzate gli uomini, perché, cosa vi abbiamo fatto?

Taranto-Sudafrica
 se vi sembra eccessiva l'analogia, voltatevi pure dall'altra parte!

Le donne dei minatori uccisi chiedono perché in ginocchio

In Sudafrica chiedere un aumento di salario costa vite umane e sangue. 
Meno male che a Taranto non si tratta di salario ma solo di vite umane!

Lonmin Platinum
Siamo Lonmin, produttore primario dei metalli del gruppo del platino. Creiamo valore per la scoperta, acquisizione, sviluppo e commercializzazione di minerali e metalli.

Noi rispettiamo le comunità e le nazioni che ospitano le nostre attività e conduciamo affari in un modo sostenibile, socialmente e ambientalmente responsabile.

Abbiamo miniere in Sud Africa il cui minerale viene estratto e concentrato prima di essere elaborato tramite fusione e raffinazione dei metalli finiti per rifornire il mercato.

La nostra missione
Per crescere e costruire il nostro portafoglio di asset di alta qualità.

Per fornire i requisiti del sudafricano ampio Mining Charter socio-economico e accogliamo con favore l'opportunità di trasformare il nostro business.

Per costruire una cultura basata sui valori, che si fonda su un lavoro sicuro, miglioramento continuo, norme e procedure comuni, il coinvolgimento della comunità e quello che premia i dipendenti per prestazioni elevate.

I nostri valori

Zero Harm: Siamo impegnati a zero danni alle persone e l'ambiente.

Integrità, onestà e fiducia: Siamo impegnati persone etiche che fanno quello che diciamo che faremo.

Trasparenza: comunicazione aperta e onesta e la libera condivisione delle informazioni.

Il rispetto per l'altro: Abbracciando la nostra diversità arricchisce di apertura, condivisione, fiducia, lavoro di squadra e coinvolgimento.

High Performance: Stretching le nostre capacità individuali e di squadra per raggiungere risultati innovativi e superiore.

Employee Self-Worth: Per migliorare la qualità della vita per i nostri dipendenti e le loro famiglie e promuovere l'autostima.
Questa auto presentazione è scritta in autostima e non ha bisogno di ulteriori commenti ironici.

Sudafrica, migliaia di minatori in sciopero
Scontri e tensioni durante la protesta dei lavoratori della miniera di platino situata nei pressi di Marikana, a circa 70 chilometri da Johannesburg. La polizia sudafricana ha aperto il fuoco su migliaia di minatori in sciopero armati di machete e bastoni, uccidendo almeno sette persone. Nei giorni scorsi altre dieci persone, tra cui due poliziotti, sono state uccise negli scontri scoppiati durante la protesta. I disordini erano iniziati venerdì, quando i lavoratori avevano incrociato le braccia nell'ambito di una disputa sui salari. Lo sciopero è poi degenerato in un conflitto aperto tra i membri dei due sindacati che si fanno concorrenza. Centinaia di minatori si sono radunati nuovamente nei pressi della miniera. La miniera è gestita dalla società Lonmin, il terzo più grande produttore di platino del mondo.

Sudafrica, poliziotti sparano sui manifestanti: oltre 30 minatori uccisi.
La polizia sudafricana ha aperto il fuoco a Marikana, nel Nord-ovest del Sudafrica, su migliaia di minatori in sciopero armati di machete.

Sudafrica, massacro dopo lo sciopero.
oltre 30 i minatori uccisi dalla polizia
Si aggrava il bilancio degli scontri avvenuti ieri durante la protesta davanti alla miniera di platino a cento chilometri da Johannesburg.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 17 agosto 2012

Taranto naïf

Istantanea con ministri ruspanti che
razzolano nella città di Taranto

I ministri Clini e Passera a Taranto, città bloccata tra manifestazioni e zona rossa. Hanno detto: "Oggi lavoriamo per voi. Poi, dopo, ve ne rendiamo conto".
Nel centro del capoluogo ionico il sit in degli ambientalisti e del Comitato cittadino liberi e pensanti; poi il corteo pacifico ma non autorizzato; nei pressi dell'impianto siderurgico gli operai del gruppo Riva hanno bloccato la statale Appia per Bari e la 106 per Reggio Calabria.

Il presidente dell’Ilva, Bruno Ferrante, a margine del vertice in corso a Taranto, ha detto: "Dobbiamo coniugare la salute e il lavoro. Stiamo pensando, insieme ai ministri e ai sindacalisti che ci vogliono stare di invitarvi tutti a 'sto matrimonio della salute col lavoro. Il lavoro, la salute, l’ambiente e l’impresa, devono essere coniugabili. Chi non ci sta è pregato di spedirci una conferma di rifiuto. A questi non daremo proprio niente. A tutti gli altri invece distribuiremo i confetti. E questo è solo l'inizio".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Ratzinger e Maria

Dio non lo permetterebbe se fosse più presente fra noi!

Ratzinger: "In Dio c'è spazio per l'uomo e nell'uomo c'è spazio per Dio": quando Maria viene assunta in Cielo "non va su una galassia". Ma resta a fluttuare in attesa di essere collocata definitivamente.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 16 agosto 2012

Per ora Svendola sul Ponte a Taranto


La Poetica vendoliana sull'Ilva e i suoi problemi, ulteriore esempio di Liberazione Spaziale delle Emozioni, dalle Fabbriche della Parola di Nichi: "Lo sguardo di chi governa deve pesare ciascuno dei beni da tutelare, deve custodire tutte le promesse di futuro, ma soprattutto deve sentire la responsabilità di evitare che vinca il caos, e che l’ardire utopico dei pensieri lunghi si pieghi alla disperazione di un presente immobile, quasi divorato dal suo passato". Parole pregne di rara liricità che non dimenticheremo facilmente.

Da altiforni e acciaierie 'no' alla chiusura dell'Ilva.
Un interessante articolo sulla questione Ilva di Taranto in questo blog.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 15 agosto 2012

Il Pd si rinnova spartendosi, all'antica, i posti di governo

Il dubbio amletico di Bersani...
"L'unico punto oscuro: a chi affidiamo l'opposizione?"

Il Pd dà per scontata la vittoria alle prossime politiche.
Il Pd ha già spartito i posti al governo: Bersani premier, Bindi vicepremier, D’Alema e Letta ministri.
I democratici si sentono già al governo e hanno già spartito le poltrone: il segretario si terrà anche l'Economia. Veltroni verso la presidenza della Camera. Il partito? Lo guiderà (di nuovo) Franceschini. E a Renzi, che resta?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 14 agosto 2012

God save the vagina of...


Ecco l’inno di ringraziamento alla Santa Anché, riscritto personalmente da Berlusconi.
La motivazione: "Per la caparbietà con la quale la Santa mi rivuole, a tutti i costi, seduto sulla (mia) cadrega di Palazzo Chigi.

God save the vagina
Dio salvi la nostra benevola vagina!
Viva a lungo la nostra nobile vagina,
God save the vagina
(of Santa Anché)!
Mandala vittoriosa, felice e gloriosa
a regnare a lungo su di noi,
God save the vagina
(of Santa Anché)!

by Silvio!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 13 agosto 2012

E dopo il Trota padano, ecco la Sarda sicula

Sarda a beccaficu*, in hoc nome, stravincerai!

Sicilia, per il dopo Lombardo, Miccichè e Crocetta. Tra santi, forconi e “sarde”.
Il voto nella Regione banco di prova delle alleanze nazionali. Il leader di Grande Sud - scelto direttamente da Silvio Berlusconi - contestato dai giovani pidiellini per avere "azzoppato" le primarie. Mentre a sinistra Crocetta in polemica con l'Idv dopo l'appoggio dell'Udc. Lombardo pensa di candidare il figlio, mentre scendono in campo anche preti e camionisti.
Stavolta lo spettacolo siculo (più orrendo che mai, della campagna elettorale) è garantito...

* Sarde a beccaficu

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Pepite d'oro, prosciutti spagnoli e assegni sacri da centomila in Vaticano: ecco il titolo per un film divino

Anche per quest'anno i poveri avranno il loro piatto di minestra

Vatileaks, a giudizio il maggiordomo. Trovato un assegno intestato al Papa.
All'ex aiutante di camera di Benedetto XVI Paolo Gabriele sono stati trovati i documenti sottratti dall’appartamento papale, ma anche un assegno di 100mila euro intestato a Ratzinger, una pepita d’oro e una edizione dell’Eneide del 1581. Nella sentenza e nella requisitoria compaiono altri personaggi che potrebbero essere inquisiti in seguito indicati con semplici sigle. Il maggiordomo ha raccontato gli incontri con il giornalista Gianluigi Nuzzi.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 12 agosto 2012

L'Italia degli impiccati mormora

Patrioti profondamente attaccati al proprio Paese


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Imperdibile: Mariu Munty è un personaggio immaginario della 2ª Repubblica


Mariu Munty è un premier immaginario che governa a Roma, notu per le sue doti di abilità, coraggiu e onestà tassatoria. È sposatu con Anghela Merkel e ha un cuginastru che gli ha fattu da compare di matrimoniu, Mariu Dragu.

Un giornu, mentre camminava, non avendu nulla di megliu da fare a Palazzu Chigi, si imbatté nel noto psychonanu Silviu Berlusconiu, suo predecessoriu di Palazzu. Costui lo mise a parte di un grande segretu, che nessuno ancora sa, ma che quella streghessa della Santa Anché ha spifferatu a tutto il mondu e cioè che Berlusconiu forse si porta a premier n'antra vorta.

Non appena Mariu Munty seppe questu, subitu fu colpito da un colpu aplopetticu e ne morì. Il suo cadaveru, all'istante, per ordine di Berlusconiu, fu portatu in un laboratoriu segretu di ciber ed ernetica (che tratta ernie da stress di crisi economica: queste ernie prendono il cervellu e ti spompanu fino al Crollu Finale, un paesinu turisticu tra il mariu e il montiu).

Appena che arrivò lì, il cadaveru di Mariu Munty fu subito operatu dai migliori ingegneri e biologi che lo resuscitarono facendu di lui un organismu ciberneticu di tipo molto avanzatu, munito delle migliori tecnologie da combattimentu unite a riflessi computerizzati, e rivestitu di una spessa corazza tratta da una lega di titaniu e kevlar.

Da quel momentu tutti i ladri, gli evasori e i banchieri non ebberu più pace! Mariu Munty, alias Robocop, si mise a mietere enormi successi contru il crimine legale e illegale, e non tardò a divenire un apprezzato fenomenu mediaticu grazie a telenotiziari e quotidiani che lo descrisseru come un eroe implacabile e coraggiosu.

Un giornu, però, si incontrò con i suoi assassini, metaforicamente parlandu, e cioè Napolitanu, Bersanu, Casinu e Don Al Fanu e chiese loro perché lo imposero lì, al governu degli italiani contru il suo volere. E siccomu non ci fu risposta alcuna (che minchia gli dovevano dire, ah?), Robocop decise che era giunta l'ora di farla finita con costoru e li uccise, metaforicamente parlandu, senza pietà, così com'erano, in fila per quattru col restu di Berlusconiu.

Il panico scoppiò subito in tuttu il Paese. Meno male che c'era prontu l'immarcescibile Brunu Vespu che, con un coup de théatre a Porta a Porta, tranquillizzò gli italiani così: "Tranquilli, Robocop era ed è un personaggiu immaginariu della 2ª Repubblica. Continuate pure a dormire tranquilli. Vi aggiornerò alla prossima puntata".

E così tutto finì com'era cominciato, con Mariu Munty che governa ancora a Roma, sotto forma di Robocop, con abilità, coraggiu e onestà tassatoria. Ma tutto questu è solo l'immaginariu della massa. In effetti, si sta facendu immaginariamente i c...

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 11 agosto 2012

A ottobre un milione in piazza per lui e 2 o 3 milioni di posti di lavoro per noi


«SOSTERREMO LA SUA CANDIDATURA A PREMIER NELLA PROSSIMA CAMPAGNA ELETTORALE».
Santanché pasionaria e ribelle per Silvio: «A ottobre un milione in piazza per lui».
L'ex ministro: «Il ritorno di Berlusconi è assolutamente certo perché glielo è stato chiesto da tutta la classe dirigente del Pdl».

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Il campionato per il peggior presidente della Repubblica italiana si è concluso


Il peggior presidente della Repubblica.

In Italia ci sono stati 11 presidenti della Repubblica eletti dai partiti riuniti in Parlamento. Il primo fu Enrico De Nicola nel luglio 1946 e l'ultimo Giorgio Napolitano il 15 maggio del 2006. Per diventare presidente della Repubblica è necessario disporre di alcuni requisiti: avere una certa età, meglio se alle soglie del rimbambimento, essere di sesso maschile, disporre di una laurea (obbligatorio!), aver fatto militanza politica in un partito (Ciampi è l'eccezione che conferma la regola) e aver vissuto di stipendi pubblici per quasi tutta la vita (Pertini muratore in Francia non fa testo).

I risultati.
Napolitano 53.67% 23400

Cossiga 18.37% 8010

Scalfaro 15.08% 6574

Leone 9.02% 3932

Ciampi 1.37% 596

Pertini 0.99% 431

Saragat 0.53% 232

Segni 0.45% 195

Gronchi 0.33% 144

De Nicola 0.12% 51

Einaudi 0.08% 36
Total of respondents 44,050.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 10 agosto 2012

Tutti i dubbi di una scimmia antropomorfa: scendo o non scendo in campo?

"Tutto il peso della mia popolarità al
servizio del Partito? Oh no, solo dell'Italia"

"Tutto il partito, a cominciare dai deputati, mi chiedono di tornare per beneficiare della mia popolarità in campagna elettorale. Non ho ancora deciso ma una cosa è sicura: sono sempre stato al servizio del mio Paese".

Lo afferma Silvio Berlusconi, in un'intervista a Liberation in edicola domani.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Bolt: io sono una leggenda vivente

Vincente nei 100 e nei 200: e tutto questo senza manco un aiutino!?


Ma si dice anche: "Aiutati, che Dio t'aiuta!"
Bolt, secondo gli annali olimpici, entra nella Leggenda.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 9 agosto 2012

L'Uruguay sulle tracce della lezione italiana

Essere invidiosi dell'Italia? Qualcuno lo è!

L'Uruguay pensa a legalizzare marijuana. Lo Stato assumerebbe controllo di produzione e commercio di "erba".
Anche lo Stato italiano ha legalizzato il nostro attuale governo (abusivo). E lo ha fatto perché noi si possa produrre e commerciare ricchezza.
In sostanza, siamo (stati) fatti!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 8 agosto 2012

I premier, quelli che si divertono un casino

Il fatto è che comandiamo noi. Punto e basta!

Monti-Pdl, tregua dopo la lite sullo spread. Alfano: "Vicenda chiusa. Ora riforme". L'incontro tra il segretario del Pdl e il premier sancisce la tregua tra palazzo Chigi e il partito di Berlusconi. Il professore incontra anche Casini: "Monti è tranquillo". E il leader dell'Udc rilancia l'alleanza con i progressisti "senza Di Pietro, che si è autoescluso, e Vendola". Intanto il governo studia un nuovo piano per i conti pubblici.
UN VERO CASINO.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Fornero, in costume da Fornero estiva, difende i valori operai

Il lavoro operaio fa parte del futuro del Paese.

"Non si può sempre tenere l'operaio in serie B"

Fornero e i timori di un autunno caldo.
"A rischio il futuro industriale del paese".
Il ministro del Welfare a "Radio anch'io": "La situazione attuale non è solo colpa della politica, ma anche delle imprese. Rivalutare il ruolo della classe operaia". Sull'Ilva di Taranto: "No alla contrapposizione lavoro-salute". Entro il mese probabile incontro con Marchionne sul caso Fiat.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 6 agosto 2012

Petrucci, il Nazionalista


Petrucci: "Chiamatemi nazionalista, è questa l'Italia che mi piace: quella che vince, quella che fa suonare l'inno".
Ma, purtroppo, ora gli suoneranno la marcia in do(ping) maggiore.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Incontro ravvicinato tra una Curiosity terrestre e una Curiosity marziana


Curiosity è arrivata su Marte: riuscita difficilissima manovra.
Il rover laboratorio della Nasa è sceso sul Pianeta rosso dopo aver percorso oltre 560 milioni di chilometri in otto mesi. E ha già inviato le prime immagini. Ora cercherà tracce di vita sul suolo marziano. Obama: "Exploit senza precedenti, fatta la storia... con la speranza che non sia una bufala marziana".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 5 agosto 2012

I baffetti alla tedesca sono spuntati sotto il naso di Monti


La crisi rischia di diventare anche contrapposizione politica tra i diversi paesi dell'area Ue. Mario Monti ne è consapevole, e come ha già fatto nel recente passato torna a dirsi "molto preoccupato" per i toni antitedeschi che si sono levati recentemente in Italia con le accuse alla Germania di durezza e di arroganza.

"Ho riferito al cancelliere Merkel del crescente risentimento qui in Parlamento contro l'Ue, contro l'euro, contro i tedeschi e a volte contro lo stesso cancelliere" dice il presidente del Consiglio in un'intervista allo 'Spiegel'. "Questo però - aggiunge il professore - è un problema che va molto oltre il rapporto tra Germania e Italia. Le tensioni che da anni accompagnano l'Eurozona hanno già i connotati di una dissoluzione psicologica dell'Europa. Dobbiamo lavorare duro per contrastarle... e per duro intendo esattamente ciò che ho detto, ja!".


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

93 anni per gobba e non sentirli di un senatore a vita

Solo così puoi entrare nella gobba della storia

Andreotti, nuovo ricovero al Gemelli. Trasportato al Policlinico in ambulanza per un'aritmia cardiaca. Appena entrato in ospedale ha subito rilasciato una dichiarazione: "Il potere logora solo chi non ha le gobbe giuste".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 4 agosto 2012

Monti in piena overdose di citrullina lancia le prime Montiadi del Pacco


Monti: «L'Italia non ha bisogno di aiuti. I mercati non hanno capito. Allora sono stato costretto a mostrare all'Europa che l'Italia ha un pacco di energia vitale che fa invidia a tutti. Il nostro Paese è uno con il pacco più solido tra trutti. La signora Merkel ha voluto constatare di persona ed è rimasta così come appare nella foto. Io stesso non mi sono reso conto delle mie potenzialità. Resto convinto che posso fare di più. E, per essere in tema con l'evento olimpico di Londra, questi miei giorni saranno chiamati le Prime Montiadi del Pacco (agli italiani). Naturalmente il Parlamento può sempre porre fine all'esistenza dell'Esecutivo, ma non vedo gli estremi nelle decisioni europee di questi giorni».

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 2 agosto 2012

Il Plastico dell'attentato alla stazione di Bologna ricostruito fedelmente

Napolitano: "Ricostruire ogni aspetto dell'attentato".

Plastico 1 rosso sangue sbiadito

Plastico 2 rosso sangue sbiadito

Plastico 3 rosso sangue sbiadito

Napolitano: "Il tempo non lenisce il dolore e rafforza la democrazia".
Cancellieri: "Aiuteremo i familiari".

Totò: "Ogni anno, il due agosto, c'é l'usanza
per i politici di andare alla Stazione di Bologna.
Ognuno ll'adda fà chesta crianza;
ognuno adda tené chistu penziero",
ma quello che succede dal giorno dopo,
lo ricorderemo il 2 di agosto,
prossimo venturo".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 1 agosto 2012

Il Pollo della Speranza

Il Pollo della Speranza segue il suo tutor

Intesa Vendola-Bersani, verso alleanza con l'Udc.
I due leader della sinistra provano a costruire una base per un accordo di governo.
L'obiettivo è costruire un "polo della speranza" che costituisca "il punto di svolta per l'Italia vampirizzata da Berlusconi".
Scaricato Di Pietro: propagandismo esasperato.
Il segretario Pd: inizia la costruzione di un'alternativa.
E così, il Trio di Vasto è diventato il Duo dei Casini!
Aveva ragione il Berluska: la gnocca abita sempre nel testosterone dei politici!

Ps.: il Pollo pensa: stavolta come finirò?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Misteriosi particolari sulle dimissioni di Lombardo. E in Sicilia si cerca un tacchino nuovo per le prossime elezioni!!

Sicilia: terra di pupi e di tacchini

Mistero fitto sul vero ruolo del tacchino!

Il capo degli amici degli amici:
- Lombardo si è dimesso!
-Sì, ma che ne facciamo?
- Tranquilli, se lo riprenderanno i siciliani.

Lombardo: "La mia è una scelta lucida e ragionata, mi auguro che si possa aprire nuova fase governata da uomini liberi e non intruppati che lavorino contro l'ascarismo e il trasformismo".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Heracleum