venerdì 30 novembre 2012

Draghi: "Finito tempo delle favole"...

Drago buono
Al tempo dei draghi vivevamo
in un'era di favole e gaiezza
Orco cattivo
Oggi, ahimè, quel tempo è
stato soppiantato dagli orchi

Draghi: "Finito tempo delle favole". Bce pronta a tutto per salvare euro Il presidente della Banca centrale europea chiede una sforzo ai paesi dell'Eurozona per "imparare a condividere la sovranità" a cominciare dall'unione bancaria. "Inevitabile" il consolidamento di bilancio. Dalla metà del 2013 la ripresa.
Chiunque dice il contrario verrà smentito dai fatti e fatto a brandelli dagli orchi cattivi. E qualsiasi cosa vi racconti Monti, prendetela per buona: egli sa quel che dice, ma non sa fino a quando ve la deve dire.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

La miglior risposta di Bersani a Renzi, che gli farà vincere il ballottaggio... forse!


Bersani: "Nessuno vuole essere un rottame".
"Io sento qualche inflessione di destra nelle parole di Renzi. Propendo per guardare con occhi nuovi i tempi nuovi... verso Casini, ma senza tralasciare le radici... dei profumi di sinistra".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 29 novembre 2012

Ricordate cosa disse Mosè nell'ultima scena del suo film?

Quel che disse nell'ultima scena del suo film, mentre, congendadosi dai suoi, guardava la Terra promessa, abitata già a quel tempo da palestinesi, al di là del Giordano:
"Andate e proclamate che la libertà è dono di Dio ovunque e ne devono godere tutti gli uomini".
Così disse Mosè nel film. Era solo un film. Americano. E pieno di stereotipi che hanno fatto scuola.
A questa bella battuta piena di enfasi hollywoodiana degli anni '50, oggi Netanyahu ha subito risposto che per lui: "Il voto all'Onu sulla Palestina non cambierà alcunché sul terreno,... nel quale giaceranno altri morti". Mosè, però, questo Netanyahu non l'aveva previsto, altrimenti quella sua battuta avrebbe contenuto un finale con parole diverse.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 28 novembre 2012

Benedettwitter

Dieser Papst ist ein Spatz.

Ho volato fin qui per efanghelizzare
tutti i cari uccellini di tfitter
con meno di 140 caratteri

Anche Benedetto XVI sbarca su Twitter. La presenza del Pontefice su uno dei più popolari social network sarà illustrata con una conferenza stampa in Vaticano il prossimo 3 dicembre. Dalla prossima settimana sarà attivo l'account personale del Papa. Benedetto XVI supervisionerà il contenuto dei tweet che saranno un nuovo strumento di evangelizzazione.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 27 novembre 2012

Fede domenica andrà a votare per Bersani

Prendo uno adesso e pago due dopo

Fede: "Primarie, vado a votare e voto Bersani".
"Domenica andrò a votare per il ballottaggio. E voterò per Bersani. La parola rottamazione è volgare, Renzi è un giocherellone". Lo annuncia Emilio Fede, ex direttore del Tg4, a La Zanzara su Radio24.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Te lo dico io come finirà tra Renzi e Bersani

Qui ancora si vogliono un bene dell'anima.
Renzi: "Voglio i tuoi voti"
Bersani: "Vinca il migliore"

Ecco qua la seconda parte del melodramma del centrosinistra.
Renzi: "Amici come prima"
Bersani: "Meglio di prima"


Perché dovrà succedere tutto questo?
Per il semplice motivo che in politica i buoni intenti sono solo aria fritta. E la regola vale per tutti.
Dice, l'importante per chi vince è tenere fede alle promesse fatte... già! Devono aver promesso solo a una minoranza di elettori, però, perché tutti gli altri non si fidano più di nessuno! Purtroppo è a questi che gliene viene il danno maggiore.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 26 novembre 2012

Il gatto Matteo e le primarie di Bersani

Primarie, Stumpo: "Al voto oltre 3 milioni". Bersani avanti a Renzi, ma è scontro sui dati. Appena finirà la sbornia dei dati, ricomincerà quella sul ballottaggio.

In fondo è un buon micio di
razza, a pelo bianco raro

Ecco la classifica delle primarie di Bersani:
primo Vangelo,
secondo Matteo,
terzo Vendola,
dite a Laura che è quarta e
mandate Bruno a comprare i sigari toscani.
Offrono gli elettori.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Emilio Fede vuole vivere, e sarà un grande boom elettorale!

Fede commosso lancia ‘Vogliamo vivere’, e per
un pelo con colpisce il povero lavoratore migrante

Mentre una buona fetta di elettori democratici soffriva stoicamente in fila per votare i 5 dell'Apocalisse, Emilio Fede lanciava il suo movimento in vista delle prossime elezioni, commuovendosi e raccogliendo l'applauso di una platea di poche decine di persone, per lo più giornalisti.
“Faccio tutto questo perché una sera, tornando a casa, ho visto davanti alla Caritas famiglie con bambini che facevano la fila per avere da mangiare”, ha raccontato Fede, che spiega così anche il nome del suo movimento, ‘Vogliamo vivere’. E di fronte alla povertà di tre milioni di famiglie italiane, Fede propone a chi ha un reddito che supera i centomila euro di “adottare cinque famiglie” devolvendo ad ognuna 500 euro al mese. Orizzonte politico? Una lista per le prossime politiche. “Ma non mi interessa finire in Parlamento”, ha detto Fede, che secondo i sondaggi di Renato Mannheimer può già puntare a un tre per cento.

Ecco, vedete, come Fede sta spiazzando tutto e tutti con questo atto di grande generosità verso gli indigenti. Si dice: meglio tardi che mai. Lui ci è arrivato adesso, perfino precedendo il Grillo: “Per i bookmakers inglesi l’antigrillo potrei essere io”.
E ha ricevuto la benedizione del suo ex capo.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 25 novembre 2012

Secondo Google Chrome, io sarei infetto!


Allora, se vai su Google Chrome e, disgraziatamente, ti va di digitare "Ideateatro", vedrai che alla destra del nome appare una iconcina verde con la spunta chiara in cui si dice che "sono state eseguite verifiche sul sito e non sono stati individuati problemi significativi"; meno male e troppa grazia sant'antonio. Se fosse stata rossa, l'iconcina, allora sì ci sarebbe stato di che preoccuparsi. E invece è verde.
Bene, adesso non ti resta che cliccare sulla parola digitata e aspettare che si apra la pagina. Codesta si apre normalmente... ma dopo 40/50 secondi ecco che appare l'allarme malware, e... adieu lettura!

Io credo che tutto questo, per dirla con Fantozzi, sia una cagata pazzesca di Google Chrome.
A onor del vero, fino a ora, la cosa non succede con Firefox o con Safari. Ma potrebbe anche succedere. Chi lo sa?
Ad ogni buon conto, sappiate che in quasi 6 anni di blog, non sapevo di essere portatore in pectore di malware. Ora lo so, e lo sapete pure voi: state lontani da questo blog. A volere essere maligni, come scrive il mio amico Magocamillo: "I mafiosi fascisti reagiscono e censurano pesantemente", ma io credo che sia solo una grande puttanata di Google Chrome, al quale non resta che correggere la medesima puttanata.

Post scriptum importante, h. 16,37: Pare che il problema si sia risolto semplicemente perché ho provato a rimuovere il link su crepapelle. Alla riapertura della pagina, l'allarme malware non appare più. Però mi sembra tutto oltremodo strano. Devo arguire che il motore di ricerca google chrome sia ben funzionante. Però non capisco perché solo con crepapelle.net ha creato il problema. Sarei curioso di sapere se anche altri hanno avuto lo stesso problema. 

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Una folla immensa fin dalle prime luci dell'alba per votare alle primarie del Pd

"Siamo qui per celebrare la libertà di voto"

Alle urne per le primarie, cinque nomi per il centrosinistra. Aperti i seggi in tutta Italia per la scelta del candidato premier per il centrosinistra. Migliaia di volontari per la gestione del voto. Oltre un milione e mezzo di persone si è già registrato online sul sito "Italia Bene Comune", ma è possibile registrarsi e ritirare il certificato direttamente al seggio. Urne aperte fino alle 20 stasera, lo spoglio comincerà subito.

Senza offesa per chi è è realmente convinto di fare cosa utile al Paese e alla Sua democrazia... cosa c'è di differente, in queste primarie, dalle elezioni tradizionali, con o senza porcellum? I candidati vengono scelti sempre dall'alto, primariamente parlando... quindi, andate a votare voi che a me... mi viene da ridere!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 24 novembre 2012

Vengo, non vengo... dipende dal climaterio, cribbio!

"Italiani, con Monti vi siete imbevuti
l'organo di bromuro, reagite!
"

Silvio Berlusconi: “Tornare in campo, ci sto pensando”.
L'età, accidenti, fa brutti scherzi. La memoria a volte s'allenta: mi pare che l'avesse già annunciato un ritorno, poi un abbandono, poi un altro ritorno, poi ancora un abbandono...

L'ex presidente del Consiglio rispondendo ad una domanda dei giornalisti che lo stavano aspettando a Milanello ha cambiato versione su una sua eventuale nuova candidatura. Mister B. punta il dito contro il leader dell'Udc Pierferdinando Casini che lo avrebbe costretto a stare fuori dai giochi per poi non allearsi con il Popolo delle Libertà.
In realtà, a lui, la politica lo eccita. È un caso più unico che raro. Ma, speriamo che almeno lui se lo cavi...

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 23 novembre 2012

Questi, a turno, si vedono... ma gli altri ministri, chi li ha visti mai?

Ciò che non si conosce può far paura!


Dicono che con un Pater e
tre Ave Maria, spariscono...

È normale aver paura per i colpi di genio del proprio governo? È giusto che un normalissimo cittadino debba meritarsi questo incubo? Normalissimo cittadino in questa Italia? Ma va là...
E pensare che mio nonno me lo aveva detto: "Figliolo, tu non sai quanto patì il tuo vecchio genitò... e ho paura che anche ai tuoi nipoti si ripresenterà questo orribile incubo... vedi tu che puoi fare!".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Cancellieri, emissione differita


Il ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, è intervenuta al Senato in merito alle manifestazioni di piazza avvenute la scorsa settimana e alle prossime annunciate. In quell’occasione, ha spiegato, si sono infiltrati movimenti antagonisti “che da sempre cercano di portare il paese in condizioni di instabilità”.
E quando ci sono persone che partecipano a manifestazioni con caschi e passamontagna, “l’arresto differito – ha aggiunto il ministro, che ha espresso piena solidarietà nei confronti delle forze dell’ordine – è uno strumento molto efficace che ha dato risposte positive negli stadi e pensiamo quindi di applicarlo”. Per quanto riguarda il Daspo anche per i manifestanti, invece, il governo sta “facendo una valutazione perché ci sono aspetti costituzionali da chiarire”.

Cancellieri ha detto che occorre distinguere tra “i poliziotti pacifici e altri meno, che hanno caschi e manganelli, scudi e lacrimogeni” e a fronte della situazione di difficoltà ha chiesto “a tutti di rendersi conto che il momento è molto molto delicato” e “di fare quadrato intorno alle manifestazioni legittime degli studenti”. Infatti, ha sottolineato, “è da mesi che ci stiamo preparando a momenti difficili, che speriamo di affrontare con la stessa serenità e serietà. Ma è chiaro – ha ribadito – che la situazione economica non è facile”.
Ecco perché gli arresti in differita sono come le partite di calcio: non ha senso sfasciare il televisore se la tua squadra del cuore ha fatto crack, visto che è in differita.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 22 novembre 2012

Ovulazione in aula per Franceschini

In aula ov-ul-azione per Franceschini che sfida i tecnici e dice: "Basta mortificare le Camere. Dopo l'orgia del governo tecnico, che abbiamo permesso e sostenuto, adesso ritocca di nuovo alla politica, cioè a noi, cioè al popolo, cioè alle elezioni, cioè al partito, cioè al segretario, cioè al nuovo premier, cioè al vecchio gioco di sempre, cioè!".

Inoltre Monti non è candidabile, dice Napolitano, ma potrà essere al servizio di tutti. Tant'è che "ha uno studio a palazzo Giustiniani dove potrà ricevere chiunque, dopo le elezioni, per chi vorrà chiedergli un parere, un contributo o un impegno". Noi, in Sicilia, questa cosa la chiamiamo situazione di "casa e putìa"*.
Una specie, quindi, di eminenza grigia in abito scuro.
Come il don del Padrino Parte Prima, Seconda e Terza!

* Casa e putìa = lett. uno che abita al primo primo e lavora nel suo negozio al pianterreno.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Spuntano come funghi i fan clubs di chierichetti a supporto di Bersani...

Se Dio vuole, dopo le primarie seguono le secondarie

Mauro Bersani: “Mio fratello Pigio? Prima era un chierichetto... poi divenne comunista... ora non si capisce più se è carne o pesce... vedete come s'è ridotto adesso... a far da maestro al rottamatore”.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 21 novembre 2012

L'amore di Renzi per me è come una candela destinata a consumarsi

Con Rosy, a lume di candela.

Rosy, la femme fatale
du Parti démocrate italien

Bindi: "La candidatura di Renzi si sta consumando e non mi è sembrato nelle ultime settimane particolarmente brillante. Lui non vincerà perché è figlio del Ventennio berlusconista. Vincerà Bersani perché è più autentico".
"Chiederò una deroga al Pd per potermi ricandidare, voglio continuare a mettere a disposizione del partito e del Paese la mia esperienza".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Iene ridens a concilio sulla Fornero


Fornero rinuncia alla conferenza stampa.
"Da quelli delle Iene una persecuzione".
Il ministro diserta la presentazione di una manifestazione al ministero della Salute dopo che una troupe della trasmissione tv ha ripetutamente cercato di intervistarla. "Comportamenti che nulla hanno a che fare col diritto di cronaca...".
Il ministro Fornero è una forza della natura: è riuscita a radunare le iene a un conciliabolo sull'essenza stessa del Ministero del Lavoro...
ih ih ih!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 20 novembre 2012

Presidente Obama, il Nobel per la Pace le è scaduto

OSLO - "Sono sorpreso, onorato e profondamente commosso,
ma non sono sicuro di meritare il premio".
Così Barack Obama commenta davanti ai giornalisti la decisione del comitato norvegese di assegnargli il Premio Nobel per la pace 2009. "Accetto questo premio come chiamata all'azione per tutte le nazioni di fronte alle sfide del ventunesimo secolo", ha aggiunto Obama. Il comitato del Nobel ha attribuito il premio al presidente degli Stati Uniti "per i suoi sforzi straordinari volti a rafforzare la diplomazia internazionale e la cooperazione tra i popoli".

Intanto la Casa Bianca dichiara: Obama non ha chiesto a Israele di fermarsi.










Perché non lo restituisce?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Il post di Odifreddi contro la logica nazista di Israele cancellato da La Repubblica


Repubblica cancella il post di Odifreddi su Israele.
Lui lascia: “Meglio fermarsi”.
Il matematico aveva scritto parole dure sul conflitto in Medio Oriente accusando lo Stato ebraico di "logica nazista", ma il suo intervento è scomparso dopo 24 ore. Oggi il saluto ai lettori: "Continuare sarebbe un problema. D’ora in poi dovrei ogni volta domandarmi se ciò che penso o scrivo può non essere gradito a coloro che lo leggono".

Di seguito il post di Odifreddi cancellato dal blog

Dieci volte peggio dei nazisti (18)
Uno dei crimini più efferati dell’occupazione nazista in Italia fu la strage delle Fosse Ardeatine. Il 24 maggio 1944 i tedeschi “giustiziarono”, secondo il loro rudimentale concetto di giustizia, 335 italiani in rappresaglia per l’attentato di via Rasella compiuto dalla resistenza partigiana il 23 maggio, nel quale avevano perso la vita 32 militari delle truppe di occupazione. A istituire la versione moderna della “legge del taglione”, che sostituiva la proporzione uno a uno del motto “occhio per occhio, dente per dente” con una proporzione di dieci a uno, fu Hitler in persona.

Il feldmaresciallo Albert Kesselring trasmise l’ordine a Herbert Kappler, l’ufficiale delle SS che si era già messo in luce l’anno prima, nell’ottobre del 1943, con il rastrellamento del ghetto di Roma. E quest’ultimo lo eseguì con un eccesso di zelo, aggiungendo di sua sponte 15 vittime al numero di 320 stabilito dal Fuehrer. Dopo la guerra Kesselring fu condannato a morte per l’eccidio, ma la pena fu commutata in ergastolo e scontata fino al 1952, quando il detenuto fu scarcerato per “motivi di salute” (tra virgolette, perché sopravvisse altri otto anni). Anche Kappler e il suo aiutante Erich Priebke furono condannati all’ergastolo. Il primo riuscì a evadere nel 1977, e morì pochi mesi dopo in Germania. Il secondo, catturato ed estradato solo nel 1995 in Argentina, è tuttora detenuto in semilibertà a Roma, nonostante sia ormai quasi centenario.

In questi giorni si sta compiendo in Israele l’ennesima replica della logica nazista delle Fosse Ardeatine. Con la scusa di contrastare gli “atti terroristici” della resistenza palestinese contro gli occupanti israeliani, il governo Netanyahu sta bombardando la striscia di Gaza e si appresta a invaderla con decine di migliaia di truppe. Il che d’altronde aveva già minacciato e deciso di fare a freddo, per punire l’Autorità Nazionale Palestinese di un crimine terribile: aver chiesto alle Nazioni Unite di esservi ammessa come membro osservatore! Cosa succederà durante l’invasione, è facilmente prevedibile. Durante l’operazione Piombo Fuso di fine 2008 e inizio 2009, infatti, compiuta con le stesse scuse e gli stessi fini, sono stati uccisi almeno 1400 palestinesi, secondo il rapporto delle Nazioni Unite, a fronte dei 15 morti israeliani provocati in otto anni (!) dai razzi di Hamas. Un rapporto di circa 241 cento a uno, dunque: dieci volte superiore a quello della strage delle Fosse Ardeatine. Naturalmente, l’eccidio di quattro anni fa non è che uno dei tanti perpetrati dal governo e dall’esercito di occupazione israeliani nei territori palestinesi.

Ma a far condannare all’ergastolo Kesserling, Kappler e Priebke ne è bastato uno solo, e molto meno efferato: a quando dunque un tribunale internazionale per processare e condannare anche Netanyahu e i suoi generali?


Piergiorgio Odifreddi

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 19 novembre 2012

Monti e il lascito dei doni della morte economica al governo che verrà!


Monti: "Anche in futuro governi saranno responsabili".
Il premier torna sulla dichiarazione di ieri che tanto ha fatto discutere e assicura: "Chi governerà in futuro opererà nel senso del risanamento e delle riforme". E ancora: "Noi impegnati nel breve periodo che abbiamo a disposizione". Per il colpo di grazia. Meno male che c'è Napolitano che ci sussurra speranze: "Usciremo dalla crisi". Ma a chi si riferisce?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 18 novembre 2012

L'uccisione dei piccoli palestinesi serve...

...a quelli che li ammazzano per poter camminare sicuri e in pace per le loro strade, per le loro case, di poter mandare i loro piccoli a studiare nelle loro scuole in grazia di Dio e di vivere con la speranza di un futuro radioso stampato sulle loro bocche sorridenti!
Chissà, magari il giorno prima di ammazzare l'ultimo prenderanno coscienza della loro crudele cecità!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Mario Monti dagli sceicchi a fare il vu' cumprà a nome nostro


Mario Monti agli arabi: "Momento di comprare a buon mercato in Italia".
Altro che schizzinoso! Monti dà l'esempio ai giovani ed emigra nei Paesi arabi con un obiettivo semplice e chiaro: vendere l'Italia a sceicchi ed emiri, i nostri debiti e immobili vari. Ma da chi è stato delegato?

È stato visto nei pressi delle residenze di ricchi sceicchi a fare il vu' cumprà, nel tentativo di impietosire i poveri arabi. E io la vedo brutta, che se riesce a vendere tutti i paracqua agli arabi, noi poi come ci ripariamo dalle piogge torrenziali dei debiti che ci spareranno da sotto i ponti e da sopra i tetti dei ministeri?
Cosa non si fa per l'amor di Patria. Eh, ma lui lo fa.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 17 novembre 2012

Anche i camerieri tirano un sospiro di sollievo alla parole di Alfano

Perché, in fondo, non è la divisa che
fa il poliziotto, sono le buone azioni!

Sugli scontri tra lo Stato e gli studenti, che sono i più acerrimi nemici della polizia di Stato, Alfano non ha dubbi: "Il Pdl starà sempre dalla parte di chi porta una divisa".

Confortati da tale supporto, anche i camerieri hanno elevato un plauso all'onorevole che ha avuto una parola per loro. Di seguito, tutti i lavoratori che portano una divisa hanno applaudito a queste parole, comprese le tute blu e i becchini, facendo i dovuti scongiuri.
E per quanto riguarda le divise, le abbiamo virtualmente elencate tutte, eccetto quelle da onorevoli e ministri. Già, ma loro non portano divise. Sono sempre in borghese, uguali in serie e irriconoscibili...!?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Mosè richiamato in servizio per una missione diplomatica di pace in Palestina

"E se non ci riesco io, chi vuoi che ci riesca?"

Raid su Gaza, razzi contro Gerusalemme.
Israele pronta per un attacco via terra.
Lanci contro la Città Santa, non accadeva da 40 anni. A Tel Aviv riaperti i rifugi. Altre cinque vittime civili negli attacchi aerei su Gaza, il bilancio dei morti sale così a 29. Lo Stato ebraico si prepara a richiamare 75 mila riservisti. Il segretario Onu annuncia visita per cercare soluzione diplomatica.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 16 novembre 2012

Lo Stargate di Renzi secondo Di Pietro

Di Pietro: “Non possiamo seguire Grillo”. E invita a votare Bersani o Vendola. Ma non per Renzi: "È innamorato della Marchionne-maniera".

Metafora dipietresca per dire che chiunque
si candida a premier entra con una testa e...

ne esce sempre con un'altra: un'anomalia
irreversibile. Non si salva nessuno.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Le punizioni esemplari del ministro Cancellieri ai poliziotti gratuitamente violenti


Sciopero europeo, scontri a Roma, Cancellieri: “Punirò i poliziotti violenti”.
Ogni 10 ragazzi manganellati 1 poliziotto punito..., se mai se ne trovasse un altro, anche per lui lo stesso trattamento....
per eliminare sul nascere le cattive dicerie su uno Stato che sa solo picchiare alla cieca i propri ragazzi e sparare a tradimento i lacrimogeni dall'alto dei propri tetti di Giustizia!


Il ministro ha poi commentato le parole di Beppe Grillo, che in un post aveva chiesto agli agenti di abbandonare la divisa e di manifestare con gli studenti: "L'Italia non ha bisogno di altri falsi Masanielli, sono parole da irresponsabile".
Non si sa se per Grillo la ministra abbia pensato a delle sanzioni significative. Perché la misera fine di Masaniello fu quella di essere sparato e decapitato. Le monarchie di quel tempo non andavano tanto per il sottile...
Ma non è il caso nostro, visto che siamo in una Repubblica.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 15 novembre 2012

Fantasma di Berlusconi? Esperti acchiappafantasmi del Pd ad Arcore

19 segnalazioni ad Arcore.


Non vogliono essere chiamati "acchiappafantasmi" come nel famoso film, bensì studiosi di fenomeni paranormali. I Fantastici 5, delle "Primarie del Pd", sono ad Arcore dopo una decina di segnalazioni sulla presenza in città del fantasma di Berlusconi, leggendario premier del ventennio berlusconista. "Ognuno è libero di crederci oppure no. Noi - spiegano gli esperti - non acchiappiamo alcun fantasma, studiamo semplicemente fenomeni che sembrano strani e che ci vengono segnalati".

Notizia qui.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Il fattore M fa paura non solo ai colonnelli di Berlusconi...

... ma anche a quelli che non hanno mai amato la marina e preferiscono l'aviazione.

Devo portare avanti
le istanze di papà...

Terremoto Pdl, la paura dei colonnelli: "Silvio vuole lanciare la figlia Marina".
L'ex premier: "È come me nel '94". Nel partito crescono le fughe. Alfano in difficoltà. I dissidenti: "Puntiamo al gruppo autonomo alla Camera"

Tutto è in bilico, al punto da aver indotto Berlusconi a rinunciare all'invito di Vespa per domani sera. E in queste stesse ore, sui capannelli pidiellini in Transatlantico è tornato ad aleggiare con insistenza il fattore "M", destinato a destabilizzare ancor più il quartier generale di via dell'Umiltà. Il tam-tam rimbalza da giorni, non a caso dopo l'ultimo fine settimana.

"Ci vorrebbe un Berlusconi del '94", ha spiazzato tutti il capo durante l'ultimo Ufficio di presidenza. A tutti è stato chiaro come il leader pensi a sé stesso, in prima battuta, per un ritorno in grande stile. Soprattutto se il 25 novembre a vincere le primarie del Pd dovesse essere Bersani e non Renzi. Ma nel chiuso di Arcore - e lo scorso week end nella stretta cerchia volata in Kenya - è un'altra la pista presa in seria considerazione. E porterebbe appunto alla casella "M", come la figlia Marina. Se il "titolare" rinunciasse, sarebbe lei il "dinosauro" promesso qualche giorno fa come arma finale letale. Per ereditarietà.

Qui, il fattore "M", fuori di tetta.

Eh bien, la fête continue!
Come si attrezzeranno quelli del Pd? Come fronteggeranno il Tirannosauro Regina Marina? Con un Velociraptor come Renzi o un Diplodocus erbivoro come Bersani? Un Gallimimus come Vendola o un Saltopus come Tabacci? Per non parlare della Triceratopuppata!

Sì, è vero, preconizziamo una paura ancestrale inaudita. Solo l'aviazione ci potrà salvare e anche l'esercito, dallo sbarco della marina.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 14 novembre 2012

Anche i Fantastici 5 si uniscono all'appello di Grillo che invita la polizia a schierarsi con i manifestanti

Tre arresti a Roma, feriti a Torino e Milano.
Grillo: "È guerra, poliziotti unitevi ai ragazzi".
Sugli incidenti è intervenuto Beppe Grillo, chiedendo alla polizia di schierarsi dalla parte dei manifestanti:
"Soldato blu - scrive il leader del Movimento 5 stelle nel suo blog - non ti senti preso per i fondelli a difendere l'indifendibile, a non schierarti con i cittadini? Togliti il casco e abbraccia chi protesta, cammina al suo fianco. È un italiano, un'italiana come te, è tuo fratello, è tua sorella, qualche volta, come ieri per gli operai del Sulcis, un padre che ha sputato sangue per farti studiare. Sarà un atto rivoluzionario".
Decine di migliaia di persone sono scese in piazza in 87 città per manifestazioni contro i tagli alla scuola e contro la politica di austerity per difendere il lavoro. Durissime cariche nella capitale, oltre 50 fermati, tre arresti. Anche a Torino, Milano e Padova episodi di violenza: feriti poliziotti.

Cosa c'è di tanto scandaloso nell'appello di Grillo? Niente, tant'è che alcuni quotidiani nazionali si stanno allineando... prendendo posizione... dopo aver visto che anche i 5 candidati alle primarie del Pd lo hanno già fatto... eh eh eh!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Troppo chiasso per un po' di gelatina di petrolio, più nota come vaselina

Di Pietro, consigliere Pdl: "Vendola e la vaselina? Solo una battuta".
"Non mi dimetterò mai e non chiederò scusa: quella sulla vaselina era solo una battuta". Così Andrea di Pietro, consigliere comunale in quota Pdl a Vigevano, a La Zanzara su Radio 24. "Ho usato su twitter la parola vaselina non perché Vendola è gay, ma perché è viscida come lui". In seguito alla mancate scuse del consigliere, Sel ha chiesto l'intervento di Alfano: "Pensiamo che un personaggio simile non possa certo rappresentare le istituzioni democratiche"


Il dottor Di Pietro non è omofobo, anzi è un salutista e non chiederà mai scusa a Vendola. Vi spiego subito il perché: lui non ce l'ha con i gay, ma con la vaselina che è potenzialmente cancerogena, visto che è un derivato del petrolio.
Lui è più per il burro centrifugato. E, siccome nella vita non si può essere certi di niente, può darsi che un giorno lui abbia da consigliarlo a sé stesso o a un suo discendente.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 13 novembre 2012

Tutto il confronto dei candidati alle primarie del Pd su Sky, riletto e rivisitato da me!

Primarie centrosinistra, sfida tv: scontro su Casini, tutti uniti nel “no” a Marchionne.
Faccia a faccia in tv davanti alle telecamere di Sky tra i 5 candidati: Bersani, Puppato, Renzi, Tabacci e Vendola si sono confrontati su diritti civili, alleanze, politica economica, pressione fiscale e costi della politica.


Ecco la cronaca ora per ora del confronto tv:

- 20.39 Tabacci: “Dire che l’Imu non si deve pagare è un errore”... Il primo a rispondere alle domande del moderatore Gianluca Semprini è Bruno Tabacci: “Dire che l’Imu non si paga è un errore, chi ha tolto l’Ici aveva respiro corto ed è andato in direzione sbagliata”. Perché sei tu Tabacci, perché non ti chiami Tabacchi?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 12 novembre 2012

Nel fac-simile di Renzi Vendola è sparito: rottamato anche lui

CHIUNQUE SARÀ IL VINCITORE FARÀ DEL BENE ALL'ITALIA!

Vota per chi vuoi, e anche se non
lo voti per noi non cambia niente

Bersani, Renzi, Vendola, Tabacci e Puppato si preparano. E se le promesse sono quelle che sarà un faccia a faccia leale, le polemiche della vigilia promettono un clima scoppiettante. L'ultimo scambio polemico riguarda il fac simile della scheda 1 per le primarie elaborata dai comitati di Renzi: nel novero dei candidati manca il nome di Nichi Vendola. Una "dimenticanza" denunciata dallo staff del leader di Sel. Dall'account ufficiale dei "Comitati per Renzi", tuttavia, specificano: "Il fac simile è stato fatto da un comitato di Bari che sostiene la candidatura di Matteo, non da noi. Non siamo in grado né di censire né di controllare tutti gli account spontanei che nascono. Ad ogni modo non siamo noi che abbiamo prodotto quel fac simile. In quello diffuso da noi il nome di Vendola c'è".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Monti non vorrebbe restare premier, piuttosto un posto come santo in Paradiso gli piacerebbe


Monti dice che non prevede il suo futuro ancora da premier, ma... un posto in Paradiso gli piacerebbe, eccome! Lo ripagherebbe per tutti i sacrifici patiti per salvare l'Italia dal disastro economico. Infatti sta manovrando per favorire la Chiesa sul pagamento dell'Imu.
L'esecutivo tecnico dei professori ha inserito una modifica ad hoc sulla definizione di no profit nel decreto Enti locali per favorire le realtà ecclesiastiche. Il tutto contro il parere del Consiglio di Stato e con il rischio che l'Europa multi l'Italia. Si tratterebbe di un danno di quasi tre miliardi di euro.
Tre miliardi per salvare l'Italia o per salvare la sua anima per non aver salvato l'Italia?
Mah, gli storici poi glielo spiegheranno ai nostri figli.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 11 novembre 2012

Lasciate che gli scilipotini vengano a me

Sempre attento al mistero glorioso della politica

A Fiuggi va in scena il congresso giovanile del Movimento di responsabilità nazionale. “Sono venuti perché attratti dal mio programma”, dice Scilipoti.

Domanda: "Perché dei giovani oggi dovrebbero fare politica con Scilipoti?".
Scilipoti: "Questa è una domanda che deve fare a loro e non a me".
Domanda: "Lei, perché li chiama?"
Scilipoti: "Ma io non li chiamo, sono venuti loro. Hanno visto il mio programma e si sono avvicinati... come a Gesù andavano i bambini".
Domanda: "Quali sono le politiche giovanili di Domenico Scilipoti".
Scilipoti: "Fa parte del mistero degli scilipotini, ma se resta al congresso alla fine lo capirà".

Gli scilipotini vanno da Mimmino Scilipotino per rinnovare la politichina italianina...

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

In che cosa consiste la felicità, oggi, per i poveri cristi?

Il Sole è come il tuo Stato:
senza di esso sei morto!
In che cosa consiste la felicità, se non nel provare e saziare un'immensa quantità di passioni non malvagie? Questa sarà la sorte degli esseri umani, quando si saranno liberati dallo stato civile attuale, barbaro e selvaggio. Le loro passioni saranno allora così innumerevoli, ardenti e varie che l'uomo trascorrerà la sua esistenza in una sorta di frenesia permanente e non avrà più il tempo di annoiarsi.
Questo è stato il pensiero di Charles Fourier, filosofo e politologo socialista francese, ideatore del "falansterio".

In cosa consiste oggi la tua felicità?...
Dalla capacità che ha il tuo Stato oppressivo, che ti si presenta civile e saggio, di convincerti che tutto sommato devi essere contento di poter vivere così come ti permette di farlo, poiché altrove staresti peggio. Il tuo Stato è il migliore, convinciti! E facci una dormita sopra. Così che, quando ti sarai svegliato, magari ci ripenserai sù.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 10 novembre 2012

Monti, l'economicida della patria

Queste mie pozioni combattono i
tentativi di suicidio per crisi, quindi non
capisco perché mi si dà del criminale?

L'opinionista su RaiDue: "Monti è un criminale".
L'intervento di Paolo Barnard ieri sera a "L'ultima parola", il programma di Gianluigi Paragone in onda su RaiDue: "Mario Monti è un criminale, lo ripeto e spero che lui mi denunci, mi quereli perché solo così posso portare davanti a un tribunale italiano le prove del fatto che questo è un economicidio contro la patria".
Ma Monti non lo farà: è troppo impegnato a salvare la patria.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Lo sapevate che anche i generalissimi della Cia hanno un cuore!

Credevate che questi uomini fossero insensibili e senza passioni, usi soltanto a fare guerre ed esportare democrazia nei paesi canaglia? Vi sbagliavate!

Ma tu guarda, con un mondo sottosopra,
dobbiamo interessarci anche di Petraeus

Si dimette il direttore della Cia Petraeus.
Lettera a Obama: "Ho tradito mia moglie".
Pensierino di riflessione di Obama: "Povero Petraeus... chissà se durante la relazione con la biografa indossava i boxer o gli slip?"
A poche ore dalla rielezione del presidente, primo grosso guaio per l'Amministrazione: l'ex generale, che ha guidato la guerra in Afghanistan e poi è passato a dirigere l'intelligence, ha appena rassegnato le dimissioni. Nella lettera di dimissioni, accettate da Obama, la confessione: "Un comportamento inaccettabile". L'amante sarebbe la sua biografa.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 9 novembre 2012

Anche Schifani urla: Abbasso il Porcellum!


Schifani: "Avanti legge elettorale o Grillo a 80%".
Il leader di M5S: "Soglia 42,5% è colpo di Stato".
Il presidente del Senato auspica la riforma del Porcellum: "I tempi ormai sono brucianti". E sprona i partiti a fare presto. Il capo dei grillini: "Vogliono impedire a tavolino la nostra vittoria". E attacca la Ue.
Con l'eliminazione del porcellum diminuirà, però, la produzione dei culatelli. E questo non è giusto, soprattutto per chi ormai era culo e camicia coi porcelli, che si sa, di loro non si butta mai niente.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Il candidato premier di Berlusconi: pronto il colpo di scena che spiazzerà tutto e tutti

La Santa era quasi diventata una casalinga
stressata ma ora c'è una piccola speranza

Il Cavaliere prepara il colpo di scena: "Il candidato non sarà comunque Angelino".
Ahi ahi ahi... colpo a tradimento, fu!
L'ufficio di presidenza del Pdl si è trasformato in un vero e proprio psicodramma. Berlusconi cerca un'alternativa e studia la nuova discesa in campo: solo io posso. Il leader del Pdl ha già fissato per il 26 gennaio la data per il secondo "predellino".
Da questo predellino Berlusconi ne sparerà una delle sue e salverà la sua stagione. Anche la Santa potrebbe emergere dal predellino... ma don Al Fano, l'ex delfino, come reagirà?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 8 novembre 2012

Draghi: inizieremo dal taglio da cinque euro e ci metteremo le nostre effigie

Draghi annuncia una serie di nuove banconote.
«Inizieremo dal taglio da cinque euro. Ho chiesto alla nostra zecca di immortalarci, sia me sia Monti, sul davanti e sul didietro per rafforzare i meccanismi di sicurezza anti falsari. Sulla crescita purtroppo nessun miglioramento prima della fine del 2012».

"Caro Mario, una banconota da 5
è proprio da modesti, per noi"


"Hai ragione Mario, però così
non daremo nell'occhio!"

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

L'inno di Mameli sarà obbligatorio nelle scuole

A questo punto

Inno di Mameli, sarà obbligatorio insegnarlo nelle scuole italiane.
Il senato approva il provvedimento che istituisce la "Giornata dell’Unità della Costituzione, dell’inno e della bandiera". L'obiettivo è riaffermare l'identità nazionale. Hanno votato a favore tutti i gruppi, a eccezione della Lega Nord che ha protestato in aula.

L'ANTIDOTO: cantare stonati e fuori tempo!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 7 novembre 2012

Alfano a Berlusconi: Silvio, siamo in un cul-de-sac

"Mettetemelo per iscritto"

Primarie Pdl, pressing su Berlusconi: "Silvio, ci devi mettere la faccia".
Alfano e Verdini a pranzo con il Cavaliere per convincerlo della necessità di un suo impegno diretto nella consultazione per il candidato a Palazzo... dopodiché, in caso contrario, Alfano se la dovrebbe vedere con il dito medio della Santa Anché: e questo sì che è un guaio!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Obama ha vinto. E ora un altro Nobel, please!

Svelato il mistero degli slip di Obama. La domanda: "Barack con i boxer o con gli slip?" ... la risposta vincente di Michelle: "Meglio niente".

E con niente ha vinto!

L'America ha scelto Obama.
"È successo grazie a voi. Altri 4 anni".
Alle 5,15 del mattino (ora italiana) il presidente democratico è ufficialmente eletto per un altro mandato alla Casa Bianca. Decisiva la vittoria in Ohio. Ma dovrà governare con un Congresso di nuovo spaccato. Grande festa a Chicago.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 5 novembre 2012

Vendola: il triangolo no, non l'aveva considerato


Vendola: "Il leader Pd scelga me o Casini".
O me o Casini. È questo l'aut aut di Nichi Vendola a Bersani. Su un'eventuale alleanza tra Pd, Udc e Sel, il governatore della Puglia si rivolge al segretario democratico.
"Deve rispondere lui - dice Vendola: se vuole governare senza fare le riforme, se vuole rassegnarsi a un programma così mediocre, andrà con Casini.
Se invece vuole costruire un programma di cambiamento, deve farlo con Vendola.
Sia io che Casini vogliamo l'esclusiva".
Il leader di Sel boccia poi l'avvicinamento tra Di Pietro e Grillo.
"Il populismo - spiega - non può essere una risposta ai problemi del Paese. Mi spiace molto se Di Pietro prende la scorciatoia dell'esercizio della demagogia. Noi stiamo lavorando alla democrazia. È diverso".

È bello sapere, da qualsiasi parte la si guardi, che all'interno della cosiddetta sinistra tutti lavorino alla democrazia. Beh, dài, anche a destra. E al centro. Siamo fritti, allora, con olio democratico!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Siciliani, metteteci una crocetta sopra e state mutoli

Sembra esserci in atto una campagna mistificante e diffamatoria contro i siciliani che si sono astenuti. 

I siciliani secondo Mutolo e i suoi suggeritori

Elezioni Sicilia, Mutolo e Ingroia: “La mafia dietro l’astensionismo”.
Il pentito di mafia Gaspare Mutolo lancia l’allarme. Intervistato da Il Fatto Quotidiano spiega: “La mafia ha lasciato che vincesse Crocetta per mandare un messaggio a Pdl e Udc”. Non ho capito bene: ma il Crocetta non è stato eletto anche e soprattutto con i voti dell'Udc di Cuffaro e compagnia cantando?
Dello stesso parere il procuratore aggiunto di Palermo, Antonio Ingroia: “La mafia ha preferito stare alla finestra in attesa di vedere se riesce a stringere nuovi patti”. A quale finestra sta di quali istituzioni? Certo, il dottor Ingroia se ne intende e la analizza così come scrive il giornale. Può darsi che il giornale abbia distrattamente frainteso l'opinione di Ingroia. Ormai non c'è da fidarsi di nessuno.

Il tasso elevato dell’astensionismo alle elezioni regionali in Sicilia avrebbe un chiaro significato, un vero e proprio messaggio lanciato dalla mafia ai partiti politici, ma soprattutto ad alcuni esponenti di spicco della politica nazionale. Questa l’interpretazione del pentito Mutolo, ma anche del procuratore aggiunto di Palermo, Antonio Ingroia.
Bene, posso capire uno come Mutolo che con Cosa Nostra ci ha sguazzato, ma mi fa stralunare i sensi Ingroia. Vuol dire che anche Ingroia avvalora l'ipotesi, ipotesi mica tanto, che i Siciliani sono stati combinati, istruiti e obbligati, pena la vendetta mafiosa, a non andare a votare?

Nell'intervista si continua con "Grande è dunque la speranza che viene riposta nel neo eletto Crocetta. L’ex sindaco di Gela è infatti chiamato ad invertire il cammino della Regione Sicilia, al fine di spezzare il legame storico che intercorre tra la politica e la mafia, come recentemente dimostrato dall’arresto dell’ex governatore Cuffaro e dalle indagini che coinvolgono il presidente dimissionario della Sicilia Lombardo".

Cos'è Crocetta, il nuovo messia? Dipingerlo come la nuova Speranza di Salvezza dell'Isola. Speranza che si tramuterà in lotta. Cosa farebbe, infatti Crocetta? Licenzierebbe tutti quelli in odor di mafia che stanno seduti alla Regione? Perché, ce ne sono? Dal Pci a Rifondazione, poi al Pd ed eletto con i voti dell'Udc. In che cosa è migliorato il signor Crocetta? Forse che lo spostamento sempre più a destra (o più a sinistra) di un politico dimostra una maggiore incisività nella lotta a Cosa Nostra? Beh, può darsi che io, non essendo un politico, brutta razza, non capisca l'alchimia di questi discorsi e di questi movimenti. Ma vediamolo all'opera il presidente Crocetta. E poi lo loderemo. O tutto l'opposto.

In tutta questa messinscena, attraverso le parole di Mutolo, viene fuori, chiaramente, la stupidità dei diffamatori delle nostre intelligenze, di milioni di cittadini siciliani che anche non votando, hanno votato CONTRO! E, sottinteso, alla mafia!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 4 novembre 2012

Alfano: il più bel fico del bigoncio!

«Alfano è il miglior protagonista oggi in circolazione, il miglior "fico del bigoncio", come si usa dire, più bello ancora di Casini, più umano di Bersani e più sexy di Renzi».

"Alfano è il nostro Nero d'Avola prelibato:
lo spremeremo al momento opportuno"

Berlusconi e l'elogio ad Alfano: «È il più bel fico del bigoncio... non gli manca niente... nemmeno il quid... poi ho chiesto scusa agli italiani... indirettamente... ho utilizzato Vespa per questa incombenza... non ce l'ho fatta a chiedere scusa direttamente... troppi sforzi... ma ora sono più sereno... non mi ricandido più e resterò in campo come padre fondatore».

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 3 novembre 2012

Merkel ci vuole senza fiato ancora per 5 anni


Crisi, Merkel: “Dobbiamo trattenere il fiato per 5 anni”.

Secondo il Cancelliere tedesco tanto ci vorrà per uscire dall'attuale situazione economica. Nel frattempo bisogna "essere rigorosi per convincere il mondo che è redditizio investire in Europa".
Tutto il contrario delle balle che ci ha raccontato il professor tecnico.
Bene, avvertitelo che è già l'ora di presentare il suo cucù a Frau Merkel. Stare 5 anni senza fiato è come morire. Ci vuole morti, signora? E poi, chi la sfotterà ancora?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Grillo fa le prove generali del suo coro vincente!


Dopo l'Opa sul partito di Di Pietro, Grillo punta a Palazzo Chigi.
La strategia del guru 5 Stelle: candidato premier se resta il Porcellum, via alle liste. Dopo l'exploit in Sicilia l'ex comico e Casaleggio si sono convinti che tutto è possibile.

Sarà un tormento godurioso riuscire a resistere fino a quella data, immaginando, lungo questo tempo, lo spavento epocale degli altri guru, e lo spariglio finale.
Finirà come finivano le storie a canovaccio prefigurato dell'antica Commedia dell'Arte. Che mi sia concesso d'arrivarci! Amen!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 2 novembre 2012

La campagna delle primarie del Pd è scesa al livello dell'orifizio anale

ORIFIZI ANALI DEMOCRATICI MOLTO DELICATI

Rottamato pure il tabù dell'omosessualità

Fedelissimo di Renzi insulta Vendola.
Lo staff del governatore: "Omofobo".
Luigi Marattin, assessore del Pd a Ferrara, replica su Twitter ad una critica contro il sindaco di Firenze ed usa parole pesanti. Si scatena la polemica.

Marattin ascolta Vendola su La7 profettizzare una sconfitta di Renzi alle primarie perché, dice il governatore, "ha come modello Tony Blair, la figura più fallimentare della storia della sinistra europea". Una critica tutta politica, dunque, che il giovane assessore di Ferrara commenta in modo molto poco elegante così: "Nichi, per usare il tuo linguaggio, ma va prosaicamente ad elargire il tuo orifizio anale in maniera totale e indiscriminata".

Ovviamente lo staff di Vendola ha buon gioco a denunciare, sempre su Twitter, l'attacco omofobo. E le critiche a Marattin si sprecano. L'assessore dapprima annuncia: "Non ho alcuna intenzione di scusarmi". Poi spiega: "Vendola ha fatto un'affermazione fuori luogo e non veritiera e pertanto l'ho mandato a dare via il sedere senza usare parolacce cosa che avrei accettato anche se fosse stata rivolta a me. Se invece si tira in ballo l'omosessualità di Vendola la cosa diventa molto grave perché presuppone che un omosessuale debba appartenere ad una categoria "protetta" in virtù di una disabilità. Io non la penso così".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 1 novembre 2012

Grillo: Di Pietro al Quirinale, c'azzecca o non c'azzecca?


Grillo lancia Di Pietro per il Colle: "È onesto, vada al Quirinale".
Per il capo politico dei Cinque Stelle l'ex pm ha fatto molti errori ma "è un uomo onesto e ha fatto opposizione da solo in Parlamento", quindi "è l'uomo giusto per la presidenza".

Qui va a finire come la guerra tra poveri. E già m'immagino una miriade di gente onesta al 100% proporsi al Quirinale. Uhm, questo metro di misura grillesco sarà anche interessante, ma vale per tutti? Come si stabilisce l'onestà di una persona? E l'onestà, è sinonimo di purezza?
Per carità, se dovessimo essere all'ultima spiaggia, però, un Di Pietro al Quirinale incazzeccherebbe molti altri galantuomini che non c'azzeccano una beneamata!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Heracleum