giovedì 17 luglio 2014

Lettera aperta a Renzi: perché sei cambiato da così a così?

E io che ti facevo coerente, ti credevo Don Chisciotte senza panza, ti pensavo omino superpartes.
Non potrò mai più dimenticare i tuoi mottetti da toscanaccio giù per lo Mugnone quando cazzeggiavi a favore dei tanti calandrini sparsi per l'Italia.
Avevi dichiarato solennemente:
- Non farò mai il segretario del PD, sono il meno adatto. (Matteo Renzi 6 novembre 2012).
- Se vinco mai più larghe intese. (Matteo Renzi 20 ottobre 2013).
- Voglio cambiare l'Italia e non cambiare il governo, punto a far lavorare il governo e non a farlo cadere. (Matteo Renzi 10 dicembre 2013).
- Tutto il PD aiuterà Enrico nel semestre di presidenza europea (Matteo Renzi 15 dicembre 2013).
- Per tutto il 2014 il premier è e sarà Enrico Letta. (Matteo Renzi 22 dicembre 2013).
- Nessuna intesa tra Letta, Alfano e me, non voglio essere assolutamente: io sono totalmente diverso per tanti motivi (Matteo Renzi 29 dicembre 2014).
- Enrico non si fida di me, ma sbaglia: io sono leale. (Matteo Renzi 12 gennaio 2014).
- Il governo Letta deve lavorare per tutto il 2014. (Matteo Renzi 13 gennaio 2014).
- Enrico #staisereno, nessuno ti vuole prendere il posto vai avanti. (Metto Renzi 18 gennaio 2014).
- La staffetta Letta Renzi non è all'ordine del giorno: io, sia chiaro, sto fuori da tutto. (Matteo Renzi 5 febbraio 2014).
- Al governo senza elezioni chi ce l'ho fa fare? Io non diventerò mai presidente del consiglio senza il voto. (Matteo Renzi 10 febbraio 2014).
- Accetto tre ministri di NCD ma devono essere facce nuova, Alfano quindi non può esserci. (Matteo Renzi 21 febbraio 2014).... Non dimenticare, per inciso, che sei premier senza essere stato eletto da nessuno.
Ti sembra giusto?

E ora - beh, è da tempo ormai che vi riunite col pregiudicato, che nessuno tollera ma tutti tengono allegro, nella cantina del Nazareno come carbonari - che ti sei messo a cazzeggiar insieme a Berlusconi - a fin di bene, intendiamoci! - pur contro alcune regole della democrazia, fai rabbrividire tutti i santi del Paradiso, compresi Rodotà, Rodomonte e Santippe!
Tant'è che li hai costretti a organizzare una petizione che s'antitola: "Contro i ladri di democrazia, no al Parlamento dei nominati e all’uomo solo al comando", che non è Coppi e manco quel sant'uomo di Bartali. Quel desso sei tu! Quello che si è inventato l'Italicum pesante e il Senatino leggero.
Mi viene difficile credere, per colpa di Grillo che ti ha chiamato ebetino, che, appunto, con un appellativo così tu possa risultare davvero pericoloso per la democrazia vigente!!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum