sabato 13 settembre 2014

Dai fucili di Bossi ai bastoni di Salvini

Il leader del Carroccio: "Contro questa porcata prenderemo i fucili".
Scontro Pd-Pdl: "Chi ha sollevato il problema ha paura di perdere".
Schede, Bossi "pronto alle armi".
Veltroni: "Indegno di un ministro".
Avevamo sentito le trombate dei fucili della Lega nord fino in Sicilia. Tant'è che avevamo creduto alla calata degli Unni, dal Valpadana, roba che perfino i nostri mafiosetti siculi erano costretti a nascondersi con le loro ridicole lupare.
E questo per quanto riguarda Bossi... e anche Veltroni.

Salvini: "Se Renzi mette mezza tassa in più, a Roma con bastoni".
Il leader del Carroccio alla Festa dei popoli padani, mentre a Milano è in corso l'eurogruppo. "Se i vincoli di Bruxelles ti portano a morire, te ne devi fregare". Poi precisa: "Ma sono bastoni figurati". Poi, sul referendum in Scozia: "Se vincono i sì, voteremo anche in Lombardia, Veneto e Salento e in Sicilia".
E questa storia dei bastoni figurati di Salvini che non mi convince. I fucili di Bossi, avevano almeno un'anima. Ma coi bastoni, dài. Chi se ne fotte. Specie se figurati.
Inoltre, chi, al posto di Veltroni, si ergerà indignato contro questo Matteo? Forse Matteo il Premier?
E per quanto riguarda l'indipendenza mi sta bene tutto, tranne che in Sicilia. Noi l'abbiamo già l'indipendenza.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

2 commenti:

  1. I bastoni figurati.. come l'asso di bastoni..?
    Ci risiamo, vanno all'osteria, sbevazzano, giocano a carte, poi parlano di politica.

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum