martedì 16 settembre 2014

Quando Renzi parla alla Camera, la Camera si tinge di rosso speranza


Renzi: "Faremo le riforme anche a costo di perdere consenso".

No, dico, le vogliamo immaginare per un istante le facce di chi lo ha messo lì che si ritrovano poi, a un tratto, a perdere consenso?
"Se saremo nelle convinzioni di avere tempi serrati" di esame della delega sul lavoro "rispetteremo" il lavoro del Parlamento "altrimenti siamo pronti anche a intervenire con misure di urgenza, perché sul lavoro non possiamo perdere anche un secondo in più... già il fatto stesso di aver pronunciata questa frase, mi sta facendo perdere del tempo prezioso: poi i miei elettori (le facce di cui sopra) me lo rinfacceranno".

È molto probabile che il rischio di perdere consenso sia già stato calcolato e contenuto in un piccolo cameo di oratoria renziana, che porta a mettersi anticipatamente al riparo dalla perdita del consenso. Che poi, questa perdita di consenso da dove dovrebbe venire se nessuno l'ha mai votato?

"Vi proponiamo di utilizzare come scadenza della legislatura la scadenza naturale della legislatura che è il 2018 - dice il premier -, sapendo che è facoltà delle camere negare in ogni momento la fiducia e sapendo anche, da questa parte del tavolo, che non abbiamo minimamente paura di confrontarci con gli italiani. Lo abbiamo dimostrato".
Chi può negare la fiducia a Renzi se ha la maggioranza delle larghe intese alla Camera? Sono solo puttanate renziane.
Se, alla scadenza naturale della legislazione, qualcuno dovesse negargli la fiducia, è perché Renzi sarà già stato defenestrato dai suoi nominatori. E, un altro, pronto, peggio di lui, a sedercisi sopra.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

2 commenti:

  1. Tranquillo Giorgio, quello non mangerà il panettone.
    Andranno tutti ad autonomine anticipate ed ogni policante in lizza si darà il 100% dei voti.
    Perderà la farsa chi furbescamente si darà il 250% delle proprie preferenze.
    Anche gli italioti offriranno i loro voti.
    Alla Madonna di Fatima (quella che faceva girare le palle in cielo e sulla terra. Esattamente come Renzi).

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum