giovedì 27 novembre 2014

Berlusconi al Quirinale sembra meglio del dr. Lecter

Berlusconi: “Sarei il miglior presidente della Repubblica possibile”.


Per il ‘Dopo Napolitano’ al Quirinale, Berlusconi non si sottrae ed afferma: “C’è bisogno di una persona equilibrata di buonsenso, che abbia nel suo passato segni precisi di riguardo per tutte le parti in causa, un Berlusconi per esempio: io ho la profonda convinzione che sarei il miglior Presidente della Repubblica possibile”.
Analizziamo dunque l’ultimo grassetto.

IoIo appaio astuto ed egoista, ma non lo sono. I miei nemici ne hanno fatto un luogo comune.

HoHo molti finti nemici nel Pd.

LaLa vostra bocca è piena di falso antiberlusconismo, così come il falso antifascismo contemporaneo si è trasformato nel nuovo figlio del berlusconismo: il renzismo.

ProfondaProfonda e sublime è stata la goduria con le mie gnocche olgettine; le donne di questa sinistra non sanno che significhi far godere un uomo come me.

Convinzione – È mia convinzione che questo Paese non mi meriti, ma io lo amo comunque.

CheChe voto mi dò da uno a dieci, sapendo d’essere stato il miglior scopatore tra i politici italiani degli ultimi 150 anni? Dieci, senza dubbio.

SareiSarei bugiardo per alcuni, corruttore per altri. Credete davvero questo? Ma, allora, dovrei stare in galera? Come potete ben vedere, sono libero.

Il Il Renzi, se avesse un minimo di riconoscenza per l’amore che gli ho donato, dovrebbe lavorare in concreto perché io possa ascendere al Quirinale.

Miglior – Il miglior uccello straniero, dicono di me, all’estero.

Presidente – Un buon Presidente non è mai parziale. Io darei a tutti qualcosa su cui riflettere le proprie pulsioni sessuali. È sempre stato il mio sogno dar da mangiare agli arrapati e da bere agli asessuati, evitando completamente i moniti di fine anno. La parabola finale della mia vita la immagino come un uccello che se ne vola via felice, eretto e fiero. Farete una statua all’uccello del Presidente.

DellaDella mia ricchezza che ne farò il giorno in cui sarò eletto Presidente della Repubblica? Ma davvero pensate che gli uomini siano tutti uguali? E nemmeno i Presidenti. Però qualcosa la distribuirò, cribbio. Anche se non mi compete. Sono un generoso, io, e non è l'ennesimo luogo comune.

Repubblica – La Repubblica italiana, è una forma di governo in cui tutti i cittadini dello Stato partecipavano al potere supremo, di norma indirettamente, per mezzo di propri rappresentanti liberamente eletti, o direttamente, per mezzo del referendum, e in cui la carica di capo dello Stato non è ereditaria ma elettiva e temporanea.
Repubblica parlamentare, quella in cui il governo veniva eletto dal parlamento, rimanendo in carica finché ne aveva la fiducia. Di recente, il governo non è più eletto dal parlamento.
Repubblica presidenziale, quella in cui il capo dello Stato è anche capo del governo, ed è eletto a suffragio universale. È per questo tipo di repubblica che lavoreremo insieme, io e Renzi, con o senza il vostro consenso.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

3 commenti:

  1. "C’è bisogno di una persona equilibrata di buonsenso, che abbia nel suo passato segni precisi di riguardo per tutte le parti in causa.."
    -------
    Trovo il commento di Berlusconi molto interessante.
    Cambierei "BISOGNO DI UNA PERSONA" con "BISOGNO DI UNA COSA".
    La ghigliottina, per esempio, ha avuto riguardo per TUTTE le parti in causa, senza sconti per nessuno.
    Sicuramente è la "COSA" giusta per l'Italia..!

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum