martedì 2 dicembre 2014

Mafia Capitale & Capitale FascioMafioso


"L'intercettazione per noi più significativa è questa - ha spiegato il procuratore capo Giuseppe Pignatone - quando Carminati parlando con il suo braccio destro militare, Riccardo Brugia, gli dice 'è la teoria del mondo di mezzo, ci sono i vivi sopra e i morti sotto e noi in mezzo. C'è un mondo in cui tutti si incontrano, il mondo di mezzo è quello dove è anche possibile che io mi trovi a cena con un politico...'. Carminati parla col 'mondo di sopra', quello della politica e col 'mondo di sotto', quello criminale, e si mette al servizio del primo avvalendosi del secondo al servizio del primo.

La caratteristica principale di questa organizzazione sta nei suoi rapporti con la politica e nel fatto che alterna la corruzione alla violenza, preferendo la prima perché fa meno clamore".

Il mondo "normale", ovunque esso si nasconda, gira silenzioso attorno alla "gloria dei mafiosi e dei politici". Loro è la vita che conta! Tutto il resto sono cazzate!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

1 commento:

  1. Mondo di sopra, mondo di sotto, mondo di mezzo..
    Carminati finge di non sapere, che per colpa loro, esiste anche un mondo sottosopra.. il nostro..!!!
    Che si godano la vita, perché prima o poi, la pacchia finirà.

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum