sabato 20 dicembre 2014

Renzi dirige il coro della Vaselina


Legge Stabilità, Grillo: "Un voto da ladri, è dittatura con vaselina". Il leader M5S infuriato si scatena sul suo blog: "Ma Renzi chi crede di prendere per il c?", e chiede lo scioglimento del Parlamento: "Siamo nelle mani di folli sotto gli occhi di un presidente della Repubblica tremebondo che ha tradito la Costituzione".
E su Twitter lascia l'hashtag #PolettiDimettiti subito.

Povero Grillo, ancora una volta mal capito e indigesto.
Ehi, Grillo, guardati dallo sputar contro Renzi e sua Compagnia. Perché, co' sti spifferi di demagogia demofascista di sistema, ti ritorna tutto sulla faccia.
Con tutti gli "errori che hai fatto", e che hai sbattuto contro il "secolare sentimento italico di non remare mai contro un capo che ti dà gli sghei", ora ti trovi a buttar bile: lo pensano tutti i tuoi denigratori, sia quelli con pregiudizi a prescindere, sia quelli che ti odiano perché non sanno ridere di sé stessi.
Hai sentito che ti ha detto Renzi: "Siamo riusciti a convincere Grillo a ritornare a fare il comico"?
Molti italiani sono convinti che Renzi li salverà. E fanno bene a credere in lui. Lui non fa ridere, per questo è nelle corde di quelli che lo irrenzano.
Ma siccome, e io la penso così da lungo tempo, un comico deve fare ciò per cui è portato, è meglio che ritorni a fare il comico; il politico, al contrario, deve fare ciò per cui è irrenzato: ingrassare a poco prezzo le speranze della massa, che quel poco prezzo con cui la ingrassa si trasformerà poi in un prezzo talmente alto da pagare che non conteranno più i dolori... i componenti di quella massa.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum