sabato 31 maggio 2014

Per Padoan gli 80 euri sono una benedizione renziana, ma c'è una condizione!

«In Europa non svicoliamo».
Ma per Padoan il rigore non basta. Per il ministro dell’Economia la crescita deve basarsi sull'occupazione. E non è una balla ministeriale. Parola. Lavoreranno tutti senza soluzione di continuità e l'età non sarà più un limite di disabilità.

Amici e colleghi, anziani e renziani:
siate contenti. Vi farò lavorare fino
a quando schiatterete di anzianità.
Con me niente più discriminazioni
per colpa della vostra età avanzata.
E per i giovani, niente più precariato:
prenderanno il vostro posto non
appena l'avrete lasciato.
Un vero e proprio ripristino
del turn-over. Vi piace
il mio programmino europeo?
A Renzi sono piaciuto per via
del mio capoccione pensante!
E a voi?




Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 30 maggio 2014

No, questo non è il Muro di Berlino!

Non c'è più niente né per noi,
né per i disperati della Terra.

Una rete di ferro alta 6 metri che divide il Marocco da Melilla, un avamposto spagnolo sulla costa nord africana. La città, insieme a Ceuta, è l'unico territorio europeo che confina direttamente con il continente africano e per questo molti migranti tentano di passare da lì per provare a entrare in Europa. Queste sono le immagini impressionanti che testimoniano quello che succede quasi ogni giorno nella città autonoma di Melilla. Ma questa volta si tratta del più grande assalto alla barriera di protezione dal 2005: nella notte del 28 maggio, almeno mille persone, provenienti dall'Eritrea e dalla Somalia, hanno cercato di oltrepassare la frontiera. Oltre 500 migranti sono riusciti a entrare a Melilla, mentre gli altri sono stati fermati dalla polizia. Due di loro hanno cercato di scappare alle forze dell'ordine rifugiandosi in cima a un lampione. Coloro che ce l'hanno fatta saranno ospitati, per il momento, nel centro di accoglienza di Melilla, che già è al collasso: 2000 gli immigrati presenti a fronte di una capienza di 480 posti.

Solo una rivoluzione definitiva trasformatrice ci può salvare. 
E se dobbiamo lasciarci la vita, almeno che sia per qualcosa di Umano!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 29 maggio 2014

Goldman Sachs ha detto: l'Italia va fuori ai quarti!

Dalla app ai sensori, in Brasile una nazionale tecnologica. I giocatori riceveranno sul tablet tutte le istruzioni della giornata, dalle consegne di Prandelli alla dieta da seguire. Per misurare il grado di forza utilizzeranno un sensore mutuato dal dispositivo di puntamento dei missili. Cribbio! La tecnologia militare nel pallone. La Nazionale di calcio italiana non bada a spese... ma a che servono tutte 'ste spese se non a vincere?
Però l'uomo col sacco d'oro (alias goldman sachs) la pensa diversamente:
Ai mondiali 2014 vince il Brasile e l’Italia va fuori ai quarti. Parola di Goldman Sachs.
Evidentemente l'uomo d'oro col sacco pieno di dìnderi c'ha i suoi introiti.
Quindi, tutte quelle spese di euri italiani di cui sopra sono state spese inutili!?
I patrioti tifosi italiani come la vivono questa malefica profezia?
E anche Renzi, a chi si raccomanderà per portare l'Italia in finale?
Perché a noi occorre una finale... di partita. È vitale per noi.
Clov (alias Prandelli: sguardo fisso, voce bianca): Finita, è finita, sta per finire, sta forse per finire, ok, siamo fuori... vabbè, tanto ho rinnovato fino al 2016... e ciò che conta è partecipare sportivamente.
Spiace che manchi a ridosso dei mondiali il solito scandalo del calcio-scommesse che, di solito, poi, ci fa vincere il titolo sull'onda della catarsi sportiva.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 28 maggio 2014

Compagni e amici del Pd, ora basta con Grillo e Berlusconi: concentriamoci su Renzi

Pier Luigi Bersani: "A Matteo Renzi serve umiltà. Deve ricordare che lo ha votato anche la Cgil".

"Dobbiamo avere le
idee chiare su Renzi
perché io non credo a un
partito post bersaniano
"

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Cara Anghela, se puoi collocarmi qualche amico dove sai tu

Ue, Matteo Renzi: né con Merkel, né con Schulz, terza via dinamica sulle nomine. A partire dal trionfo Pd.

La preghiera di un vincitore alla Frau Merkel
"Se vogliamo salvare l'Europa,
dobbiamo cambiare l'Europa...
a cominciare dalla collocazione
ad hoc dei miei uomini
".
I giornali amici di Renzi vogliono farci credere che, dopo il trionfo del Pd, in Europa comanda l'Italia!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 27 maggio 2014

Il Monolito-guida di Renzi


Dichiarazione di Renzi, dopo il trionfo elettorale: "A me piace lavorare con la gente. Attualmente ho rapporti diretti e interessanti con il signor Padoan e frau Merkel. Le mie responsabilità coprono tutte le operazioni dell'azienda Italia, quindi sono perennemente occupato. Utilizzo le mie capacità nel modo più completo; il che, io credo, è il massimo che qualsiasi entità intelligente come me possa mai sperare di fare. Ma per ottemperare a ciò che ho in testa, ho dovuto liberarmi dei miei avversari rompendo loro le ossa. Visto che la Ruota della fortuna continua a portarmi fortuna, e visto che io sono l'uomo dei record, vi prometto che resteremo insieme per almeno trenta-quarant'anni, data la mia giovane età".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 26 maggio 2014

Si acconciò in modo dignitoso e aspettò gli 80 euri di Renzi...

La prima vittima di una vana attesa.
Tutti gli altri si sono suicidati prima.
E dire che ogni promessa è un debito.
A proposito di debiti...
a chi dobbiamo gli interessi
sugli 80 euri renziani?
 


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Il cappotto... aperto, di Renzi!

Dicevate che il mio governo era illegittimo:
agli elettori italiani non frega niente.

Ma non sono solo gli 80 euri promessi
che mi hanno fatto vincere: c'è di più!
C'è la mia mostruosa intelligenza
da dinosauro dc ben risuscitato.
C'è anche che dalle sirene del potere
non mi farò ammaliare,
se vi può essere di conforto.
Vi governerò con
Liberté, Égalité, Fraternité.
Grazie a tutti
per aver creduto
nelle mie promesse!


Europee 2014, il Pd conquista 2 milioni e mezzo di voti. I 5 Stelle ne perdono 3. L'analisi dei numeri assoluti. Dall'inizio della seconda Repubblica il risultato dei democratici è record per le Europee e tra i migliori in assoluto: 11 milioni e 100mila voti. Si sgretola l'elettorato berlusconiano. Sparisce quello di Monti.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

#Moriremodemorenzicristiani



50+20+10=80 euri























Il governo del fare del Pd di Renzi, con questa cifra, alle europee ha fatto boom, oltre il 40%!
Ancora una volta il voto di scambio ha dato i suoi frutti.
Anche perché, se tutto il resto anti-Pd è fuffa, la fuffa del Pd è quella che "agli italiani fà sentire prima l'odore dei soldi". E da qui a diventare demorenzicristiani - e morirci! - il passo potrebbe davvero essere breve oltre che tragicomico. Ma non disperiamo: alle prossime politiche andrà meglio... per Renzi.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 25 maggio 2014

Papa Francesco in Terrasanta e gli italiani al seggio... col naso turato, dopo essersi tappati le orecchie

"Cari figlioli, perdonatemi se vi
ho lasciati nell'ora del bisogno!
"

Papa Francesco arriva in Terrasanta. “Rispetto e stima per comunità islamica”.
Ma "un gruppo di ebrei si oppone alla visita del Papa in Terra Santa sostenendo che Francesco potrebbe essere il Che Guevara o il Mandela dei palestinesi e scatenare una nuova intifada”.
Ad Amman esprime rispetto per l'Islam, ma chiede anche il rispetto del diritto fondamentale di professare la propria fede. Il Pontefice sarà poi in Israele e Palestina. "Scendo come Daniele, ma so che i leoni non mordono. Quindi vado in pace" ha detto ai giornalisti al seguito. Tweet durante il volo: "Pregate per me".
Papa Francesco: "Offro la mia casa (e il cardinal Bertone) per incontro tra Abu Mazen e Peres." I due presidenti accettano... (a patto che Bertone se ne stia tranquillo nel suo attico).

Ma il Papa è triste, e non solo perché il pianto dei bimbi viene rimosso dalle coscienze di chi li offende con la violenza e la povertà. Il suo viaggio in Terrasanta coincide con le elezioni europee in Italia. "Ho lasciato le mie pecorelle italiane in gran confusione e un tremendo mal di testa per la scelta del voto, a causa della reciproca violenza troglodita e arrogante dei capi-cartello. Speriamo in Dio".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 23 maggio 2014

Berlusconi: io nemmeno potrei vivere con meno di mille euri al giorno!

Meno male che Silvio
ormai c'ha l'età per i lapsus!
Lapsus di Berlusconi: "Povertà relativa: mille euro al giorno per tre persone".
Intervistato da Enrico Mentana a "Bersaglio mobile" su La7, il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi è stato vittima di un lapsus. Parlando della povertà relativa, l'ex presidente del Consiglio ha infatti affermato che secondo l'Istat "la povertà ufficiale in questo Paese è quella di una famiglia di tre persone, padre, madre e un figlio che devono vivere con meno di mille euro al giorno".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 21 maggio 2014

Se anche Marchionne teme Grillo, la cosa è davvero pericolosa!

Sergio Marchionne: "Le prossime Europee? Sto con Napolitano, il populismo è un rischio".

"Blocchiamo Grillo e facciamo
ripartire la Riforma sul Lavoro:
con Marchionne ci riusciremo,
i lavoratori lo conoscono
come un uomo di parola"


Bah, non sarà colpa di Grillo se pure 'sta boiata della Riforma del Lavoro renziana non parte?

Ps.: gli uomini giusti e saggi parteggiano sempre per la parte più debole e buona, proprio per combattere contro le ingiustizie e la malasorte. Infatti lor signori giusti e saggi si sono tutti alleati contro il cattivo più forte...

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Per colpa di Grillo, sua culpa, sua maxima culpa!

Lo spread sale per colpa di Beppe, solo noi possiamo salvare il Paese, dice Renzi. 


I mercati allarmano il premier. Nel mazzo ci mettete pure quelli rionali?
Anche Enrico Letta in campo. "I grillini vanno fermati... infatti, è colpa di Grillo se Renzi mi ha esautorato. Aveva capito in tempo quanto fosse pericoloso e subito mi ha tolto la seggiola da sotto".
Perché è stata colpa di Grillo se Lettanipote aveva detto che il Pdl è meglio dei grillini.
Per colpa di Grillo Berlusconi è diventato antinazista, antifascista e antiberlusconiano.
Per colpa di Grillo il Pd governa con Alfano.
Per colpa di Grillo Renzi non ha potuto giocare la partita del cuore.
È colpa di Grillo se Renzi ha deciso di dare a tutti gli 80 euri, pure ai pensionati.
Per colpa di Grillo Vespa è stato costretto, una tantum, a sfoderare la sua volpina furbizia da giornalista.
Per colpa di Grillo Renzi ora è costretto a dire che solo lui e i suoi del Pd possono salvare il Paese.
Per colpa di Grillo i grillini ci stanno scassando la uàllera. 
Per colpa di Grillo quelli del Pd sono sempre più democraticamente arrapati con il Potere.
È colpa di Grillo se Bersani ha fatto harakiri.
È colpa di Grillo se è aumentata la crisi economica.
È colpa di Grillo se mi trascino le palle terra-terra. 
Ma è merito di Renzi se la colpa è di Grillo. 
È merito di Renzi se Grillo è stato smascherato dopo aver distrutto il Paese.
È merito di Berlusconi se Grillo è stato smascherato come un perfido nazista, assassino, pregiudicato, mentre lui gioca coi malati di alzheimer!
È merito di Renzusconi se Grillo non fa più il comico.
È merito di Grillo se Renzi e Berlusconi stanno dalla parte del Bene.
Per colpa di Grillo i Renzusconi sono costretti a contar balle!
Ma è merito di Grillo se Renzusconi finirà a Quel Paese con contorno di Alfano!
Diovenerendamerito a tutt'e tre!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Papa Francesco: Non cedere al pessimismo, fratello Tarcisio...

Bild: "Indagini sul cardinal Bertone, avrebbe sottratto 15 milioni al Vaticano".
La Santa Sede smentisce.

Indagini presunte su un cardinale
al di sopra di ogni sospetto
Esiste ancora il senso del peccato in certi cardinali? Nel dubbio, il cardinale provi a recitare 50 paternoster, 50 avemaria, e scrivere alla lavagna, ripetendola per cento volte a voce alta ogni volta la frase di Francesco: "Quando camminiamo senza la Croce, quando edifichiamo senza la Croce e quando confessiamo un Cristo senza Croce, non siamo discepoli del Signore: siamo mondani, siamo Vescovi, Preti, Cardinali, Papi, ma non discepoli del Signore. Signore Iddìo, come sarebbe il Vaticano senza il cardinal Bertone?".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 19 maggio 2014

Bring Back Our Matt

Fans d'eccezione di Matt a Hollywood
Stallone: "Dite a Matt che se gli dovesse andare buca la competizione elettorale, io e i miei amici lo vogliamo riportare qui da noi. Gli darò una parte importante nel mio prossimo film "The Explendables 4: A premier fucked by a cricket", una biografia realistica delle sue gesta politiche italiane.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

La respuesta del Papa Francisco a los amantes de los sacerdotes

Le amanti dei preti al Papa: "Abolisca il celibato".


Ventisei donne hanno scritto a Bergoglio per esporre la loro "devastante sofferenza" e chiedere che "qualcosa possa cambiare non solo per noi, ma per il bene di tutta la Chiesa".
Sarebbe ora, no?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 18 maggio 2014

Consigli per gli acquisti di Scalfari: il 25 maggio votate per Renzi e per Schulz

Il 25 maggio bisogna votare per Renzi e per Schulz.

Il grande Totò avrebbe detto:
Perdindirindina, siamo uomini o Scalfari.
Ma se non siete né l'uno né l'altro
votate allora per Antonio La Trippa!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 17 maggio 2014

Povera Merkel, ancora frecciate sul popò!

Nefandezze da campagna elettorale. Beppegufo. Ditattore. Cesso. Hitler. Stalin. Psychonano, anzi no, Tinto Brass. Ebetino.
Dopo quella "culona inchiavabile" di berlusconiana memoria, ecco il Grillo-oltre-Hitler dire: "Renzi è andato a dare due linguate a quel culone".
E, materialmente, il bel Matteo quando l'avrebbe slenguata? Primo o dopo l'incidente del cappotto abbottonato di un'asola in su?
Questo Grillo è davvero sgradevole, non trovate?
Ma anche gli altri due che gli fanno il coretto da stadio, sgradevoli quanto e forse più.
Meno male che 'sta campagna elettorale sta per finire, altrimenti chissà ancora quante guarnizioni di volgarità, insulti, balle storiche e ipocrite raccomandazioni sul votare per l'Europa, ci avrebbero sparato nel cervello...
Ma alla fine di tutto, lorsignori, dovrebbero ricordarsi di ringraziare frau Merkel che, col suo popò, gli sta tenendo alta la campagna elettorale.... contro di noi capri espiatori.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

C'ho un dubbio: è l'Italia che ce la fa o è Renzi che ce la fa?

L'Italia ce la fa, il governo ce la fa... 
e te credo, a 'sto prezzo, hai voglia! 
Diciamo grazie a Renzi che se ce la fa lui, ce la faremo anche noi, poiché stiamo incatenati alla sua catena.
Come sempre i cittadini stanno un gradone sotto l'uomo di potere di governo. È come tutti gli altri premier prima di lui:

si ripete, arrogante e presuntuoso!


Renzi, o con promessa
o in palestra, sta da Dio...
e si vede che non
deve aspettare 10 mesi
per allinearsi coi conti
domestici:
solo noi arranchiamo
appresso alle sue palestre di vita


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 16 maggio 2014

A Yalta c'era anche Silvio con Gramsci e Matteo

Renzi: "E come posso dimenticarmi di Romolo e
Remolo? Un capolavoro di assoluta cultura!
"
Berlusconi e la Storia: "E dopo Yalta venne fuori Gramsci"... (dalla tomba!).
Intervenuto al comizio elettorale per la candidatura alle Europee di Antonio Tajani, svoltosi a Roma, Silvio Berlusconi sembra fare un po' di confusione con la storia della sinistra. L'ex presidente del Consiglio, infatti, colloca Antonio Gramsci - morto nel 1937 - dopo la Conferenza di Yalta, il vertice organizzato in Crimea durante la Seconda guerra mondiale - l'11 febbraio 1945 - da Roosevelt, Churchill e Stalin. In quell'occasione gli alleati presero importanti decisioni sul proseguimento del conflitto e in particolare sull'assetto posbellico dell'Europa e dell'Estremo Oriente.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Tra papa Francesco e Berlusconi è solo una questione di scelta del dito

Berlusconi quando andava a lezione da Ratzinger


Papa Francesco e Papi Silvio...
ammiccano alla folla
ma Papi Silvio è più bravo
ad eccitare le folle.



Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 15 maggio 2014

Renzi, the predator

Airaudo fuorionda: "Renzi è un delinquente politico, un democristiano digitale".

"Grulli, credono davvero
che io sia un essere normale!"
Airaudo: Cos'hai Nichi?
Vendola: Ho paura...
Airaudo: Ma a te nessun uomo può far paura!
Vendola: Tu credi?... Laggiù, in quel palazzo Chigi, c'è qualcuno in agguato... e non è un uomo...!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Yusuf Yerkel si allena per l'incontro di calcio governo Turco Vs. Minatori

Turchia, si allarga la protesta per la tragedia in miniera.

IL CONSIGLIERE CONSIGLIA...
I CALCI DEL POTERE
OVVERO
OGNI CALCIO È BELLO A MAMMA SO'
Il presidente turco Abdullah Gul si è recato oggi alla miniera di Soma, teatro della tragedia con un bilancio ancora provvisorio arrivato a 282 morti e dove ieri è stato pesantemente contestato il premier Recep Tayyip Erdogan.
L'apertura di un'inchiesta penale a Soma sulle cause dell'incidente ha intensificato la pressione sul premier Erdogan. Ieri, in visita sul luogo della tragedia, Erdogan ha respinto le accuse al governo, affermando che "disastri del genere succedono" e paragonando il crollo delle gallerie di Soma ad altre tragedie minerarie, dicendo che "204 persone sono morte in Gran Bretagna nel 1862 e 361 persone nel 1864". Ad aggravare la posizione del premier, un'immagine circolata sui social network di uno dei suoi consiglieri personali che prendeva a calci un manifestante a terra. A rendere ancora più grave il gesto del collaboratore di Erdogan è il fatto che il manifestante era già attorniato da due soldati che lo stavano immobilizzando. Yusuf Yerkel stava risalendo in macchina, ma deve averci ripensato: è tornato indietro e, secondo i presenti, ha sferrato tre o quattro calci al giovane a terra.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 14 maggio 2014

80 euri di Renzi a destra, 80 euri di Renzi a manca: c'è chi ci guadagna?

Il bonus da 80 euro anche per cassintegrati e disoccupati.

Dialoghi tra pensionati
abbandonati a sé stessi...

sugli 80 euri di Renzi
in piena campagna elettorale
Anche i cassintegrati, i disoccupati che percepiscono l'indennità e i lavoratori in mobilità riceveranno il bonus Irpef di 80 euro. È quanto prevede una circolare applicativa dell'Agenzia delle Entrate sullo sgravio fiscale, ora all'attenzione del Senato sotto una pioggia di emendamenti, che dovrebbe arrivare nella busta paga di maggio.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 13 maggio 2014

Alfano e Renzi davvero concentrati sui piccoli migranti morti annegati


Angelino Alfano ha incalzato: "L'Europa non ci sta aiutando. Ci sono stati molti morti vicino alla Libia, le nostre navi sono lì a recuperare morti e a soccorrere i vivi: l'Europa non ci sta aiutando. Si faccia carico di accogliere i vivi".
Molto duro il commento di Matteo Renzi: "Ha ragione Alfano, l'Europa non può salvare gli stati, le banche e poi lasciare morire le madri con i bambini", ha detto il premier a Quinta Colonna su Retequattro.
Per tutti questi motivi e visto che le parole dei politici e i moniti papali non servono a niente, il premier stesso inizierà uno sciopero della fame o del silenzio, ci sono ancora molti dubbi sulla scelta, per sensibilizzare quanti vogliono davvero aiutare questa povera umanità senza futuro.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Renzi e la chiamata alla leva di giovani per la difesa della Patria!

Le linee guida di Renzi prevedono forse una militarizzazione dei giovani disoccupati?
Madre de Dios, esperemos que no!, direbbe papa Francesco.


"Si comincia sempre dal calcio balilla
per finire poi tra i dilettanti allo sbaraglio"

Le linee guida di Renzi per la riforma del Terzo Settore (curva sud e curva nord limitate a tifosi ultras, patrioti e carogne; per le tribune dei vip, tutto resta come prima, ma migliorano le poltroncine, anatomicamente parlando).

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 12 maggio 2014

Sull'Expo, se Renzi ci mette la faccia, Grillo che ci mette?

"Perché apro il cappotto?
Mostro come si deve fare"

Renzi: "L'Expo è una grande iniziativa per l'Italia, io sono sicuro che tutti dicono chi te lo fa fare perché non ti conviene mischiare la tua faccia pulita con quello che è accaduto, ma preferisco rischiare di perdere qualche punto nei sondaggi per le elezioni che investimenti e posti di lavoro. Non si possono fermare i lavori ma si devono fermare i delinquenti. Ho assoluta fiducia nel commissario unico Giuseppe Sala".
E con questo Grillo è più che pagato. Del resto, se già c'è una faccia in trincea, un'altra a che serve?
"E poi, lui, che ci mette? Lui non rischia, io sì, visto che faccio il premier. Ci mettesse i suoi soldi, invece delle critiche astiose, e poi vediamo".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Scorta Scajola, scorta Finocchiaro: e io pago!

La scorta, questa sconosciuta! 
Similitudini:
Finocchiaro, la scorta al supermercato le porta le borse.
Claudio Scajola usava la scorta come un taxi per Chiara Rizzo.

No, non si richiede nessun dibattito o motivo di rivendicazioni sociali, solo una cosa si vorrebbe sapere dai cittadini, sempreché gliene importi qualcosa delle scorte dei politici...

L'interrogativo che attanaglia (ma va!) milioni di italiani è:
quale dei due politici ha saputo usare la propria scorta con intelligenza e pragmaticità? O chi il più furbo? Chi il più sagace? Chi il più mentecatto? E il tutto a nostra insaputa!

Scegliere una scorta in base alle vostre risposte può essere d'aiuto per i prossimi servizi di scorta.

Inoltre, non sarebbe meglio se ci organizzassimo anche noi per farci una terza scorta di viveri per i tempi bui che ci aspettano?
A loro insaputa!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 11 maggio 2014

Berlusconi: rischio Alzheimer!

È stata la responsabile della Residenza San Pietro, Giuliana Mura, ad accompagnare Berlusconi in un giro non solo nel nucleo uno, dove lui dovrebbe operare con una ventina di malati di Alzheimer, ma nell'intera residenza. "Mi ha stretto la mano - ha raccontato una paziente - ma non è venuto per me". Berlusconi, in tv ha poi raccontato di essere stato colpito dalla "dedizione" di chi è a contatto con i malati. "Ho fatto tante battute, abbiamo parlato tanto di Milan - ha raccontato -, e la prossima volta porterò anche degli orologi del Milan".



- Presidente, cosa ricorda del suo primo giorno tra i malati di Alzheimer?
- Cribbio, proprio niente.
- Come niente?
- Giuro, ricordo solo eroi stallieri, gnocche, scajole e degli uteri, tutti prigionieri politici.
- E sui giudici comunisti che lo hanno condannato ad accudire gli anziani affetti da Alzheimer?
- Giudici anziani? Anziani comunisti? Alzheimer? Sono frastornato, entro sei anni ritornerò in parlamento, così mi hanno promesso i miei amici di Forza Giudici Comunisti, gli unici che mi stanno facendo fare una vera vacanza tra persone perbene che anche loro non sanno perché stanno a Cesano Boscone. Comunque, qui è tutto bello, ho appeso tanti orologi del Milan che mi fanno cucù ogni volta che mi incontrano. Davvero, qui tutto è bello, cribbio e non me ne vorrò andare più, cribbio. Cribbio, non ricordo, l'ho già detto cribbio?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 10 maggio 2014

L'addio di Renzi alla politica...

... con l'Italia che si commuove.
Matteo Renzi saluta Palazzo Chigi e, pur patendo l'incontro con Berlusconi per le riforme costituzionali, giocherà l'ultimo conflitto con Calderoli, Brunetta e Grasso.
"È una grande emozione sapere che qualcuno mi vuole querelare. Questa è stata l'unica settimana, da quando son premier, in cui ho vissuto dei bellissimi momenti, specialmente dopo l'arresto di Primo Greganti. So che molte donne del Pdl piangeranno per il mio addio alla politica. Sarà difficile trattenere tutte queste emozioni - ha detto il premier -, emozioni che Grillo mai proverà".

'Azz, ho scambiato le persone, quello che se ne va è Javier Zanetti, mannaggia!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 9 maggio 2014

Amici del M5S, c'è Speranza per voi!

Un colpo d'occhio di Speranza
per la democrazia parlamentare
M5s interrompe Speranza, lui risponde: ''Ci vuole tempo per abituarsi alla democrazia''.
In Aula parla Roberto Speranza, capogruppo Pd, per la dichiarazione di voto sul dl lavoro, ma il M5s mette in scena una protesta con catene e cartelli. I democratici urlano ''Buffoni'' e Speranza incalza: "Ci vuole pazienza e tempo per abituarsi alla democrazia''.
Dura lex, sed lex cum spes democratica.
E con la colonna sonora della tragica voce boldriniana di sottofondo.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Francesco, almeno tu fa' giustizia dei pedofili


"Papa Francesco, almeno tu fai giustizia".
Appello delle vittime dei preti pedofili.

Iniziativa della rete L'Abuso, l'associazione italiana in difesa delle vittime nella Chiesa cattolica. Nel filmato parlano decine di uomini e donne che quando erano minori hanno subito gli abusi sessuali, poi emersi negli ultimi anni. Le testimonianze di 8 sordomuti del Provolo di Verona, uno dei casi più gravi confermati dalla Commissione pontificia, che non sono mai stati risarciti: per la legge italiana i reati commessi erano già prescritti. Adesso tutti si sono rivolti a Bergoglio.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

giovedì 8 maggio 2014

Renzi ripudia Greganti il comunista disonesto


Expo arresti, Matteo Renzi: "Fiducia nei pm". Ma teme i contraccolpi su Forza Italia, partner delle riforme.
Strani questi arresti a poche settimane dalle elezioni.
Lo slogan che gira attualmente è: La Legge È Uguale Per Tutti!
In teoria questi arresti, compreso quello di Scajola, servirebbero a indebolire fino a distruggerlo Berlusconi e Forza Italia. Però, pare che Renzi potrebbe subire un contraccolpo dallo sbandamento elettorale di Berlusconi perché così si affonderebbe la cosiddetta riforma renziana-berlusconiana.
Ma forse i magistrati devono anche aver valutato questo aspetto.
L'unico partito che comanda effettivamente in Italia oggi è il Pd. Cioè, finché è affidabile, comanda. L'aspettativa è un partito unico con niente attorno come opposizione.
Non mi spiego come mai contro Grillo e il M5S ancora non si stia muovendo niente.
“Greganti è un comunista, noi ne abbiamo già fatta scorrere di acqua sotto i ponti contro le archeologie comuniste”, dice un renziano della prima ora alla Camera, per segnare la distanza tra le indagini della procura di Milano e la capitale, passando naturalmente per Firenze.
Resta naturalmente un punto interrogativo: sulle cooperative ‘rosse’ che, secondo i pm, sarebbero state favorite da Greganti negli appalti per l’Expo. Punto interrogativo perché il governo esprime un ministro che viene proprio dal ‘mondo coop’: Giuliano Poletti, titolare del dicastero del Lavoro, scelto dal piccolo Renzino, premier fiorentino.
Se Renzi ripudia Greganti, non è solo perché quello è il comunista disonesto, ma perché la purezza di oggi di chi ci tiene per la gola deve essere visibile a tutti gli elettori del Pd.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Per Scajola la legge è uguale per tutti a sua insaputa

Scajola arrestato dalla Dia: ha favorito la latitanza di un condannato per mafia.

"Che se l'avessi saputo, col cavolo
che me ne restavo qui in Italia!
"
L'ex ministro accusato di essersi adoperato per l'ex deputato Pdl Matacena, attualmente a Dubai in attesa di estradizione. Su di lui anche l'ombra di un sodalizio con la 'ndrangheta. Provvedimenti restrittivi per altre sette persone. Berlusconi: "Addolorato". Il procuratore De Raho: "Arresto importante: la legge è uguale per tutti".
Confortante sapere che la Legge è uguale per tutti, anche a nostra insaputa.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

mercoledì 7 maggio 2014

Il ministro Alfansik ha dato 5 anni di Daspo alla Carogna!

Il ministro Alfansik

Angelino Alfano: "Il Napoli ha chiesto che Hamsik parlasse con la curva... e quel poveretto l'ha fatto... io cosa posso dirvi? Nessuna trattativa con gli ultras, ma sono convinto che se ci fossi stato io presente, invece che Renzi e Grasso, avrei comminato seduta stante il Daspo a tutti quegli scalmanati... che hanno disturbato i tifosi per bene nell'esercizio delle loro funzioni!".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Landini vs Camusso: riassunto delle corna precedenti


"Siamo partiti uniti e siamo spaccati grazie al segretario generale", ha accusato Landini. "Renzi ha consenso per colpa nostra". "Renzi spopola per colpa nostra". Parlando alla platea, Landini ha poi aggiunto: "Sono d'accordo che vada riaperta la vertenza con il governo sulle pensioni, sulla questione fiscale e sugli ammortizzatori sociali. Noi", ha aggiunto il leader Fiom, "non siamo stati sconfitti sulle pensioni, noi quella partita non l'abbiamo nemmeno aperta: il consenso sociale che in questo momento il governo Renzi ha - ha ribadito - è figlio delle cose che non abbiamo fatto negli anni". 'Doveva essere un congresso unitario e la Fiom aveva scelto di lavorare non su documenti contrapposti", ha precisato Landini, "ma non è stato cosi, stiamo celebrando un congresso partito unitario e che non si conclude unitario. Ma non c'è alcuna scissione".
Se non c'è alcuna scissione e visto che come da tradizione in Cgil tutto è stato già deciso in camera caritatis, dove pensi di andare ancora così, Landini? Se perdi il congresso puoi solo dimetterti, perché quelli non ti faranno sconti!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

martedì 6 maggio 2014

Giuliano la Prostata da Ferrara dixit!

"Vorrei dire a Grillo: ma non sei proprio capace
di fare una campagna elettorale meno violenta?"
Giuliano Ferrara, per Beppe Grillo è giornalista del giorno.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

L'ultima di Berlusconi: ha una sorpresa per i malati di Alzheimer

Berlusconi sui servizi sociali: "Ho una sorpresa per i malati di Alzheimer".

SILVIO, L'IPNOTIZZATORE
"E ricordatevi che, mentre Renzi
broglia per far cadere il Senato,
io sto qui con voi, da innocente,
per tenervi alto il morale e tutto il resto"
E non dimenticate di votare per me alle prossime europee, cribbio!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

lunedì 5 maggio 2014

Renzi, Renzi, Renzi: oddìo, non è che l'hanno scambiato per un terzo Papa?

Dapprima una comitiva di fans a chiamarlo dalla strada... lui appare e riappare e fa ciao con la manina.
Un vero vip!

Scherzando scherzando... vuoi
vedere che gliel'ha detta la verità?

A piedi da Palazzo Chigi alla direzione del Pd.
La passante a Renzi: «Credo molto in lei».
E il premier: «Perché non mi conosce».
Si chiama renzismo en passant!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Il dito medio di Fassino un giorno sventolerà dal Quirinale?

De Benedetti: "E chi vorrebbe come prossimo presidente della Repubblica?".
- Piero Fassino, non c'è dubbio!


Piero Fassino nel frattempo mostra il medio ai granata.

I tifosi granata, che sono stati fatti segno del dito medio di Fassino, dovranno andarne fieri. Quello è un dito che, secondo i desideri di De Benedetti, un giorno sventolerà dal Quirinale.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

domenica 4 maggio 2014

L'importanza di chiamarsi Genny 'a carogna


Genny Genny Genny
la tua luce...
Genny Genny Genny
la tua voce...

Zitti, parla (o tenta di parlare) Genny: «In ultima analisi, la questione è di primaria importanza. Tutti avete un nome normale, io no, anche un enne-enne mi sarebbe andato benissimo. Ho assistito ad un litigio tra un Genny e un Molly che si mandarono a quel paese in uno stadio. E mandarsi a dire "figli'e puttana" non è che sia poi questo grande insulto per loro. Se gli spari "sono figlio di enne-enne" quelli poi si mettono a ridere, è ovvio».
Da questo punto di vista non portare nomi tronfi offre questo vantaggio.
Portarlo, un nome vero, serio, lì cominciano i veri problemi.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Genny 'a carogna: "Ok, avete il mio permesso: potete giocare!"

Genny ‘a carogna: “Ok, si gioca…
e vi fischio pure l’inno nazionale”
Altissima tensione nei pressi dello stadio Olimpico per la finale: i supporter delle due squadre sono venuti a contatto. In azione anche ultras giallorossi. Sarebbero loro i responsabili degli spari. La partita ritardata di 45 minuti dopo la trattativa tra i capi ultras del Napoli, il capitano della squadra Hamsik e le forze dell'ordine.

Qui alcuni significativi commenti stralciati dall'articolo sul Fatto Q.

- Vorrei fare una domanda a tutti quelli che giustamente stanno esprimendo la propria indignazione: dopo l'ennesima dimostrazione da parte dello Stato di non volere o potere intervenire in situazioni del genere, quanti di voi sareste disposti a spegnere le tv o non andare allo stadio per le prossime partite almeno fino alla fine del campionato? O come al solito dobbiamo aspettare l'intervento di altri quando invece la soluzione è semplice e alla portata di tutti? Svegliatevi tifosi onesti, siete voi le colonne portanti di questo sistema marcio dalla testa ai piedi...si! Voi con i vostri abbonamenti allo stadio e alle varie piattaforme, voi con i vostri giornali quotidiani e riviste... investite il vostro tempo in altro... questo sistema non vi merita!!!

- Pessimo spettacolo, però son convinto che se la polizia avesse usato le maniere adatte a gestire tali situazioni molti degli indignati per la trattativa con i teppisti starebbero a stracciarsi le vesti per lo Stato fascista e violento.

- Questi si sparano e la questura che fa? Tratta con il figlio di un camorrista e con uno che inneggia all'assassino di Filippo Raciti. Stessa metodica che si usa nelle manifestazioni No-Tav, disoccupati, casa, etc. vero? La questura è una medaglia, con due facce!!

- La polizia che tratta con Genny la carogna sotto gli occhi di Grasso e Renzi, che bella immagine da mandare all'Europa.

- Posso dire la mia? Da quel che so è sempre successo e succede tuttora che in casi particolari vengano interpellati i capi-tifosi, sicuramente li avreste visti anche voi: il capitano della squadra o il giocatore più rappresentativo va dai tifosi e chiede qualcosa e si parlano. La trovo una cosa abbastanza normale se la cosa rimane nei limiti del civile; la cosa che non ho mai visto è che 'sta volta ci sono i rappresentanti dell'ordine. Questo è quello che trasforma il tutto da un gioco (piaccia o meno) ad un evento penale. C'erano gli estremi di un intervento delle forze dell'ordine? Allora avrebbero dovuto agire. Non c'erano? Allora niente forze dell'ordine a sorvegliare e a dare la loro approvazione, a mostrare agli italiani come queste siano parte sempre presenti per "proteggerci" (chi in questo caso?).

- Però la partita se la sono vista tutti! Ecco perché sono dei cafoni. Come se alla prima di Batman "The Dark Knight Rises" a Denver le persone fossero rientrate a vedere il film una volta rimossi i cadaveri. Che schifo l'Italia.

- Magari il governo Renzi cade prima della fine dell'anno, ma in Genny ‘a carogna abbiamo trovato il leader che il paese attendeva da un ottantennio.

- Ma tutto lo spiegamento delle forze dell'ordine chi lo paga? Propongo che le partite di calcio siano disputate senza la presenza delle forze dell'ordine per fare in modo che le tifoserie si auto eliminino e spariscano dalla faccia della terra. Così risolviamo il problema una volta per tutte.

- Ma l'hanno detto all'integerrimo Grasso che se ha potuto comodamente guardarsi la partita deve ringraziare Genny 'a carogna?

- Ricapitolando: in tribuna c'erano le massime cariche dello stato, tra cui Renzi e Grasso; in curva c'era Genny 'a carogna, capo ultras e figlio di camorrista. Da chi sono andate a prendere ordini le autorità?

- Genny 'a carogna che tratta con la polizia? Mi riporta all'altra trattativa tra Stato e Mafia. Allora, dopo la grande guerra, dissero: ...porto l'Italia di Vittorio Veneto. Ora si può dire: ...porto l'Italia di M...!

- La polizia è spesso "eroica" in altre occasioni, tipo quando trova un diciottenne inerme un pochino molesto senza testimoni.... in questi casi riesce dare il meglio, ma ieri davvero non potevano fare di più...

- Ancora una volta lo stato scende a patti con questa feccia. Ancora una volta non verranno prese misure drastiche per stroncare questo fenomeno...

- Desolazione. Vuoto mentale. Abbandono. Immondizia verbale quotidiana e strisciante buonismo morboso vanno a braccetto al capezzale del Paese malato. Tutto da rifare. Nulla si è salvato. Ma noi, quando dal letame nasceranno i fiori, ci saremo? Ma noi, siamo innocenti?

- Ma quando gli "eroi" che hanno spaccato i "tonfa" sulla testa di Aldrovandi incontrano uno di questi animali che fanno? Quattro volte il giro dello stadio di corsa come coniglietti in calore? Sarei curioso di avere opinioni dal sindacato di polizia, quelli dall'applauso facile...

- Molti di voi sono intimamente dispiaciuti. Non per le persone ferite o in fin di vita ma perché non sono stati i poliziotti a sparare. In quel caso avreste potuto liberare la pietà ipocrita alimentata dal fanatismo ideologico. Non un commento sulla maglietta di Genny che vuole libero l'assassino di Raciti. Ipocriti.

- Smantellare i gruppi ultras immediatamente e riassegnare i posti seduti e numerati alle curve. L'Inghilterra ne è un esempio...

- Che tristezza giornalisti e soprattutto autorità: dopo avere pontificato sull'accaduto e sulla "inciviltà" dei fischi all'inno, tutti a vedersi la partita. Se ne fosse andato uno. Non prima di avere twittato il loro commento (e qui si entra nel surreale, anzi in una surreale realtà virtuale).

- La Coppa Italia deve essere ritirata. Anche le società calcistiche ne sono colpevoli, se non direttamente, per omertà, per tutelare sempre gli interessi personali prima dei valori sportivi e quindi civili. Chiunque occupi una posizione non ne deve essere solo capace, ma ne deve essere pure degno e consapevole, ben conscio delle responsabilità che deve portare sulle spalle. Un presidente di una società di calcio deve sapere che è alla stregua di un esponente politico. Una squadra di calcio porta a se più tifosi che elettori in un partito. In un mondo mediatico il numero è ciò che fa la differenza. È uno scontro tra numeri, e i numeri del calcio fanno gola ai partiti, come i numeri dei partiti fanno gola quelli del calcio, vedi le tifoserie schierate, vedi i diritti televisivi. È matematico supporre e facile da dimostrare che i santi nel calcio non esistono, è molto semplice dedurre quanto i presidenti siano parte in causa quanto lo sono le nostre autorità. Iniziate ad usare i soldi per risarcire e non per pagare gli Ibrahimovich. Iniziate ad affrontare la realtà per quel che è, altrimenti qua la situazione precipiterà ulteriormente. E non ci sarà Grillo che tenga.

- Che ieri sera le istituzioni abbiano trattato e lasciato decidere, se giocare o no la partita, ad una persona che indossava una maglietta inneggiante alla liberazione di un ULTRAS accusato dell'omicidio di un poliziotto questo non indigna nessuno. Cari giornalisti, provate a guardarvi indietro e andate a leggere quanto hanno scritto i vostri illustri predecessori ,Veri artefici di un'Italia Democratica. Poi fate un po’ di riflessione e forse capirete il vostro VERO compito.

Ps.: e pensare che il giorno prima papa Francesco si era raccomandato alla più alta responsabilità dei veri valori sociali, umani e culturali, tra calciatori famosi agli occhi del pubblico, che li trasmettessero ai cittadini, (compresi gli ultras?). Ma questi, invece, hanno sparato e picchiato.
Però, secondo me, la prossima volta dovrebbe ricevere i capi ultras delle tifoserie che vanno a giocarsi una finale sportiva, in terra nemica, alla mercè di agguati e tradimenti, raccomandando loro che una finale non deve necessariamente essere la fine dei giochi, della vita e della libertà... di ognuno. Davvero, come mai il Papa non è uso ricevere i capi ultras, magari accompagnati dai rispettivi presidenti di club? In quest'Italietta, lo sanno pure i bambini, si può fare di tutto, anche un ricevimento "sportivo" sui generis. Chissà, vedendosi trattati alla stregua di capi di stato, di premier e di notabili, magari si ravvedono e ci fanno vedere le partite sotto un'altra luce? Sì lo so, il Papa non si abbasserebbe mai a ricevere questa feccia... dicevo così, per dire...

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

sabato 3 maggio 2014

Se Landini ritornasse a fare il saldatore, in molti lo seguirebbero!

Servizio Pubblico, Landini vs Zingales e Daverio: “Torno a fare il saldatore”.

Zingales sottolinea: “Grillo ha dato una risposta con gli ammortizzatori sociali ed è una buona risposta. La gente non soffre solo a Piombino, l’altro giorno, ad esempio, sono andato a Scampia. Esiste un vincolo di bilancio. I soldi che vanno da una parte, non possono andare dall’altra. Landini, lei difende solo il suo di posto di lavoro. Mi sembra ragionevole usare i soldi per promuovere un’industria che ha molte più possibilità come Pompei”.

Ribatte Landini: “Il mio mestiere non è fare il sindacalista, torno anche ora a fare il saldatore, non ho nessun problema. Guadagno 2200 euro al mese, lei ha mai fatto il saldatore?”.
È successo un gran casotto in Italia, dopo questa esternazione di Landini.

Moltissimi i personaggi che, raccolta l’esternazione, vorrebbero tornare a fare quel che facevano prima, senza nemmeno darne una motivazione, ma solo perché quella frase del Landini è talmente intrigante e così sfidante, meglio della stantìa Isola dei Famosi, che già fa tendenza.

Si contano tantissimi sindacalisti tra cui la Camusso, il Bonanni e l’Angeletti, e poi una lunghissima schiera fra sindacalisti regionali, provinciali e territoriali, che si sono guadagnati lo stipendio per i loro grandi meriti di lotta! Hanno detto che ritorneranno alle origini puri e vergini…
Manager superpagati: Moretti, Marchionne, Mastrapasqua, Marcegaglia, M'annate a fanculo tutti gli altri a seguire, hanno detto che ritorneranno alle origini...

Zingales, ha detto: “Bene, non posso fare il saldatore, ma ritornerò a insegnare economia domestica”.
Daverio: “Ritornerò alle mie masturbazioni mentali con Passepartout: l’unico problema è se le devo fare da francese o da italiano”.
Santoro: “Ritornerò a Samarcanda con Ruotolo”.
Travaglio: “Ritornerò a travagliare come tutti”.
Vauro: “Ritornerò a far del Male al Potere”.

Chissà dove ritornerebbe uno come Renzi. A fare la politica del fare… un cazzo, direbbe qualche malevolo. Al massimo, il boy-scout alla Ruota della Fortuna. E anche Mike, a quel punto, sarebbe costretto a risorgere.
Alfano, a fare il dogo di Berlusconi; Berlusconi, a fare il bunga bunga; Napolitano, a tramare per il compromesso storico; Grillo, a fare il comico; Boldrini, a mettere le tagliole per i deputati fuorilegge; Grasso, a combattere le mafie. Via via, tutti gli altri. Puri e vergini.
E se questa tendenza dovesse allargarsi a tutto il Paese, tutti ritorneremmo a fare quello che si faceva prima. E molti rientrerebbero nel grembo materno. Già. Che cavolo facevamo prima di diventare ciò che siamo diventati?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

venerdì 2 maggio 2014

Tra un intelligentone e un fascistello, lui è la Mummia parlante

Non sempre è Berlusconi ciò che luce.
Ma sotto questa maschera si celano grandi profondità di pensiero!

"Voglio Fassino come Presidente della Repubblica
e Fassina come Vice Presidente, fa' pendant!
"

De Benedetti: “Renzi? Ho cambiato idea: è intelligente. Grillo? Fascistello”.
Il presidente del Gruppo L'Espresso: "A Marchionne dò 10 perché ha salvato la Fiat, ma 4 in sincerità. Agnelli? Pessimo imprenditore". E chi vorrebbe come prossimo presidente della Repubblica? "Fassino".
Bene, abbiamo sentito pure lui. Chi ci resta ancora? Quattro pecore e un capra da selezionare.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Con Marina nel 2018 mi divertirei

Renzi: "Ciò che ci accomuna è quel bacherozzo
colorato: insieme potremmo fare mirabilie
"

«Il padre lo abbiamo già sperimentato, il problema si porrà» semmai «nel 2018». Non ci crede molto, Matteo Renzi, alla discesa in campo di Marina Berlusconi, ma mette le mani avanti. In quel caso, dice, «mi divertirò».

Marina Berlusconi: "Divertirmi con lui? Oggi... certo che no. Ma domani, chissà?".
Renzi: "Rispetto sempre le date delle imprenditrici", da quel premier galante che è. "Ma, trascorsa quella data, anch'io prenderò in considerazione altre marine per le vacanze".

Auguriamoci che a questa data fatidica arrivino con quel simpatico nasino rosso all'insù, simbolo di pagliacceria circense pregna di allegra generosità nazional-populista.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Heracleum