sabato 17 gennaio 2015

Cofferati dice che il Pd non si vergogna più

Cofferati lascia il Pd: “Vergogna, silenzio inaccettabile. Non posso più restare”.

Insomma, in ultima analisi, è
finita l'epoca d'oro di quando
i panni sporchi si lavavano in
famiglia, eh, vecchio cammello!?
“Di fronte a fatti di questo genere io non posso più restare. Ho trovato inaccettabile il silenzio del mio partito, lo considero una vergogna”. Parole di fuoco quelle di Sergio Cofferati, che nel corso di una conferenza stampa a Genova ha annunciato la sua uscita dal Partito democratico dopo quanto avvenuto nelle primarie liguri vinte dall’ex assessore regionale Raffaella Paita. All’indomani del voto, l’ex sindaco di Bologna aveva denunciato gravi irregolarità, circostanza peraltro confermata dal collegio dei garanti del Pd, che aveva annullato i voti in 13 seggi. Una vicenda che ha destato non solo grande clamore, ma anche l’attenzione di due procure e della Direzione distrettuale antimafia, che vuole vederci chiaro su quanto accaduto ai seggi domenica scorsa.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum