venerdì 23 gennaio 2015

Ma quanto lavora lo Santo Spiritoso con le suore


Suora di clausura partorisce nelle Marche. La donna, di origine sudamericana, ha deciso di tenere il bambino. Casi simili nel 2011 a Pesaro e nel 2014 a Rieti. La neo mamma avrebbe deciso di tenere il figlio, e dovrebbe essere affidata ad una comunità di accoglienza.

La vicenda fa seguito ad un altro caso analogo, accaduto sempre nelle Marche nel 2011, con strascichi giudiziari e proteste di piazza fino a tutto il 2014. All'epoca, una suora congolese di 41 anni, oggi tornata allo stato laicale, diede alla luce una bambina nell'ospedale di Pesaro. La donna era stata stuprata all'estero da un sacerdote straniero, ed era poi stata accolta in un convento marchigiano. Dopo il parto non aveva riconosciuto la figlia nei tempi stabiliti dalla legge, e la neonata era stata data in affido ad una coppia della provincia di Macerata. Poi però l'ex suora, non riammessa alla vita consacrata dal suo ordine religioso, cambiò idea e fece ricorso per riavere la figlia.

Nel gennaio del 2014, invece, una suora salvadoregna di 32 anni aveva dato alla luce un bambino nel reparto di ostetricia dell'ospedale di Rieti.

Ecco che succede con il giuramento di castità. Le troppe pruderie tonacali portano ai troppi furori uterini. Date ufficialmente libertà sessuale alle suore. E anche ai sacerdoti. Non fate gli ipocriti. Beh, non dico di prendere esempio dai papi del medioevo. Quelli sì che non si facevano scrupoli a copulare con chicchessia al mondo. Era un vero e proprio puttanaio. Ma siamo già nel terzo millennio... che aspettate dunque?
Francisco: "Hermanos y hermanas, la vostra libertad sexual está muy vicina. No se desespere. Que puede sposarvi. Avrete figli e figlie en el nombre de Dios. Vaya a amar".
Meno male che c'è Lui.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum