lunedì 2 febbraio 2015

Il nuovo sarto del Quirinale


Mattarella: "Ricucirò gli strappi del Paese".
Oggi le dimissioni da giudice della Consulta.
Nel discorso alle Camere scossa al rinnovamento e richiamo ad affrontare i “problemi veri” del paese. Il presidente vuole rimarcare il suo ruolo “unitario” e laico, andando al di là dei valori cattolici di cui è espressione.
Nell’intervento la sollecitazione ad indicare soluzioni per le sofferenze delle fasce sociali più deboli.
Con la speranza che non siano le solite elemosine di stampo democristiano.
Domani il giuramento.

Questo nuovo Presidente ha una faccia millenaria!
Profonda, importante, significativa.
Vedremo.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

5 commenti:

  1. Giorgio la tua vignetta dice tutto, ancora di più delle parole..Ho molte perplessità, non te le nascondo. Interessante blog ...mi sono iscritta , sperando anche in un tuo gradito ricambio!"
    Grazie e un abbraccio!
    http://rockmusicspace.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente sono stato TROPPO Buono in questo post, visto che è la prima volta in assoluto che mi cimento col nuovo Presidente: deve ancora rivelarsi. Se tu sei perplessa, io sono ancora più scettico e più incredulo di prima... ma comunque, come ho scritto, vedremo.
      Ps.: ok per il ricambio!

      Elimina
    2. Incisivo e concreto ..bravo Giorgio e e più veloce della luce!!!
      Grazie infinite del tuo graditissimo ricambio..
      Vado subito a salvare il blog nel roll preferiti!
      Grazie, buon pranzo e un bacio!

      Elimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum