venerdì 6 febbraio 2015

Il Porcellinum è insindacabile, secondo il Pd

Kyenge: “Calderoli assolto per avermi detto orango, triste il Pd che lo difende”.

Attento te,
sotto ci sta il coccodrillo,
mica la strega macumba!

Per la giunta del Senato le parole del leghista sono “insindacabili” e non razziste.
Nel 2013 durante un comizio Calderoli aveva definito "orango" il ministro per l'integrazione e i partiti chiesero le sue dimissioni. Ora la giunta per le elezioni ha deciso che non è perseguibile per istigazione all'odio razziale.
Cucca (Pd): "Spesso nella satira si paragonano le persone agli animali".
Satira?
Adesso "i politici" fanno satira quando insultano?
Certo, Calderoli ha fatto della satira razzista, egregio Cucca.
Anzi, ha fatto il razzista cinicamente...,
e, visto che tra animali c'è assonanza...,
... ... ...
no, non è corretto mettere allo stesso livello un Orango e un suino!

Ma che bella congrega di porcellini di maggioranza democratica e insindacabile...

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

2 commenti:

  1. Semplicemente vergognoso il voltafaccia pd, questi politici si nascondono sempre dietro autorizzazioni e putt...

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum