sabato 14 marzo 2015

La profezia di Bergoglio: sarà un breve pontificato!

Il Papa annuncia Giubileo straordinario: "Chiesa riscoprirà Misericordia".
"Il mio pontificato? Penso sarà breve".

L'annuncio durante il rito penitenziale in San Pietro. L'Anno Santo inizierà l'8 dicembre 2015 e terminerà il 26 novembre del 2016. Nel secondo anniversario del Conclave, Bergoglio parla in un'intervista alla tv messicana. Critica il clericalismo, definisce esagerate le aspettative sul Sinodo e fa previsione sugli anni che gli restano.


Pontificato breve. Francesco ammette che gli manca di poter girare liberamente, magari per poter andare in pizzeria senza essere riconosciuto. Ma il tempo a disposizione non gli sembra essere molto. Dice di avere la sensazione che il suo sarà un pontificato breve. "Quattro o cinque anni. Non lo so, o due, tre. Ben due sono passati da allora. È come un piccolo vago sentimento".
Dette queste cose, Francesco si commosse profondamente e dichiarò: «In verità, in verità vi dico: uno di voi mi tradirà». I cardinali si guardarono gli uni gli altri, non sapendo di chi parlasse. Ora uno dei cardinali, quello che Francesco amava più di Tarcisio, si trovava a tavola al fianco di Francesco. Il cardinal Angelo gli fece un cenno e gli disse: «Di', chi è colui a cui si riferisce?». Ed egli reclinandosi così sul petto di Francesco, gli disse: «Santità, chi è?». Rispose allora Francesco: «È colui per il quale intingerò un boccone e glielo darò». E intinto il boccone, lo prese e lo diede a tal cardinale Iscariota, figlio di Simoniaco. E allora, dopo quel boccone, Giuditta entrò in lui. Francesco quindi gli disse: «Giuditta, quello che devi fare fallo al più presto».
Poi precisa: "È una sensazione", facendo intendere che potrebbe sbagliarsi.
Una sensazione originata: "Da questi miei tentativi di cristianizzare la Chiesa di Cristo, che non è proprietà privata del papa o dei cardinali".

All'intervistatrice che accenna all'eventualità di un ritiro per limiti di età, come avviene per i vescovi, il Papa risponde che non pensa alle dimissioni. Definisce il papato una grazia speciale anche se dice anche di apprezzare la strada aperta da Benedetto XVI riguardo alla figura del papa emerito. Una scelta coraggiosa la definisce, come coraggiosa fu la decisione di avere reso pubblica la gravità degli abusi commessi da alcuni membri della chiesa contro i bambini e la necessità di prendersi cura delle vittime.

Quindi?... Ritengo condivisibile la sua sensazione: sembra verosimile. Perciò le suggerirei: stia attento ai consommé, al bacon and eggs, ai caffè alla Pisciotta, ai cioccolatini cardinalizi e agli sgambetti per le scale del Vaticano. Amen!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

2 commenti:

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum