domenica 22 marzo 2015

La trappola burlona del cardinale Sepe a Bergoglio

Il cardinale Sepe avverte il Papa: "Ho dato facoltà a tutte le suore di clausura di sette conventi di Napoli - caspita! - a uscire". Oh my Goood!

"Y con ella, cardinal, facimme i conti appress!"
C'è il Papa, suore di clausura in delirio.
Il cardinale: "Sorelle, tenimmo che ffa'".
Simpatico siparietto nel duomo di Napoli. Francesco arriva per parlare ai sacerdoti e ai religiosi: alcune monache claustrali prese da un entusiasmo incontenibile, circondano il pontefice mentre il cardinale Sepe prova a fermarle: "Adesso se lo mangiano - scherza - E queste sono quelle di clausura, figuriamoci le altre!".
Bah, sarà, ma non c'è bisogno di saper leggere e scrivere per capire quanto burlone sia questo cardinale. 'A fatte la sceneggiata, 'a fatte! Un altro miracolo: dopo il sangue sciolto di San Gennaro, ecco le sorelle sciolte di castità. Non sarà mica vittima di qualche furore uterino represso?
Povero Francesco. Meno male che su di lui veglia lo Spirito Santo!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

6 commenti:

  1. Ehm..!
    Il numero delle suore ritornate nei conventi si conosce..?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acc...! davvero non lo so. Però, in questura sapranno qualcosa, credo.

      Elimina
  2. Tutte senza mutande: fortuna che il Ceccone si tenga lo Spiritosanto rinchiuso dentro brache di bandone

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum