sabato 2 maggio 2015

Se l'apertura dell'Expo ha modificato l'Inno nazionale...

... chi sono io per non fare altrettanto?
Magari ci provo, modestamente.
Non avrò le prime pagine, ma ci metterò tutta la mia maliziosa immaginazione.

Ecquequà:
Cugini d’Italia, 
l’Italia s’arresta, 
con l’elmo dell’empio, 
si copre la testa. 
Dov’è la Vittoria? 
Ahi, ha perso il diploma 
che schiavo di Roma 
Iddio lo stracciò.
Stringiamoci foorte, 
chiudiamo le porte. 
Siam pronti alla morte 
insieme al consorte, 
che l’Italia sgamò, sì! ♫

Eccetera…

Ps.: se passa, si potrebbe pensare di farlo cantare ai calciatori e, successivamente, ai nostri cari rappresentanti dello Stato. Sarebbe stupendo!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

2 commenti:

  1. Ehm..!
    Permettimi una domanda.
    Nel tuo inno si cita più volte l'Italia, parli forse di una marca di mozzarelle di bufala..?

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum