domenica 7 giugno 2015

Dal gerundio di Salvini agli intransitivi di Maroni


Maroni sui profughi: "Basta clandestini o taglieremo i fondi ai sindaci che accolgono migranti".

Poi fa un sondaggio su Twitter dove pone tre questioni ai lombardi: "I sindaci lombardi devono rifiutarsi di accogliere gli immigrati clandestini mandati da Roma. Siete d'accordo?".
Ancora: "Domani invio lettera ai Prefetti lombardi diffidandoli dal mandare immigrati clandestini in giro per la Lombardia. Siete d'accordo?".
E infine: "I sindaci lombardi devono rifiutarsi di accogliere clandestini mandati da Roma. Se li prendono taglio contributi regionali. Siete d'accordo?".

Risposta dell'uccello di Twitter: "Ah Marò, nun me quadra 'sta triade de sondaggi. Pijati li maroni tua e portateli fuori Porta. 'Anvedi mai che vi mettete a parlà tra voi, a tu per tu, in confidenza. Nun sei d'accordo?"

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

5 commenti:

  1. Un fatto è innegabile, con l'occupazione del nostro territorio (Marche) da parte di napoletani (in primis), pugliesi, siciliani, cinesi, zingari e slavi di varia nazionalità, la criminalità è aumentata in maniera incontrollabile.
    Dalle nostre parti, rischi ogni giorno di trovarti in casa personaggi malavitosi di ogni tipo.
    Quanto agli africani siamo ormai nel caos.
    Se vai a fare la spesa in un supermercato qualsiasi, rischi vere e proprie aggressioni fisiche.
    Questa situazione porterà bruttissime conseguenze, questo è certo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una competizione all'ultimo sangue, o all'ultima vita, tra meridionali italiani, meridionali extra territoriali, e gli italiani del nord. La fame, la disoccupazione, l'incertezza, l'assenza di speranza portano alla disumanità violenta. I RESPONSABILI stanno in Italia, in Europa, altrove. Visto che non possiamo sconfiggerli nella loro attenta volontà di disgregazione, assistiamo impotenti a tutto ciò.
      Forse, con una dose di intolleranza violente verso i RESPONSABILI, chissà mai?...

      Elimina
    2. La regione Marche nel manifatturiero è la seconda in Italia.
      Quando si viveva tra persone che avevano regole di vita precise e rigorose, i problemi erano praticamente inesistenti.
      Con la venuta di avventurieri senza scrupoli, nullafacenti e famiglie disgregate culturalmente tutto si è dissolto.
      Il rispetto delle regole, il rispetto nei confronti del prossimo, questi mancano.
      Ogni cittadino deve essere responsabile delle proprie azioni, altrimenti è la fine.
      Tutto il resto, in una società organizzata e compatta, viene dopo.

      Elimina
    3. Sono d'accordo sul rispetto delle regole... purtroppo, se il sistema italiano non le rispetta, gli altri si adeguano di conseguenza.

      Elimina
  2. http://www.corriereadriatico.it/MACERATA/civitanova_marche_galileo_furto_lungomare_ladri/notizie/1394691.shtml
    ------------------------------------------
    I napoletani si sono improvvisati parcheggiatori e se non paghi il pizzo ti spaccano i vetri delle auto.
    Furti nelle case, truffe agli anziani, rapine, auto e locali pubblici bruciati quasi quotidianamente.
    Siamo totalmente assediati.

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum