giovedì 30 luglio 2015

Compagno Fausto, in nome della nostra vecchia compagnità...

Fausto Bertinotti: Mario D'Urso ha lasciato 500 mila euro di eredità all'ex presidente della Camera.

Lo smisurato casual, Faustinho subcomandante Bertinotti, quello dell'"io credo che" e "io penso che" e della "stretta è la foglia, larga è la via, dite la vostra che alla mia età sono ancora casual-mente Presidente qua o là".

La smisurata eredità di 500.000 euri.

«Non posso parlare, sto guidando», esordisce la signora Lella. «E non può parlare neanche mio marito, sta guidando anche lui», aggiunge. I cinquecentomila euro lasciati dall’amico D’Urso? «Non parlo di un’eredità che è soltanto virtuale». Virtuale? «Si fidi di me, virtuale. E adesso la saluto».

Bertinotti, che le siede accanto, accetta di sottoporsi a una conversazione che dura non più di venti secondi. «L’aggettivo “virtuale” riferito al lascito di D’Urso l’ha detto mia moglie, non io. Io non dico niente», spiega con voce comunque cortese l’ex leader di Rifondazione Comunista.

Vecchio Faustinho, in nome della nostra trascorsa compagnità, non è che mi potresti mandare un qualche migliaio di euri che c'ho spese impreviste?
Gracias!

Ps.: Non si accettano banconote virtuali.


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

4 commenti:

  1. Qualche migliaio di euri sono una richiesta da non prendere in considerazione.
    Chiedi di più, altrimenti la donazione diventa pelosa beneficenza.
    Li vuoi mandare in paradiso..?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché, quello, secondo te, sgancia... (qualsiasi cifra)?

      Elimina
    2. Peccato, e io che lo credevo solidale, da quel comunista che è stato.

      Elimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum