martedì 7 luglio 2015

Evironment eurocentrico vs. Grecia

Grecia, Juncker: "Tempo di negoziare". La Francia tende la mano, ma solo dopo le dimissioni di Varoufakis.
"Il governo greco ci deve dire come si vuole districare da questa situazione", dice il presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, alla plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo sottolineando che servono "proposte concrete" e che la situazione "non si risolve in una notte". Oggi sono previsti prima un Eurogruppo e poi un vertice Ue per affrontare la questione: secondo indiscrezioni, il premier greco, Alexis Tsipras, chiederà 7 miliardi di euro "al più presto", possibilmente entro le prossime 48 ore, per fare fronte all'emergenza, cioè ai debiti in scadenza, ed evitare il default. Perché, come dice Juncker, "le democrazie in Europa non sono diverse, e quella greca non vale più della Troika, eh eh eh... aiutiamo la Grecia, quindi, a pagare i suoi debiti... con altri prestiti..."

Come finirà? Ma con un evironment eurocentrico violento:
Evironment:
Privare un essere umano greco tipo Tsipras dei suoi coglioni dentro un ambiente i cui dintorni sembrano essere apparentemente democratici e le condizioni economicamente accettabili.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

2 commenti:

  1. Tra creditori e debitore è necessario un rapporto di fiducia reciproca.

    TRADUZIONE
    La fiducia è semplicemente quella sensazione calma, rassicurante che si ha.. prima di cadere a faccia in giù..!!!

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum