domenica 26 luglio 2015

Stavolta la Trimurti sindacale ha fatto davvero arrabbiare Renzi

La Trimurti:
Li
gnu, Lignutortu e Malarazza
Scioperi "scandalosi" che "fanno male".
Matteo Renzi si scaglia contro i sindacati che hanno scritto una brutta pagina con i disservizi causati agli scavi di Pompei e all'aeroporto di Fiumicino. Un'assemblea sindacale convocata a sorpresa che ritarda di due ore l'ingresso dei turisti nel primo caso - non isolato, visto che episodi analoghi hanno riguardato il Colosseo e il Museo di Villa Borghese - uno sciopero dei piloti Alitalia che crea disagi ai passeggeri nel secondo caso.
I sindacati reagiscono in modo contrastato.
Annamaria Furlan, leader della Cisl, afferma che "non serve al nostro Paese fare demagogia o sollevare polveroni" e invita il premier a "distinguere fra chi appoggia una concezione antagonistica e conflittuale del sindacalismo e chi come la Cisl sostiene l'esistenza del dialogo fra il Governo e le parti sociali".
Carmelo Barbagallo, segretario generale della Uil, replica dicendo che è "una delle poche volte che sono d'accordo con Renzi", anche perché "certe forme di lotta, anche se conseguenza dell'esasperazione dei lavoratori, creano le condizioni per mettere l'opinione pubblica contro il mondo del lavoro".
Più dura la reazione dei sindacati campani: Franco Tavella (Cgil Campania), invita Matteo Renzi a "risparmiarci le sue patetiche paternali", ricordando che la Cgil "ha condannato senza indugi, per l'ennesima volta, le forme di protesta messe in atto a Pompei".
Antonio Pepe (ex esponente della Fp-Cisl) prova a dimostrare, dati alla mano, che "non c'è stato alcun danno incalcolabile" per Pompei, perché i visitatori nell'arco della giornata sono stati 15 mila, più dei 12 mila del giorno precedente.

Insomma, da questi sindacati che "marciano sempre al contrario", Renzi sembra non avere conforti, malgrado continui a sostenere che la ripresa in Italia è ben avviata, che le tasse verranno tagliate, anche se la Ue gli ha intimato: "Senti, Renzino, la tassa sull'Imu c'è e ci resta!".
Insomma, da questi sindacati, dio ce ne scampi e liberi, anche se essi sostengono di essere pro-lavoratori. Anche Renzi sostiene di essere pro-italiani...
Datevi una regolata con le bugie, visto che da questo governo e da questi sindacati, solo fumo e niente arrosti...

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

2 commenti:

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum