domenica 23 agosto 2015

Se un vescovo ti mette un dito nell'orecchio, tu che fai?


Meeting Rimini: "Le coppie omosessuali più esposte a malattie cardiovascolari e suicidio".
Questa la singolare teoria sostenuta da padre Giorgio Carbone, dell’Ordine dei Domenicani, nel corso del dibattito “Gender e diritti civili?” che si è svolto nell’ambito del Meeting di Rimini.
 Ah, ecco perché i vescovi sono duri a morire.

Quelli tra omosessuali non sono veri matrimoni perché manca la relazione sessuale a fini riproduttivi: equivale a mettere un dito in un orecchio”, ha precisato il dottor Renzo Puccetti, intervenuto insieme a padre Giorgio durante il dibattito.

In linea generale potrei anche essere d'accordo sull'inganno del matrimonio in quanto istituzione... sarà perché sono un anti-matrimonio... ma non capisco 'sta storia del dito nell'orecchio... che ci fai col dito nell'orecchio di uno? Glielo giri e rigiri fino a quando il proprietario dell'orecchio ti stampa un cazzotto sul grugno? O forse glielo vuoi spurgare del tappo... Godere con l'orecchio? Mah, strano, sapevo dei guardoni pervertiti che godono con l'occhio. Con l'orecchio, come li chiameresti: orecchioni?


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum