martedì 1 settembre 2015

Abbiamo deciso di perdonare il peccato di aborto

In occasione del prossimo Giubileo della Misericordia, papa Francesco ha "deciso, nonostante qualsiasi cosa in contrario, di concedere a tutti i sacerdoti per l'Anno Giubilare la facoltà di assolvere dal peccato di aborto quanti lo hanno procurato e pentiti di cuore ne chiedono il perdono". Il Papa lo scrive in una lettera a mons. Rino Fisichella.
 "Mujer, no caer en el mismo pecado, por favor...".

“Raccomandiamo a mons. Fisichella di ricordare a tutti i sacerdoti di estendere il perdono non solo ai pentiti di cuore, ma anche ai pentiti di polmone, di fegato, di milza, di rene, di vescica, di pene”.

Poiché il Signore dice: “Perdona e sarai perdonato. Perdona coloro che hanno abortito e fatto abortire contro il volere di Dio. Perdona gli stupratori di anime innocenti e quei preti che hanno ingravidate vergini donzelle e suore. Perdona chi ha abortito per colpa di suo padre, di suo fratello, del suo violentatore, del suo parroco. Perdona infine quei simoniaci che dal Giubileo ne trarranno profitti, giacché si dice: se il perdono del peccato di aborto ha un costo, l’occasione fa l’uomo ladro e il prete spretato”.

E non dite che fate tutto questo in memoria di me, ma per i bisogni vostri.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum