venerdì 22 gennaio 2016

Bergoglio, le unioni civili e un santo diavolone

Unioni Civili, Papa Francesco: "Non fare confusione tra la famiglia e altri tipi di unioni".
E lancia un monito ai politici e alla Chiesa.

La famiglia è una sola:
un maschio e una femmina,

con contorno di bambini.
Anatema a voi, politici e falsi uomini di Chiesa,

se solo osate sovvertire il sogno di Dio.
La vendetta del Signore non tarderà a colpirvi.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

4 commenti:

  1. Ehi, ma non aveva aperto a queste unioni?
    Un buffone anche lui?
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E beh, un conto è dire "chi sono io per giudicare gay e lesbiche"; un altro è dire che "si possono sposare tra loro".

      Elimina
  2. E che diritto abbiamo noi di impedire un matrimonio civile tra gay o tra lesbiche?
    Peggio che col fascismo. Nel febbraio del '29 Mussolini venne a patti col Vatikano: a te il matrimonio tra un uom e una donna a me il resto.
    Questo governicchio gli sta dando anche il resto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi no, ma i preti a quanto pare... sì, visto che infilano le loro sottane dappertutto.

      Elimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum