lunedì 4 gennaio 2016

Pare-Anormale il ddl Cirinnà

Veglia giorno e notte delle Sentinelle in Piedi contro il ddl Cirinnà. Una preghiera ininterrotta fino alla discussione in aula.


L'obiettivo è quello di chiedere a Dio di fermare il disegno di legge Cirinnà che alle coppie omosessuali concederà, una volta approvato, diritti simili a quelli delle coppie eterosessuali. Con un corollario particolarmente inviso ai difensori a oltranza della famiglia tradizionale: la possibilità di adottare il figlio del partner (la cosiddetta stepchild adoption).
E dopo Dio è l'ora di: "Maria, ti preghiamo perché la legge sulle cosiddette 'unioni civili' non passi. Te lo chiediamo da ora fino al giorno fissato per l’approdo in parlamento e per i giorni della discussione. Con fiducia e insistenza ci uniamo per chiedere il tuo aiuto...".

Chi è che disse già: "Amatevi come fratelli, i figli son di tutti, crescete i figli come se fossero figli miei. Chiunque lo può fare, basta che ne sia all'altezza. Che è tutta questa arroganza, questo odio? Non è da fratelli, ma da diavoli, questo comportamento".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

1 commento:

  1. E se capisce! Appena un governo mediocre ipotizza una legge intelligente e finalmente democratica insorge la mafia vatikanska per mandare tutto a puttane.

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum