martedì 1 marzo 2016

Il sistema Bersani per far fuori Verdini


Bersani: "No a congresso anticipato è una risposta arrogante".
E allora che si fa, compagno Bersani?
- Eh, questo dovete chiederlo al padrone della Ditta. Non è vero che abbiamo bisogno di Verdini come non avevamo bisogno di Berlusconi. Renzi scelga se vuol fare quello che rottama o quello che resuscita. Se decide di resuscitare, si ricordi che io sono in lista d'attesa da tempo come membro onorario".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

2 commenti:

  1. Come è vero che il peggio deve ancora avvenire e ci si dovrebbe accontentare di quel che si ha, ma non sempre.
    Ci lamentavamo di Bersani, che si era mangiato una dote di +20 punti di scarto sul Berlusca, sognando di sbiancare il giaguaro per poi far ridere i polli, facendoselo arrivare a una manciata di voti dalle chiappe e poi facendosi prendere per il culo in streeming da Grillo e company. Ma lui ha insistito e si è fidato di un vecchio in stato di prealzheimer e in perfetta malafede che lo ha fottuto come solo un vecchio cattocomunista poteva. Si è trovato in brache di tela e il vantone rottamotuttoio gli ha fottuto la leadersheep nel partito più barocco del lotto e poi, attraverso la meteora Letta (altro trucco del vegliardo rincoprimo), arrivare all'agognato potere come uomo del destino, dimenticando che il povero strapazzato popolo italiano si era appena dimesso dalle boiate del primo uomo del destino, quello che almeno aveva due palle dentro i pantaloni e non le palline dell'albero di Natale che ha lui. Fanfaronate dal balcone fatidico di Piazza Venezia non ne diceva. Bene o male aveva fatto un impero, del caciocavallo, ma Vittorio Emanuele III si fregiava del titolo di Re d'Italia e d'Albania e Imperatore d'Etiopia. Lui a Mattarella che gli ha dato finora? Nemmeno il posto vicino alla toilette nel suo aereo privato da 40.000 euro al giorno. Bene, adesso Bersani e l'ala riluttante a seguire nella rovina il venditore di mozzarelle di bufale di basso conio toscano adesso osano chiedere uno special congress, come a dire una rimpastata della trippa inacidita, ma non si è accorto che Cazzone primo non solo è circondato da guerrieri dall'aria truce, ma tutti i direttori dei massimi quotidiani nazionali, le testate televisive dei tre canali RAI, tutto l'apparato disinformativo del paese è lì che studia formula alchemiche per infinocchiare il popolo pecora e cretino.
    Pensano.
    Credono.
    Sperano.
    Ma, dovunque il guardo io giri, dovunque i padiglioni auricolari io diriga sento salire dalle valli alle montagne una sonora pernacchia.
    E allora godo, perché il borbottio a poco conduce, ma la derisione ammazza. Sì, in questo il nostro popolo è Weltmeister. Siamo gli indiscussi campioni della presa per il culo e del pernacchione liberatorio.
    Ascolta Renzi.....non lo senti?
    Non è il vento....è un pernacchione

    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum