mercoledì 6 aprile 2016

By Brown Wasp: a Porta a Porta, ecco a voi 'u figghiu di don Totò 'u curtu!

Bruno Vespa dixit:


Bindi: "Se Riina va a 'Porta a porta' è negazionismo della mafia".
Bruno Vespa ridixit: "The story of Riina's boy va in onda. Perché non dovrebbe?"


Falcone: “Se vogliamo combattere efficacemente la mafia, non dobbiamo trasformarla in un mostro né pensare che sia una piovra o un cancro. Dobbiamo riconoscere che ci rassomiglia.”
Magari parlarne con il figlio di un mafioso in diretta, a cuore aperto, a domande mirate e a occhi su occhi. E Bruno Vespa, vecchia volpe da tv, ex mezzobusto, attualmente cariatide millenaria, ne è all'altezza, come tutti sappiamo...
Falcone: “Chiunque è in grado di esprimere qualcosa deve esprimerlo al meglio. Questo è tutto quello che si può dire, non si può chiedere perché. Non si può chiedere ad un alpinista perché lo fa. Lo fa e basta.”

Deve esprimerlo al meglio: per questo occorre una forte dose di intelligenza, onestà, preparazione e rispetto degli altri. E Bruno Vespa ne è un concentrato...
Non si può chiedere ad un alpinista perché lo fa. Lo fa e basta: non si può chiedere a Vespa perché ha invitato il figlio del boss. Lo fa e basta. Magari parlerà solo del libro di questo signore.... un confronto culturale a due... chissà... magari, a fine show, faranno un giro in vespa per rinfrescarsi le idee...

Borsellino: “Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene”. Ecco, anche Vespa ne parla in televisione, in modo vesposo. Lui ci vive in televisione. E ci chiarirà alcuni misteri mafiosi attraverso il libro del figlio.
Quindi, non bagniamoci prima che piova. Siamo in spasmodica attesa di un coup de Vespà.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum