venerdì 29 aprile 2016

L'asse Renzi-Verdini: una specie di complice innocente intesa per sanare il Paese

Renzi-Verdini, come si perfeziona il partito della nazione.

Amici e compagni,
se mi passate questa frase,
alle minoranze,
che sono tante,

dentro il Pd
e fuori, dico:
basta con le cazzate,
io ho smesso di credere
ai cartoni animati
fin dai tempi della
prima repubblica.
Adesso, l'unica cosa
da fare è capire
cosa farne di Verdini,
dopo che finiremo
di blindare insieme a lui
le Riforme costituzionali.
Io lo vedo bene
come mio secondo
quasi alla pari;
lo associerei nel comando
com'era in uso presso gli antichi
imperatori romani.
È il premio che merita
per aver lavorato
alla rinascita del Paese.
L'unica condizione
che pone Lui è:
basta con i rinvii a giudizio
ad personam verdinianam.
Io, in linea di massima,
sarei d'accordo.
Via questa barbarie
dallo Stato Civile
italiano.

E se qualcuno non si
trova d'accordo con me,
lo dica adesso o
taccia per sempre.
Come le molte cariatidi
che nel partito ancora vivacchiano
sulle spalle di noi
lavoratori che governiamo.
Direi che si può votare
per alzata di mano
all'unanimità.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

4 commenti:

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum