martedì 19 aprile 2016

Scompagno Bertinotti

Fausto Bertinotti: "Il movimento operaio è morto, in Comunione e Liberazione ho ritrovato un popolo".
Quel popolo che mi mancava, a cui donare le mie Verità.

"Datemi tempo e vi spiego tutto io:
mai dare limiti alla Provvidenza...
rossa o ieratica che sia!
"
"L'eutanasia del movimento operaio ha disperso la memoria di cosa è stato il dialogo con il mondo cattolico". Lo afferma al Corriere della Sera, Fausto Bertinotti, secondo cui "il movimento operaio è morto", "solo la Chiesa sta cercando di reagire... tant'è che Papa Francesco mi ha chiesto di aiutarlo, per la mia esperienza, nel portare una parola di conforto agli ultimi operai, e a tutti i lavoratori che non hanno più speranze di rimediare un salario doveroso."
"In Cl ho ritrovato un popolo. E Julian Carrón ci fa riflettere sulla natura del potere... divino".
- Si sente folgorato dalla fede religiosa?
- Bertinotti replica: "No, questo sarebbe la negazione del dialogo che deve essere tra diversi. Se uno pensa di farsi cooptare vuol dire che non ha identità".
"Il problema della politica - spiega Bertinotti - è che distrutte le ideologie si è ritrovata depredata, priva di riferimenti. E io ne ho persi. Il dialogo con chi ha una fede può essere la scintilla che ridà speranza". "La sinistra, o ciò che ne resta... quindi io, come istanza di uguaglianza - aggiunge - riaffiora, anche se ignorata, nel campo delle nuove forme di organizzazione comunitaria della società... ".

Eeeh,
"Scompagno Faustino, fratello Bertinotti,
attaccati ai Cl in questi giorni tristi
di nuovo a cercare un popolo stavolta con Carrón
il movimento è morto santo diavolón!"

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

2 commenti:

  1. Chissà la Gabriella, la metà al ti stiro a vapore il cashemir si va in salotto

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum