domenica 1 maggio 2016

Renzi, non sembra nemmeno italiano, sembra più siciliano!

Renzi in Sicilia firma i patti per Catania e Palermo e riapre il viadotto sull'A19: "Mai più scandali come questo".
Della serie "inaugurazioni in Sicilia senza soluzione di continuità".

Abbiamo fatto
il patto per Catania,
quello per Palermo
e per la Sicilia tutta
provvederemo.
Ora vogliamo fare il pattone
con i lavoratori della Formazione.
Se state zitti e muti,
forse qualcosa per voi ci esce
alla fine del battesimo,
o magari alla prossima
tornata elettorale.
"Far ripartire Palermo significa far ripartire l'Italia. Il jobs act ha fatto centinaia di migliaia di posti lavoro. Ne volevate di più? Anch'io. Ma quelle centinaia di migliaia di persone non sono codici fiscali: sono uomini e donne". Nel frattempo il sottosegretario Claudio De Vincenti sta parlando con i lavoratori del call center Almaviva: nella sede di Palermo i posti a rischio sono 1.670, in tutta Italia 3.000. Renzi ha parlato dei miracoli che l'Italia può fare. "Quelli piccoli, che lunedì alla ex Fiat di Termini Imerese porterà alla riapertura. Nell'agosto del 2014 a Termini faceva caldo e la riapertura sembrava impossibile". Cita le altre vertenze: Almaviva (del cui call center c'erano una trentina di rappresentanti ad attenderlo), Gela, ma anche le difficoltà delle imprese artigiane.
Renzi non sembra nemmeno italiano, sembra proprio un siciliano: ha omesso gravemente di ricordare la macelleria sociale che il governo Crocetta, con i suoi alleati di governo e con la tacita partecipazione consensuale dei sindacati gialli siciliani, ha realizzato in un paio d'anni buttando sul lastrico migliaia di lavoratori della Formazione, fieramente e indiscutibilmente onesti. Di questi, è stato deciso in camera privata, non se ne parla più. Seppelliti sotto una montagna di finte proposte di soluzione della crisi della Formazione, seppelliti sotto un cumulo di fumi maleodoranti di marcia politica clientelare e di denari deviati allegramente in tasche private dai vari epigoni alla Genovese.

Ma forse Crocetta, come i suoi più famosi predecessori, ha in serbo la sorpresa finale per questi lavoratori. Una sorta di lascito morale per il suo successore: chiunque esso sia, si accorderanno fra compari promettendo nuovi posti di lavoro. Certi che i soliti quaquaraquà li eleggeranno.
Hai visto mai che con la lezione del jobs act renziano anche lui non riuscirà più a rientrare nel mestiere di politico cacciaballe per incapacità e totale mancanza di produzione politica in progress?

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

1 commento:

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum