domenica 12 giugno 2016

Chiamparino: Matteo, devi ricominciare dai più deboli!

Chiamparino, caro Matteo, il partito dimentica i deboli. Errore dire che tutto va bene.

- Matteo, dobbiamo prenderci
cura dei più deboli.

- E come?
- Tassando i super ricchi.
- Non possiamo.
- E perché?

- Perché poi i ricchi piangono.
- E chi se ne fotte!
- E dopo che hanno finito di piangere,
faranno piangere me!
- Ah no, questo non mi piace.
- Certo, perché poi faranno piangere anche te,
e tutto il partito.
- Va bene, ma qualcosa dobbiamo pur fare,
altrimenti i più deboli non ci votano più.

- So già cosa fare. Lancerò un
telethon nazionale per la causa
dei deboli. L'eccedenza la
distribuiamo a quelli ancora
più deboli. E con questo
il discorso è chiuso!
"Per conquistare la maggioranza degli italiani è necessario che il premier, e il Pd, recuperino la tradizione riformista sul lavoro e il sociale, il 'prenderci cura dei più deboli'". Lo afferma alla Stampa, Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte, che aggiunge: "È stato fatto il Jobs Act bene, ma è solo un pezzo. Dobbiamo intervenire sulle diseguaglianze e accelerare il percorso sul reddito di accompagnamento per chi cerca lavoro o lo ha perso".


Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum