sabato 23 luglio 2016

Avremo soltanto un anno di tempo per prepararci all’erezione

Supervulcani, gli scienziati mettono in guardia: "Avremo soltanto un anno di tempo per prepararci all'erezione".

Le erezioni fanno parte della storia erotica della Terra. I Vul Cani, soprattutto i Vul Cani Super, sono sempre in calore e cercano a tutti i costi di appendersi al coccige dei loro simili. Ciò che conta è capire quando. “Più del 70% della potenza super canina dovrebbe accumularsi in meno di un minuto misurato all’abbaio secondo con la vana meta di mozzicarsi la coda girando in tondo, cosa che a nessun dei Super Vul Cani riesce mai. Infatti i prezzi degli ossi di cane che il carnezziere ti regala in cambio di euri sono cresciuti maggiormente nell’arco del loro periodo di calore, e non ne trovi più a gratis, anzi, per il super calore canino sono cresciuti addirittura giorni prima dell’erezione del cane”; di questa tremenda esplosione ne scrivono i ricerca tori, altra genìa di esperti che invidia quella congrega di grosse palle di toro. Un anno di tempo non sembra abbastanza per correre ai ripari, per costruire un'immaginaria arca e mettersi in salvo. In questa arca pare che il primo ospite accettato potrebbe essere lo scopritore del blasone di Bigg’s. A seguire poi tutte le vecchie puttane della politica che contano… i giorni che mancano all’erezione dei Super Vul Cani, giorni che vedranno i più facinorosi ammazzarsi tra loro per riuscire ad entrare per primi nell’arca. I più grandi leaders del mondo s’accapiglieranno per non cadere vittime dell’erezione dei Super Vul Cani, che vorrebbero penetrare nelle loro viscere. Ma pare, dicono gli esperti che cercano i tori, che nemmeno l’arca li potrà salvare. Moriranno tutti, dalle Ande alle Piramidi, dal Bosforo alle Montagne Rocciose, dagli Urali alla Fossa delle Marianne che ce n’è tante. In nessun posto del pianeta gli esseri umani potranno sentirsi al sicuro dal membro in calore dei Super Vul Cani. E noi che pensavamo che i terroristi di gruppo e i lupi solitari fossero solo loro in calore? L'ultima cosa che ci resta da fare è infilarsi dentro un'osteria e cominciare a brindare alla loro estinzione con del vinello allegro di Taso. Chissà che alla fine della sbronza non scopriamo di essercene finalmente liberati!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum