sabato 29 ottobre 2016

Renzi: prenderemo Matteo Messina Denaro, parola di scout!

“Prima o poi prenderemo il boss mafioso Matteo Messina Denaro”.  
Lo ha detto il premier Renzi a Piazza del Popolo, durante il comizio per il Sì.
- No?


Sì, purtroppo l’ha detto.
- Ma gli sarà scappato accidentalmente?

No no, l’ha proprio detto papale papale.
- Mio Dio, un’altra promessa. E questa dovrà mantenerla. Spero davvero per lui. Non capisco però che c’entra il boss mafioso col suo referendum personale?

C’entra, invece. Fa parte dei sentieri misteriosi del suo pensiero semplice. Pensa che ha detto anche che i pensionati votano sì perché hanno visto gli errori di D'Alema in preda ai fumi del vino.
- No, D’Alema ubriaco? Ma che vino fa?

Poi nel parossismo della sua dialettica ha tirato fuori una strana storia di frighi abbandonati a Roma.
- Funzionanti spero?

È messo lì che spara cartucce contro tutti che non sono a salve. Senti le sue parole: “È stato emozionante seguirvi oggi da tutta Italia, venire a Piazza del Popolo che non è la piazza del populismo. È STATO FATICOSO SEGUIRVI TUTTI QUANTI A PIEDI. È POPULISMO QUESTO? È PIAZZA DEL POPOLO. La Piazza del Sì. Cuperlo è con noi. Quanto fa ‘sta sua presenza, per Noi? Assai, fa. Pensate: lui è per il No, noi siamo per il Sì, quindi Cu per lo in Piazza del Popolo fa Nì. Che è un quasi Sì. È populismo questo?”
- Bah, se non fosse che è il Premier, questo poveraccio che segue a piedi i manifestanti, che si consuma le scarpe notte e giorno e la lingua dall’alba al tramonto, avrebbe davvero di che lamentarsi se dovesse perdere il Sì lungo la strada.

Poi gridò: “Onestà, onestà è la nostra carta d'identità”. E rinfrancò gli animi degli onesti presenti in Piazza che erano rimasti in attesa di questo grido liberatorio da parte del Segretario. E solo chi è onesto può risolvere i problemi, anche se ha altri obiettivi reconditi nel mirino.
- Già, anche in un uomo semplice come lui trovi l’erbagatto buona che piace tanto ai gatti. Perché non è un despota. Perché ha la grazia generosa dell’uomo del monte che alla sua Piazza dice Sì! Vincerà, non v'è dubbio!

A voi cinquantamila presenti dico che dovete darmi qualcosa. Sì, mi dovete qualcosa. Non soldi, no, ma cinque minuti del vostro tempo per convincere gli indecisi al Sì. Sarete ricompensati.
 - Non c'è dubbio. Vincerà!

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum