mercoledì 5 ottobre 2016

Un tour all'Inferno in compagnia di Benigni e Renzi

Benigni: "Se vince il No è peggio di Brexit".


La vittoria del no al referendum costituzionale sarebbe peggio della Brexit, per questa ragione "è indispensabile che vinca il sì". Roberto Benigni si schiera a favore della riforma voluta dal governo Renzi. "Se vince il no il giorno dopo ti immagini? Il morale va a terra - sostiene il premio Oscar, intervistato dalle "Iene" - peggio della Brexit. I costituenti stessi hanno auspicato di riformarla la seconda parte, poi c'è la maniera di migliorarla ma se non si parte... Non è come qualcuno dice la riformeremo dopo. No, non accadrà mai più. Poi, certo, ci sono da rivedere alcune cose".
Per Benigni, "i primi 12 principi della Costituzione sono intoccabili e la prima parte, diritti e doveri, sono straordinariamente belli e intoccabili. La nostra Carta è la più bella del mondo. È stato un miracolo, i nostri costituenti ci hanno fatto volare e hanno illuminato le macerie. E così l'Italia si è rialzata. Per la seconda parte, però, già i costituenti auspicavano un miglioramento".
Come dubitare di un premio Oscar? Che dopo aver cantato la Divina Commedia ha deciso di cantarci la Riforma costituzionale di Renzi, neo padre fondatore!... ho scritto neo padre, ma mi sono sbagliato: neo figlio è più giusto. Perché sappiamo già chi è il Padre emerito.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

1 commento:

  1. Oramai che benigni sia diventato un servo di Renzi ed un suo lacchè è lampante. Peccato, una mente brillante che si è persa negli ultimi anni dopo la meritata vittoria dell'Oscar.

    RispondiElimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum