martedì 29 novembre 2016

Il Messer Lapo autosequestrato

Lapo Elkann ha simulato un sequestro: arrestato a New York.

Lo spirito di nonno Gianni Basetta
si rivolta nella tomba.
"Vevgogna. Abbassavsi a semplice
scassapagghiavu da quattvo soldi.
E dive che la famiglia l'aveva fatto studiave
all'Euvopean Business School di Londva.
E così che li povti avanti i business di casa?
Eh cavo signove, la colpa io la dò ai genitovi
che non lo hanno educato a lavovave come si deve"
Secondo tre giornali statunitensi, il nipote di Gianni Agnelli è stato poi rilasciato ma dovrà comparire in tribunale con l'accusa di falsa denuncia. Lapo Elkann sarebbe di nuovo nei guai. Alcuni mezzi di informazione Usa hanno riferito che è stato arrestato e poi rilasciato dalla polizia di New York per aver simulato un sequestro allo scopo di ottenere dalla famiglia 10mila dollari dopo aver speso tutto il contante insieme a una escort con cui avrebbe fatto due giorni di festini a Manhattan, consumando alcol e droga. Sempre secondo i media Usa, finiti i soldi, la escort avrebbe pagato per altra droga ed Elkann avrebbe promesso di restituire il denaro, quindi avrebbe escogitato il piano del falso sequestro, raccontando ai propri familiari di essere trattenuto contro la sua volontà da una donna che gli avrebbe fatto del male se non gli avessero fatto pervenire 10mila dollari.
Mah, povero giovine, adesso avrà a che fare con la Giustizia americana...
e ringraziamolo, in fondo questo suo incidente di percorso ci distrae dal dramma di Renzi e del suo referendum. Un po' di relax aiuta.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

1 commento:

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum