mercoledì 4 gennaio 2017

Le Bufale del web adesso sono diventate un coro


Mettiamo che questo pensiero politicissimo l'avesse esplicitato, non Grillo, ma Mattarella: “I giornali e i tg sono i primi fabbricatori di notizie false nel Paese con lo scopo di far mantenere il potere a chi lo detiene. Sono le loro notizie che devono essere controllate”. E - (questo il cuore della proposta del presidente) – “se una notizia viene dichiarata falsa il direttore della testata, a capo chino, deve fare pubbliche scuse e riportare la versione corretta dandole la massima evidenza in apertura del telegiornale o in prima pagina se cartaceo. Così forse abbandoneremo il 77° posto nella classifica mondiale per la libertà di stampa”.
Così com'è poteva essere una gran bella dichiarazione d'intenti, condivisibilissima, del Presidente della Repubblica. Per lui un grande onore sarebbe stato, l'averla pensata e messa a disposizione dei suoi concittadini.
Chi mai, infatti, non si sarebbe sentito d'accordo con Lui?
E sarebbe saltato il banco facendo incazzare qualche suo falso amico che avrebbe subito richiesto l'impeachment del Presidente per manifesta diserzione dal Sistema.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum