sabato 4 febbraio 2017

Gira e rigira, alla fine trovi sempre una qualche suora che nega la verginità di Maria


Suor Lucia Caram: "Maria era vergine? Difficile crederci. Lei e Giuseppe erano una coppia normale e facevano sesso".
Ah ah ah… ah ah ah… ah ah ah… oooh!
Allora, la suora ne ha certezza in quanto «per avere la certezza della verità non c’è bisogno di altro che il possesso dell’idea vera», infatti, «chi ha un’idea vera sa allo stesso tempo di averla e non può dubitare della cosa», (cit.: Spinoza). La suora, convinta da questa sua idea vera l’ha interiorizzata a tal punto da farla divenire verità. È una sovversione radicale che sconvolge il dogma del concepimento virginale di Gesù scatenando le ire degli ultrà cattolici e dei restanti militanti del dogma.
Poi, per chiarire bene il suo pensiero, suor Lucia ha aggiunto:"Per molto tempo la Chiesa ha avuto un pessimo rapporto con i temi legati alla sessualità. Era negato e visto come qualcosa di sporco – con esclusione dei rapporti pedofili pretaioli - da nascondere: invece io penso che sia una benedizione". E ancora, sempre in tv, "Insomma è veramente difficile credere che Maria e Giuseppe non avessero relazioni sessuali e che lei fosse davvero vergine. San Giuseppe è stato sempre raffigurato come un vecchio con la barba. E allora io mi domando: Maria stava con un uomo che poteva essere suo nonno? Ma no, no, lei era innamorata di Giuseppe e la loro relazione era come quella di qualsiasi coppia".
Madonna du’Carmine!, a queste parole le sue consorelle si sono toccate tre volte nelle tre parti del corpo che non usano mostrare.
Il vescovo di Catalogna l’ha censurata pubblicamente perché, per colpa di quelle frasi sconce e antimadonnare, lui si era già fatto un viaggio masturbatorio indietro nel tempo, immaginando come Maria e Giuseppe potessero avere avuto contatti sessuali, visto che Gabriele, dopo averle vietato qualsiasi rapporto sessuale, l’aveva già ingravidata in trasfert per conto dello Spirito Santo.
Non solo, 11 mila fedeli hanno chiesto la sua espulsione dall’ordine religioso, senza escludere la lapidazione pubblica, visto che già ci sono state minacce di morte.
L’unico che può salvarla è il Papa. Ma per ora tace. E chi tace acconsente…
altrimenti, alla povera suora non resta che confessare il nome di colui o colei che l’hanno indotta a questo sacrilegio. E attendere la giusta punizione.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

4 commenti:

  1. Ciao carissimo, passo per un saluto, vedo con piacere che continui a scrivere con assiduità. Bene. Dal lontano 2008 ne è passata di acqua sotto i ponti, sempre la stessa acqua, ma laggente continua a non voler capire un tubo, e ricade nei soliti errori. Stammi bene, Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, questo sì che è un piacere per me, rileggerti anche se in un commento.
      Ed altrettanto ovvio che la domanda sorge spontanea... hai sospeso o tralasciato tutto?

      Elimina
    2. Ti rispondo qui. Diciamo che trascuro abbastanza il blog, per vari motivi, ma non lo chiudo definitivamente. Perciò ogni tanto mi farò vivo anche qui. Ciao.

      Elimina

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum