sabato 11 marzo 2017

Renzi e la parola Compagno!

Lingotto, Renzi apre la kermesse del Pd: "Rivendichiamo il futuro contro la paura".
Forse la paura di non essere più rieletti?

Renzi, il furbacchione, ha usato la parola Compagno,
senza nemmeno avere chiesto il permesso, che so,
mettiamo a Vendola, che tempo fa aveva dichiarato
scomparsa per sempre questa parola
dal lessico sinistrorso.
Cosa non si fa per vendere fumo...
Renzi rilancia il significato della parola "compagno": "Perchè siamo qui? Per ridare senso alla parola "compagno", che deriva dal latino "cum panis", colui che divide l'essenziale, la cosa più importante che ha.
Che la mancanza di pane vi si propizia allora, in aeternum, visto che voi riccastri, uomini di buona tasca e bella panza risultate essere solidali con quelli a cui il pane manca davvero. Lo sanno tutti quanto lo siete.

Fortunatamente, a rompere le uova nel paniere di Renzi ci ha pensato l'ineffabile Briatore: "Io, al posto di Matteo non avrei mai fatta un'assemblea al Lingotto alla presenza degli operai. Lo sanno tutti che in Italia di poveri ce ne sono già abbastanza e portarli al Lingotto è una vera propria follia: a quanto mi risulta non hanno mai creato lavoro. E questo è un errore che Renzi non doveva fare. Spiace per lui. Ma su questa strada io sto sempre coi ricchi".

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su OKNotizie condividi su Segnalo condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.

Heracleum