domenica 2 aprile 2017

Chiunque può mettersi in contatto con un essere superiore...

- L'arcivescovo Lorefice: "Ora basta con questa Madonna che dici di vedere."
- Don Minutella: "Io la vedo e tu non puoi proibirmelo".
- Lorefice: "E basta anche co' sta storia dell'acqua miracolosa che sgorga in un terreno di Carini".
 - Minutella: "Invece sgorga davvero e io la uso per benedire i fedeli".
- Lorefice: "Ma che acqua é: minerale o naturale?".
- Minutella: "Te l'ho detto: è acqua sacra".
- Lorefice: "Devi portare obbedienza ai tuoi superiori per quel voto che hai fatto quando sei diventato prete".
- Minutella: "Anche tu devi portare rispetto ad una entità superiore che è la Madonna".
- Lorefice: "Questa Madonna che dici di vedere non è la stessa Madonna della Vera Chiesa".
- Minutella: "Ma siccome io la vedo davvero tu devi credermi così come crediamo tutti noi preti alle Sacre Scritture".
- Lorefice: "Tu sei contro Bergoglio".
- Minutella: "E tu contro la vera Madonna".
E via di questo passo... fino a quando il Minutella, in nomen omen, diminuirà fino ad estinguersi.

Palermo, l'arcivescovo caccia don Minutella: "C'hai quindici giorni per lasciare la parrocchia. Scaduto questo termine ti cancelliamo dalla Chiesa".
Don Minutella è ormai una spina nel fianco della Chiesa.
Un paio di settimane fa, Lorefice aveva emanato un decreto col quale metteva in guardia tutti i parroci dall'affidarsi "ai falsi veggenti", proprio in occasione della visita del veggente brasiliano Pedro Regis che sostiene che la Madonna gli detti dei messaggi diretti ai fedeli.

Don Minutella balzò agli onori della cronaca nel 2015 quando fu condannato dal vescovo di Monreale per le riunioni della comunità piccola Nazareth, da lui fondata a Carini, durante le quali raccontava di essere in contatto con la Madonna e altri santi. Qualche anno fa, Minutella disse che dalla terra sgorgava acqua "miracolosa" con la quale benediceva i fedeli. Minutellla se la prende con chi organizza gli aperitivi dopo le messe, con chi "benedice all'altare le coppie omosessuali".

Don Minutella è irrefrenabile: "C'è disonestà in questo documento: si dice che io abbia disobbedito all'arcivescovo Paolo Romeo che mi aveva proibito di parlare della comunità piccola Nazareth e dell'acqua miracolosa. Cosa che ho fatto. Io combatterò questo decreto: ce ne andremo negli scantinati e nelle catacombe. Questa omelia entrerà nella storia: mi ridurranno allo stato laicale? Non li temo. Addio falsa chiesa. Sei solo una prostituta indegna che ti sei venduta ai piaceri del mondo ". I fedeli si alzano in piedi e lo acclamano: "Ti seguiremo...". Fino al martirio...

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.