lunedì 17 aprile 2017

Il vice Borg Usa Mike Pence in osservazione

Corea del Nord, gli Usa alzano la voce.
Pechino: "Moderazione".
Pyongyang: "Rischio guerra nucleare improvvisa".
Mosca: "Strada molto rischiosa".
Trump: "Se Pyongyang si comporterà bene, apriremo lì molti ristoranti".


"È finita l'ora della pazienza strategica", gli Stati Uniti cercheranno di garantire la sicurezza nella zona della Corea del Sud " con mezzi pacifici, ma tutte le opzioni sono sul tavolo". Lo ha detto il vicepresidente americano Mike Pence, in visita oggi nella zona demilitarizzata tra Corea del Nord e del Sud, due giorni dopo la grande parata militare che si è tenuta a Pyongyang nel 105° anniversario della nascita del fondatore della Stato nord coreano, il 'presidente eterno' Kim Il-sung, nonno dell'attuale leader Kim jong-un. Alle parole di Pence ha poi fatto eco Donald Trump con brevi commenti alla Cnn: "Spero che sia possibile una soluzione pacifica" sulla Corea del Nord ma ha poi aggiunto: "Pyongyang deve comportarsi bene". Queste parole rimarranno incise nelle nostre menti, poiché Egli parla col senso pragmatico di chi sa come andrà a finire.

Condividi e VOTA questo articolo
condividi su Diggita condividi su Fai Informazione segnala su ziczac BlogNews
AddThis Social Bookmark Button

Nessun commento:

Posta un commento

Pirima pondera e poi scrivi.